Piccoli tatuaggi dietro l’orecchio: immagini e consigli utili

FOTOGALLERY

Fonte immagini: Pinterest.com e Instagram.com

I tatuaggi dietro l’orecchio sono un’idea interessante per chi cerca un tatuaggio discreto, elegante e originale. E’ un placement infatti che ha iniziato ad essere apprezzato soprattutto negli ultimi anni e che richiede la capacità da parte del tatuatore d’essere molto preciso e abile nella realizzazione di piccoli design.
Uno dei vantaggi di un tatuaggio dietro l’orecchio è proprio la sua “discrezione”. Pur trovandosi sulla testa, l’area dietro l’orecchio non è sempre visibile (agli altri ma anche a noi stessi), è quindi un placement che viene scelto volentieri da chi si approccia per la prima volta ai tattoo e vuole iniziare con qualcosa di piccolo.

Se sei quindi in cerca di ispirazione per un tatuaggio vicino alle orecchie, forse ti starai chiedendo quanto sia doloroso fare un tattoo dietro l’orecchio. La pelle in questo punto del corpo è molto sottile e poggia su cartilagine e osso (il cranio), si potrebbe quindi pensare che tatuare la zona dietro l’orecchio sia molto doloroso. In realtà, molti che hanno tatuato quest’area e altre zone, riferiscono di aver provato un dolore minimo, più simile a un fastidio che a un dolore vero e proprio.
Ovviamente, molto dipende sempre dalla personale sopportazione del dolore. Ci sono persone che rabbrividiscono al solo pensiero di farsi tatuare dietro le orecchie, mentre altri l’han vissuta come una passeggiata.

Una volta realizzato il tattoo dietro all’orecchio, ci sono dei piccoli suggerimenti che potreste seguire per facilitare la guarigione del tatuaggio. Per esempio: ci si può lavare i capelli normalmente dopo aver fatto un tatuaggio dietro l’orecchio? Almeno per un paio di settimane, è bene fare particolare attenzione a non sfregare il tatuaggio e a non utilizzare prodotti come shampoo e simili che potrebbero irritare la pelle. Nei primi 2-3 giorni dopo aver realizzato il tattoo, si formeranno delle crosticine, che non bisogna assolutamente togliere! Verranno infatti via da sole nei giorni seguenti. Se il tatuaggio è vicino all’attaccatura dei capelli, si possono tenere sciolti o è meglio legarli? Per guarire al meglio, il tatuaggio ha bisogno di aria. In linea di massima, si possono tenere i capelli sciolti, ma se per esempio è estate e fa molto caldo, tenere i capelli raccolti eviterà alla pelle di sudare più del necessario e quindi di irritare il tatuaggio.
Quanto tempo bisogna aspettare prima di esporre un tatuaggio dietro l’orecchio al sole? Come diciamo sempre, è importantissimo proteggere i tatuaggi dai raggi UV, a maggior ragione quando sono stati fatti fa poco! Un tatuaggio di piccole o medie dimensioni richiede normalmente circa 2 mesi per guarire completamente, evitate quindi l’esposizione solare in questo primo periodo di guarigione. Dopo i primi 2 mesi, il tatuaggio andrà comunque protetto con delle creme specifiche che schermino i raggi UV e impediscano alla pelle di scottarsi e al tatuaggio di sbiadire.
Nel caso dei tatuaggi dietro all’orecchio infatti è di vitale importanza avere la massima cura, perché in un tatuaggio di piccole dimensioni delle linee sbiadite comprometterebbero senz’altro l’aspetto del tattoo.

Se ti sono piaciuti questi tatuaggi, leggi anche l’articolo: Tatuaggi piccoli, femminili ed eleganti: tante idee di cui innamorarsi

Share: