Tatuaggi con gatti neri: significato e idee per ispirarsi

FOTOGALLERY

I gatti sono creature meravigliose e misteriose. Se è vero che i tatuaggi con gatti sono semplicemente adorabili, i tatuaggi con gatti neri aggiungono un tocco di oscuro mistero, particolarmente adatto ora che ci avviciniamo ad Halloween.

C’è nulla di più maestoso, elegante e sinuoso di un gatto nero? Probabilmente no, qual è quindi il significato di un tatuaggio con gatto nero? Credenze e superstizioni han fatto di questo gatto un simbolo di sciagura e sfortuna. Presso i Celti, i gatti neri non erano solo considerati malvagi, ma venivano addirittura sacrificati.
Nella cultura occidentale, i gatti neri venivano associati alla stregoneria. Questo perché nel XV secolo le streghe erano spesso semplici donne anziane sole, che avevano come unica compagnia uno o più gatti. Non ci volle molto perché l’ignoranza che imperversava all’epoca facesse delle donne con un gatto nero, il colore del mistero e della magia, un target ideale per le accuse di stregoneria.
Se quindi vi sentite un po’ “strega”, e per strega intendiamo una rispettosa conoscitrice della natura, un tatuaggio con gatto nero potrebbe essere un modo originale per rappresentarvi.

Ancora, il gatto nero rappresentò per alcune culture la morte. Il carro della dea Freya, dea del sole e conduttrice delle Valchirie, si dice sia trainato da due gatti neri. In Germania, è conosciuta come Hel e rappresenta la morte e la distruttività dell’inverno. In quanto conduttori della dea della morte, i gatti neri sono diventati il simbolo stesso della morte. In Germania e in Italia si credeva (e purtroppo alcuni lo credono ancora oggi) che se un gatto nero saltava in braccio o sul letto di un malato, la sua morte fosse imminente.

E’ vero quindi che molte culture in vari momenti della storia abbiano considerato i gatti neri e la loro esistenza come una sciagura, ma è anche vero che molte altre culture li hanno venerati e apprezzati!
Gli Egizi per esempio adoravano i gatti e li trattavano con lo stesso rispetto riservato alle divinità. Consideravano il gatto come una creatura notturna, in grado di muoversi nell’ombra con naturalezza e abilità, e pertanto un essere proveniente dall’aldilà.

In Bretagna e Giappone, a differenza di molti paesi europei e americani, quando un gatto nero attraversa la strada di qualcuno, lo si considera un segno di buon auspicio.
Ancora, una superstizione scozzese vuole che un gatto nero che si ferma presso la propria casa sia un segno di imminente prosperità.

In sintesi, un tattoo con gatto nero può significare molte cose: il rispetto per la natura o la notte, la sensualità e l’eleganze di ogni felino oppure la fortuna. Se ci sentiamo un po’ sfortunati oppure un po’ bistrattati, come lo è stato il gatto nero per troppi secoli e da troppe persone, forse un bel tatuaggio con gatto nero è quel che ci vuole per ricordarci che il nostro valore e la nostra bellezza non dipendono affatto dal giudizio degli altri.

Share:

Seguici su Facebook

Clicca Mi Piace
Chiudi