Tatuaggi con mano Hamsa: cosa significano e idee cui ispirarsi

FOTOGALLERY

Fonte immagini: Pinterest.com e Instagram.com

Viene chiamata mano Hamsa, Mano di Fatima o di Miriam ed è un amuleto antichissimo proveniente dalle religioni ebraica, musulmana e dei cristiani d’oriente. Negli ultimi anni questo simbolo è diventato piuttosto diffuso, prima di procedere a realizzare questo magnifico design sulla propria pelle però, è bene conoscere il vero significato dei tatuaggi con mano Hamsa o mano di Fatima.

Nel caso degli ebrei, questo amuleto è chiamato Mano di Miriam, sorella di Aaronne e Mosé. Le cinque dita (hamesh è la parola che sta per “cinque” in ebraico) rappresentano i 5 libri della Torah, ma anche la quinta lettera dell’alfabeto, “He“, una lettera che a sua volta rappresenta uno dei nomi di Dio.
Un tatuaggio con Mano di Fatima quindi potrebbe simboleggiare la fede ebraica, la fede in Dio o nei precetti comunicati tramite Mosé.

La mano di Fatima però fu anche un simbolo di libertà per molte persone di religione musulmana. Si narra infatti di una donna, Fatima, che pur di essere liberata sacrificò la sua mano destra.
Ancora, la tradizione racconta che Fatima, figlia del profeta Maometto, assistette al ritorno dell’amatissimo marito con una concubina. Colta di sorpresa e stupita di vedere il marito insieme a un’altra donna, Fatima mise per sbaglio la mano nell’acqua bollente, senza però sentirne il dolore perché quello che sentiva al cuore era molto più forte. La storia finì bene, perché il marito di Fatima capì infine quanto lei soffrisse per l’arrivo di una nuova moglie, e vi rinunciò. In questo caso, per i musulmani la mano di Fatima rappresenta l’autocontrollo e la serietà. Per le donne musulmane in particolare, indossare questo amuleto significa avere in dono pazienza, gioia e fortuna.

In termini strettamente popolar-religiosi, un tatuaggio con mano di Fatima rappresenta un amuleto di difesa contro il malocchio e gli influssi negativi in generale.
Quindi, pur non dovendo essere necessariamente appartenenti alla religione islamica, un tatuaggio con mano Hamsa può essere un portafortuna, un amuleto di protezione contro gli avvenimenti negativi della vita.

La mano Hamsa viene spesso disegnata con delle decorazioni all’interno, e a volte con un occhio al centro del palmo. Questo ha a che fare con la protezione dal malocchio e dalla malvagità. Alzare la mano destra mostrando il palmo e con le dita un po’ aperte era una specie di maledizione che serviva a rendere cieco l’aggressore.

Trattandosi di un simbolo/amuleto molto antico, di cui sono state trovate tracce risalenti l’antica Mesopotamia e Cartagine, la mano Hamsa ha una vasta varietà di significati culturali e religiosi che è importantissimo conoscere prima di farsi un tatuaggio con questo design. In linea generale, possiamo dire che il significato condiviso trasversalmente più o meno da tutti, è che la mano di Fatima è un amuleto di protezione, di difesa contro i pericoli e le cose negative.

Qual è il placement più adatto per un tatuaggio con mano di Fatima? La mano Hamsa ha l’aspetto di una mano (la destra generalmente) col palmo rivolto verso lo spettatore, con pollice e mignolo leggermente aperti verso l’esterno. Questo design si adatta bene praticamente a ogni placement del corpo, perché può essere realizzato in moltissimi stili diversi, più o meno complessi. Il placement più gettonato per un tattoo con mano Hamsa è il retro del collo e la schiena, probabilmente grazie alla simmetricità di questo design.

Share: