Tatuaggi con ragni: significato e idee cui ispirarsi

FOTOGALLERY

E’ inutile nascondersi dietro a un dito: i ragni stanno simpatici a pochi eletti. Eppure i tatuaggi con ragni hanno significati molto antichi e misteriosi, che forse potrebbero riscattare la brutta reputazione di questo temutissimo insetto.

Quindi, qual è il significato dei tatuaggi con ragni? Come capita spesso, non c’è un’unica risposta a questa domanda. Il ragno era anticamente un simbolo di mistero, potere e crescita. Non si può inoltre parlare dei ragni senza menzionare l’industriosità con cui costruiscono le loro ragnatele. Un tatuaggio con ragnatela può simboleggiare infatti la consapevolezza che siamo i fautori del nostro destino. Torniamo però al significato di un tatuaggio con ragno. Questo insetto ha per natura 8 zampette e 8 occhi e questa caratteristica fa del ragno un simbolo di infinità.

Un aspetto interessante è il fatto che nonostante sia un insetto di piccole e (apparentemente) fragili dimensioni, il ragno è di fatto un animale molto potente. Basti pensare che i ragni più velenosi e pericolosi sono anche i più piccoli e difficili da individuare! Un tatuaggio con ragno potrebbe quindi simboleggiare un’apparente fragilità, dietro alla quale però si nasconde una grande forza.

Presso i Nativi Americani i ragni erano un simbolo di protezione contro le inondazioni e venivano associati presso alcune tribù alla figura della nonna, in quanto protettrice della saggezza esoterica e insegnante.
Un’altra interpretazione molto interessante viene dall’India. Qui il ragno è associato alla parola “Maya”, che significa “senza forma” e “senza limiti”. E’ un termine che rappresenta la natura illusoria delle apparenze e in questi termini, un tatuaggio con ragni può ricordarci quanto a volte le apparenze possano sembrare ingannevoli.

Il ragno è menzionato anche dalla religione Islamica ed Ebraica. Alcune storie parlano di ragni che hanno aiutato personaggi religiosamente noti costruendo delle tele che li nascondessero dai malvagi. Pur non essendo considerati animali “santi”, i ragni hanno una connotazione positiva in entrambe le fedi.

Da dove proviene quindi questo terrore viscerale che abbiamo dei ragni? Forse questa repulsione dei ragni nasce dall’epoca della peste nera, quando molti credevano che i ragni fossero la rappresentazione del Diavolo, nonché i colpevoli d’aver portato quella terribile piaga sulla Terra. Shelob, il cattivissimo ragno della trilogia del Signore degli Anelli, cavalca proprio questa remota credenza.

 

Se da un lato il ragno rappresenta industriosità e maestria nel creare le proprie tele, è anche vero che con essa il ragno intrappola e uccide le proprie prede. In quest’ottica, un tattoo con ragno può simboleggiare l’incapacità di sfuggire a situazioni, convinzioni o restrizioni. Non a caso i tatuaggi con ragni e ragnatele sono molto comuni anche negli ambienti carcerari.