Che cos'è la lisciva di cenere?

Domanda di: Sig. Carlo Parisi  |  Ultimo aggiornamento: 17 marzo 2023
Valutazione: 4.2/5 (14 voti)

La liscivia è una soluzione basica di idrossido di sodio o di potassio che può essere ottenuta anche attraverso la bollitura della cenere di legno e che si utilizzava prima dell'avvento delle lavatrici per lavare il bucato a mano.

Come si fa la lisciva di cenere?

Dopo avere setacciato bene la cenere, va versata nell'acqua, in un secchio di plastica, in un rapporto di 5 a 1: cinque bicchieri d'acqua per un bicchiere di cenere. A questo punto la cenere deve riposare per circa settimana, e ogni due giorni bisogna agitare il secchio per consentire alla lisciva di addensarsi.

A cosa serve la lisciva di cenere?

La lisciva, una ricetta antichissima e sempre moderna, è ricavata dalla cenere di legna, tradizionalmente utilizzata come detersivo per il bucato, pavimenti e stoviglie. Molto economica, ha un costo di preparazione praticamente irrisorio.

Come si produce la lisciva?

La liscivia è prodotta setacciando della cenere per eliminare grumi o parti parzialmente incombuste. Disposta in una pentola, comunemente usata per questo solo scopo e non di alluminio, la cenere viene mescolata con cinque parti d'acqua (rapporto in volume).

A cosa serve la lisciva?

Questa polvere viene spesso utilizzata per la creazione di saponette naturali fatte in casa ma anche per la pulizia delle superfici domestiche. È infatti igienizzante e sgrassante e si rivela quindi un utile rimedio per la detersione dei pavimenti e delle stoviglie.

Autoproduzione: la LISCIVA di cenere, cos'è, come si produce e a cosa serve 🌻



Trovate 24 domande correlate

Cosa si pulisce con la cenere?

Bisogna organizzarsi così: prendere due ciotole, mettere in una dell'acqua tiepida e nell'altra della cenere di legna setacciata. Quindi inumidire la spugnetta e passarla sulla cenere. E a questo punto sfregare energicamente il vetro rimuovendo lo sporco, sciacquando di tanto in tanto la spugna.

Cosa pulire con lisciva?

Ormai abbandonata, la lisciva o liscivia è un ottimo detergente multiuso per bucato, stoviglie, superfici e pavimenti , una soluzione che può liberare dalla prigionia dei prodotti chimici e ridurre l'impatto ambientale delle nostre pulizie.

Come usare la lisciva in casa?

Lisciva per bucato in lavatrice

Bastano solo 24 grammi (2 cucchiai) da aggiungere nella vaschetta del detersivo della tua lavatrice per lavare i panni in modo ecologico rispettando l'ambiente e risparmiando. Per ottenere un risultato ottimale usala così: A 30° per capi delicati e colorati.

Cosa contiene la lisciva?

La liscivia è una soluzione basica di idrossido di sodio o di potassio che può essere ottenuta anche attraverso la bollitura della cenere di legno e che si utilizzava prima dell'avvento delle lavatrici per lavare il bucato a mano.

Come si usa la cenere nell'orto?

Per sfruttare al meglio le proprietà fertilizzanti della cenere, si può aggiungerla al compost o al sovescio (concime verde) prima dell'interramento, oppure utilizzarla al momento della semina o del trapianti di fiori e ortaggi.

Come utilizzare la cenere della stufa a legna?

La cenere viene utilizzata come fertilizzante nelle coltivazioni biologiche: va applicata spolverizzando il terreno durante la sua preparazione (circa 1 kg ogni metro quadrato di terreno) e va mescolata uniformemente in modo che possa essere sfruttata dalle radici.

Dove si butta la cenere del fuoco?

La risposta è molto semplice: la cenere deve essere conferita nel bidone dell'organico.

Come lavare le lenzuola con la cenere?

Mettere l'indumento in una vaschetta per il bucato

Aggiungere successivamente all'acqua calda un bicchiere di cenere e lasciarci in ammollo l'indumento per il tempo minimo di mezz'ora.

Come pulire il forno con la cenere?

Vi basterà unire in una ciotolina la cenere e il bicarbonato, aggiungere l'acqua poco a poco (e se volete il detersivo per piatti) fino ad ottenere una crema. Scaldate leggermente il forno a 40° e strofinate la crema in ogni angolino con una spugna abrasiva per stoviglie.

Come profumare la lisciva?

Per potenziare e profumare questo detersivo fai da te, una volta diluito con dell'acqua al momento dell'uso, si possono aggiungere degli oli essenziali, che doneranno al detergente ecologico una maggior azione disinfettante e diffonderanno nella casa il loro aroma, dandole un aspetto pulito e fresco.

Come diluire la lisciva?

Lisciva liquida

Per farlo, basta aggiungere circa 50 ml all'acqua di lavaggio. E' molto efficace contro incrostazioni e sporco ostinato. Inoltre, è perfetta anche per lavare i pavimenti. In questo caso è sufficiente aggiungerne un po' nel secchio dell'acqua.

Cosa si può fare con l'acido citrico?

Gli usi più efficaci dell'acido citrico riguardano la pulizia di lavatrici, lavastoviglie e superfici domestiche. Questo composto, infatti, può essere utilizzato come anticalcare fai da te in una soluzione al 15% (150 gr in 1 lt d'acqua).

Perché la cenere disinfetta?

Dalla cenere si può ottenere facilmente la liscivia che è una soluzione alcalina contenente odrossido di potassio o idrossido di sodio. Più che capacità disinfettante la liscivia ha capacità detergente e come tale la si utilizzava prima dell'invenzione del detersivo e del sapone moderno.

A cosa serve la cenere nelle piante?

Poiché la cenere è un ottimo fertilizzante per le piante e per il prato. Spargi la cenere così come è sul prato e poi annaffia abbondantemente. Se coltivi, aggiungi la cenere al sacco di terra e compost che hai acquistato. Il potassio presente nella cenere aiuta a mantenere il compost neutro.

Cosa succede se respiro la cenere?

PROBLEMATICHE LEGATE ALLA CENERE

Essendo polvere finissima è importante che non venga inalata, in quanto potrebbe occludere le vie respiratorie e portare a principi di soffocamento. Inoltre la cenere inspirata irrita le mucose delle vie respiratorie.

Come pulire i vetri con la cenere?

Basterà usare un panno o della carta assorbente, bagnarli con acqua calda e poi “sporcarli” con un po' di cenere: strofinandoli sul vetro da pulire, l'azione sgrassante della cenere permetterà di eliminare gli aloni e rimuovere lo sporco senza rovinare il vetro.

Dove si mette la cacca del cane?

D: Le deiezioni canine dove vanno buttate? R: Le deiezioni dei cani vanno conferite nell'umido.

Cosa contiene la cenere di legna?

La cenere di legna contiene buone quantità di fosforo, potassio, magnesio e calcio che rilascia al terreno quando viene sparsa sullo stesso. Il ciclo inizia con l'albero che assorbe le sostanze nutritive dal terreno, dall'acqua e dall'aria e li accumula nel legno.

Qual è la differenza tra umido e organico?

L'umido è il rifiuto organico costituito da scarti alimentari e altri rifiuti facilmente biodegradabili.

Articolo precedente
Che colore è il nome Giulia?