Come comunicare all'INPS lo spostamento?

Domanda di: Walter Greco  |  Ultimo aggiornamento: 17 marzo 2023
Valutazione: 4.1/5 (59 voti)

– inviando un'email alla casella [email protected]; – inviando specifica comunicazione al numero di fax sede territoriale di riferimento; – rivolgendosi al Contact center 803164 dal telefono fisso e 06164164 da cellulare a pagamento.

Come comunicare all'INPS cambio reperibilità?

Per il dipendente del pubblico impiego la modifica dell'indirizzo di reperibilità dele essere comunicata direttamente all'INPS o contattando il contact center (al numero 803164) , comunicandolo via fax o posta raccomandata qualche giorno prima del cambio oppure inviando una mail alla sede INPS di competenza.

Come comunicare il cambio di domicilio all'INPS?

Malattia: come comunicare all'Inps il nuovo domicilio? Dunque, il nuovo domicilio in malattia va comunicato, sicuramente, all'Inps. È possibile farlo: tramite il call center dell'Istituto al numero verde gratuito 803164 (06164164 da cellulare secondo il proprio piano tariffario).

Come comunicare all'INPS assenza per visita?

Nel comunicare all'Inps e alla propria azienda tale necessità, il dipendente dovrà presentare la documentazione medica attestante il suo stato di salute, il motivo dell'assenza dal domicilio, giorni e orari in cui la fisioterapia potrà coincidere con un'eventuale visita.

Quando viene il controllo INPS e non ti trova?

Se il medico fiscale non ti trova a casa durante gli orari di reperibilità, incorrerai in una sanzione per assenza ingiustificata. La sanzione consiste nella decurtazione di una parte dello stipendio, pari al: 100% della retribuzione per i primi 10 giorni di malattia. 50% dall'undicesimo giorno di malattia in poi.

COMUNICARE CON INPS



Trovate 15 domande correlate

Quante volte suona il medico fiscale?

Il postino suona sempre due volte, il medico fiscale no: la visita fiscale, difatti, può avvenire una sola volta nell'arco dell'intera malattia per i dipendenti pubblici [Art.

Cosa succede se non si è in casa alla visita fiscale?

Se il lavoratore è assente ingiustificato alla prima visita fiscale perde qualsiasi trattamento economico per i primi dieci giorni di malattia. Se è assente anche alla seconda visita fiscale, oltre alla precedente sanzione si riduce del 50% il trattamento economico per il periodo di malattia rimasto.

Come si giustifica l'assenza per visita specialistica?

“Nel caso in cui l'assenza per malattia abbia luogo per l'espletamento di visite, terapie, prestazioni specialistiche od esami diagnostici l'assenza è giustificata mediante la presentazione di attestazione rilasciata dal medico o dalla struttura, anche privati, che hanno svolto la visita o la prestazione”.

Come giustificare un'assenza per visita medica?

Come per la malattia ordinaria, per giustificare l'assenza è necessario presentare l'apposita documentazione. Spetta alla struttura o al centro medico nel quale è stata effettuata la terapia, quindi, trasmettere telematicamente all'Inps la certificazione relativa.

Quando si è in malattia si può andare dal medico?

Difatti l'assenza alla fisica fiscale può essere consentita non solo in caso di ricovero ospedaliero ma anche da un «giustificato motivo». Nel concetto di giustificato motivo viene inclusa la necessità di espletare visite e accertamenti specialistici.

Come si fa a cambiare il domicilio?

Per il cambio di domicilio basta solo presentare una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, cioè un'autocertificazione firmata, in cui il soggetto dichiara di aver eletto il suo domicilio in un determinato luogo.

Quando l'INPS manda la visita fiscale?

L'INPS, per esempio, può decidere di mandare a casa del lavoratore un medico fiscale in caso di assenze prolungate o molto ravvicinate tra loro, in modo da conoscere le reali condizioni di salute del dipendente. Ma può essere anche il datore di lavoro, sia esso pubblico o privato, a richiedere la visita fiscale.

Come comunicare all'INPS assenza per fisioterapia?

Nel comunicare all'Inps e alla propria azienda tale necessità, il dipendente dovrà presentare la documentazione medica attestante il suo stato di salute, il motivo dell'assenza dal domicilio, giorni e orari in cui la fisioterapia potrà coincidere con un'eventuale visita fiscale.

Cosa succede se non rispondi alla reperibilita?

Il dipendente in pronta disponibilità ha l'obbligo di raggiungere il luogo di lavoro nel minor tempo possibile. Il dipendente che non risponde alla chiamata di reperibilità e non si presenta sul luogo di lavoro può essere sottoposto a procedimento disciplinare.

Come comunicare Inps uscita per visita medica?

– inviando un'email alla casella [email protected]; – inviando specifica comunicazione al numero di fax sede territoriale di riferimento; – rivolgendosi al Contact center 803164 dal telefono fisso e 06164164 da cellulare a pagamento.

Come scrivere comunicazione di assenza?

La formula da usare può essere "il/la proprio/a figlio/a è stato/a assente da scuola dal___ al ___ per motivi di salute" (o per motivi familiari). Congedo.

Quali sono considerate visite specialistiche?

Tra queste prestazioni rientrano alcune visite di uso comune, come ad esempio la Visita Ortopedica, la Visita Oculistica e la Visita Dermatologica. Molte regioni pubblicano questi dati per ogni struttura sanitaria. Scopri su doveecomemicuro.it dove puoi fare la visita specialistica che ti interessa nel minor tempo.

Quanti giorni di preavviso per un permesso?

Per la fruizione di detti permessi i dipendenti sono tenuti ad avvisare il proprio Responsabile con 3 giorni di preavviso. Nei casi di particolare e comprovata urgenza o necessità la domanda può essere presentata anche nelle 24 ore precedenti la fruizione e comunque non oltre l'inizio dell'orario di lavoro.

Quanti giorni di visita specialistica si possono prendere?

L'art. 23 CNL Giornalistico: tale articolo prevede la possibilità di fruire di 5 giorni di permessi straordinari lavorativi ( e quindi anche nel caso di visite specialistiche).

Quali malattie sono esenti da visita fiscale?

L'esonero dalla reperibilità delle visite fiscali riguarda i seguenti casi:
  • i lavoratori subordinati dipendenti dai datori di lavoro privati patologie gravi che richiedono terapie salvavita;
  • stati patologici connessi alla situazione di invalidità riconosciuta pari o superiore al 67%;

Quando passa il medico fiscale lascia un avviso?

Se il lavoratore risulta assente al momento del controllo, il medico lascia un avviso che invita a presentarsi il giorno successivo, non festivo, in ambulatorio. La comunicata assenza viene fatta d'ufficio sia all'INPS che al datore di lavoro.

Cosa succede se sono in malattia ed esco?

Licenziato il lavoratore assente alle visite fiscali anche se poi si scopre che era davvero malato. Il lavoratore che esce durante la malattia ed è quindi assente alla visita fiscale del medico Inps può subire una sanzione disciplinare.

Quanto costa al datore di lavoro la visita fiscale?

Per pagare, basta inserire il codice destinatario o in alternativa la PEC dell'azienda per addebitare i costi della visita, da indicare poi sul modello F24 previa comunicazione INPS. La visita fiscale costa dai 28 euro ai 52 euro.

Quante volte può venire il controllo INPS?

Non c'è un limite, l'azienda può fare plurime richieste di visite di controllo. Il datore di lavoro deve fare richiesta in via telematica all'INPS affinché proceda con una visita di controllo presso l'indirizzo di reperibilità indicato dal dipendente.

Quante volte può tornare la visita fiscale?

Il medico può mandarlo il tuo datore di lavoro, oppure direttamente l'INPS. L'azienda può mandare la visita fiscale quante volte vuole, non ci sono limiti. Quindi se il medico viene una volta, teoricamente potrebbe anche venire domani.

Articolo precedente
Quanto costa una giornata in gommone?
Articolo successivo
Come si fa a stampare un documento?