Come si chiama la parte del tetto?

Domanda di: Ing. Sebastian Palumbo  |  Ultimo aggiornamento: 17 marzo 2023
Valutazione: 4.5/5 (70 voti)

La parte del tetto che sporge dal muro esterno di un edificio. Linea di g.

Come si chiamano le parti di un tetto?

Tecnica della costruzione. - In un tetto si distinguono queste diverse parti: le falde o piani di copertura; la linea di compluvio, intersezione di due falde ad angoli rientranti; la linea di displuvio, intersezione di due falde ad angoli sporgenti.

Come si chiamano le falde del tetto?

Cosa sono le falde? Le falde, o spioventi, rappresentano le “facce” inclinate che compongono il tuo tetto e possono avere diverse geometrie e forme: Tetto a “capanna”

Come si chiama la parte più bassa del tetto?

– falda: superficie di copertura inclinata con pendenza variabile in relazione alle necessità del luogo e dell'edificio. La falda è delimitata al bordo dalla linea di bordo mentre sulla parte inferiore si trova la linea di gronda.

Come si chiama la copertura di una casa?

Dal punto di vista architettonico, il tetto definisce la parte superiore di un edificio, quella che è a diretto contatto con l'esterno. Da una parte è chiamato a difendere la struttura dagli agenti atmosferici, dall'altra a proteggere dall'umidità e impedire la dispersione del calore.

COME SI RIPARTISCONO LE SPESE DEL TETTO?



Trovate 39 domande correlate

Come si chiama la parte alta del tetto?

La parte del tetto che sporge dal muro esterno di un edificio. Linea di g. Linea (orizzontale o inclinata a seconda dell'andamento della copertura a cui appartiene) costituita dal ciglio esterno della g.

Come si chiamano i tetti?

tetti a leggìo: in cui l'acqua piovana defluisce lungo una sola superficie. tetti a capanna: in cui le falde convergono lungo la linea di colmo del tetto. tetti a padiglione: in cui l'acqua piovana defluisce su tutti i lati del tetto.

Come si chiamano le travi di un tetto?

Travicelli (o correntini), elementi disposti orizzontalmente sui falsi puntoni. Listelli, impiegati per il fissaggio dei componenti del manto di copertura.

Come si chiamano le parti di un tetto in legno?

Il tetto in legno è costituito da tre elementi principali: le capriate; la grossa orditura; la piccola orditura.

Come si chiama l'apertura sul tetto?

Cos'è un lucernario

Il lucernario è un'apertura che viene eseguita sul tetto di una casa per poter illuminare gli ambienti che si trovano subito sotto, quindi un sottotetto, una soffitta, una mansarda.

Che cos'è lo sporto del tetto?

Lo sporto di gronda è la misura dell'ala del tetto e definisce quanto la gronda sporga dal filo del muro. L'altezza di gronda misura l'altezza di un edificio dal suolo alla linea di gronda. Il canale, solitamente in metallo, che permette lo scarico ordinato delle acque raccolte dalla gronda è la grondaia.

Quali sono le linee e gli elementi di un tetto a falde?

Generalmente il tetto a falde piane è caratterizzato da questi elementi: la linea di colmo – indica l'intersezione di massima quota tra due falde inclinate; la linea di gronda – indica l'intersezione di minima quota tra le falde inclinate con uno stesso piano orizzontale, detto piano d'imposta del tetto; la linea di ...

Come si chiamano i mattoni del tetto?

Il coppo viene utilizzato tradizionalmente in due diverse disposizioni del manto di copertura: quella sopra descritta che prevede file parallele alterne, concave e convesse, di coppi, che è diffusa sia nell'Italia settentrionale, che in quella meridionale e che a volte prende la definizione di "alla diavola".

Come è fatta una copertura?

La copertura è formata essenzialmente da uno strato con scopo di protezione, detto manto, eventuali elementi di isolamento termico o acustico e da un sistema portante (norma UNI 8089 – Copertura e relativi elementi funzionali).

Come si chiama il giardino sul tetto?

Il giardino realizzato sul tetto è un giardino vero e proprio, detto "pensile", come i famosi antichi giardini di Babilonia, che si dice fossero meravigliosi. Anche un tetto verde può essere meraviglioso e non solo esteticamente: riqualifica l'ambiente e accresce il valore economico di un'abitazione.

Cosa sono i manti di copertura?

Con il termine "manto di copertura" si intende l'elemento di tenuta ossia lo strato più esterno della copertura, impermeabile e resistente alle sollecitazioni chimiche, fisiche e meccaniche. I manti di copertura posso essere di due tipi: continui e discontinui.

Cosa sono le perline del tetto?

Le perline sono tavole di legno piallato e con incastri sui lati denominati maschio e femmina, che possono venire utilizzate per vari scopi, specie in campo edilizio nel rivestimento di pareti e soffitti dove si parla infatti di "perlinato".

Cosa sono le Terzere?

Generalità La terzera, trave mezzana di sostegno della struttura principale dei tetti a falde, ha il compito di portare l'ordito dei correnti e di determinare la pendenza del tetto.

Come si chiama la sporgenza del tetto rispetto ai muri perimetrali?

[grón-da] s.f.

Dove poggia il tetto in legno?

La capriata, oppure incavallatura, è un elemento architettonico, tradizionalmente realizzato con il legno, formato da una travatura reticolare piana posta in verticale ed usata come elemento base di una copertura a falde inclinate.

Dove poggiano le travi?

Le travi poggiano direttamente sui muri, mentre i travicelli poggiano sulle travi e quindi risultano ruotati di 90° rispetto alle travi sottostanti. Sui travicelli, infine, poggiano pianelle o tavolato in legno che sostengono normalmente una soletta in calcestruzzo armato strutturale.

Cosa sono le mezzane?

Le mezzane sono manufatti storici del cotto fatto a mano, soprattutto usato per il rivestimento di pavimenti, sottotetti e solai. ECCELSA QUALITA' e BELLEZZA caratterizzano le nostre mezzane.

Quali sono gli strati che costituiscono un tetto piano?

Un tetto è sempre formato da due parti principali: La struttura portante – Avente funzione di sostenere il peso del superiore manto impermeabile, della pioggia, della neve e del vento. Il manto impermeabile – Ovvero lo strato di tenuta all'acqua.

Qual è il colmo del tetto?

Il colmo è l'elemento più alto del tetto: dove si uniscono le falde e da dove scivola l'acqua piovana.

Cos'è la linda del tetto?

Dicesi tecnicamente “linda”, quella parte del tetto che sporge dalla facciata dell'edificio e che serve per riparare quest'ultima dalla pioggia e dalle intemperie, evitando gli sgradevoli dilavamenti che si verificano quando le case vengono invece costruite come oggi, senza tale utile accorgimento, perché va di moda ...