Quali sono i pavimenti più moderni?

Domanda di: Dr. Akira Ferrara  |  Ultimo aggiornamento: 17 marzo 2023
Valutazione: 4.1/5 (5 voti)

Tra i più gettonati materiali di rivestimento moderni troviamo il gres porcellanato e la ceramica: il successo di questi materiali risiede nella loro capacità di coniugare estetica e praticità, resistenza e versatilità stilistica. Entrambi, infatti, offrono un'ampia gamma di effetti, finiture e colorazioni.

Quali sono i pavimenti del momento?

I pavimenti moderni 2022 sono perfetti per spazi dallo stile minimal chic. I più amati sono quelli realizzati in resina e con piastrelle in grès porcellanato effetto legno. Il formato preferito è quello grande e il pavimento viene applicato omogeneo in tutta la casa, così da dare l'impressione di spazi molto ampi.

Quale pavimento scegliere per una casa moderna?

I pavimenti perfetti per le case moderne sono quelli in resina o in piastrelle in gres di grande formato, in colori neutri come beige, sabbia o grigio antracite. Quali sono i pavimenti più belli? I pavimenti universalmente riconosciuti come più belli sono quelli in gres porcellanato e in ceramica.

Qual è il miglior pavimento da mettere in casa?

Il nostro consiglio è di optare per pavimenti chiari, al massimo grigi, scegliendo sempre delle tonalità fredde e magari dall'effetto usurato. I materiali su cui puntare sono piastrelle in ceramica, gres porcellanato, marmo e cotto.

In quale pavimento si vede meno lo sporco?

Le superfici in pietra naturale, arenaria, limestone, granito, marmo non lucido, presentano una porosità superficiale che trattiene lo sporco anche del solo pedonamento.

gres porcellanato, quello che dovresti sapere prima di acquistarlo



Trovate 17 domande correlate

Quali sono i pavimenti senza fughe?

Tra i pavimenti moderni senza fughe, quelli in gres porcellanato sono tra i più apprezzati perché è possibile scegliere tra una molteplicità di effetti. Il gres, infatti, replica fedelmente l'aspetto di numerosi materiali, tra cui il legno, il marmo, la pietra e il cemento.

Che pavimento in cucina?

Il materiale più in voga per quanto riguarda i pavimenti per la cucina è sicuramente il gres porcellanato: non solo perché è resistente e facile da pulire, ma anche perché può riprodurre i principali effetti più richiesti (legno, cotto, pietra e marmo). La posa del pavimento in gres, insomma, ha solo vantaggi.

Qual è il pavimento più costoso?

Il più caro in assoluto è la resina, ma se la gioca bene con il parquet il cui costo al metro quadro, chiaramente, varia in base alla qualità del legno. Per la resina dobbiamo considerare una spesa di circa 120€ per metro quadrato, compresa la posa, mentre per il parquet il range è 90-110€.

Quali sono i pavimenti più facili da pulire?

I pavimenti che si puliscono più facilmente sono quelli privi di discontinuità che presentano una superficie liscia e levigata (anche in opera), come marmo, cotto e parquet, da sempre utilizzati in ogni tipologia di ambiente e ad oggi presenti sul mercato anche a prezzi molto accessibili.

Come capire se un pavimento è di prima scelta?

Se avete ordinato piastrelle di prima scelta controllate che sia stampigliata sulla scatola la lettera "I". Nel caso il prodotto non abbia i requisiti previsti o non sia quello scelto, non si deve assolutamente posare il materiale ma chiederne la sostituzione a chi ve l'ha venduto.

Qual è il miglior gres porcellanato?

Quali sono le migliori marche e le recensioni? Tra le migliori marche di piastrelle si annovera: Ideal standard, Marazzi, Florim, Rex, Ragno, Floor gres, Mirage, Cerim, Bisazza, FAP, Lea Ceramiche, Sicis, Casa dolce casa, Casamood, Herberia, Coem, Rondine.

Qual è il pavimento più resistente?

Tra i pavimenti più resistenti per interni troviamo:
  • gres porcellanato.
  • resina.
  • cemento spatolato.
  • microcemento.
  • pvc in rotoli.
  • gomma in rotoli.

Come scegliere il colore del pavimento di casa?

Sarà sufficiente armonizzare il colore delle pareti scegliendo il tortora se il pavimento scuro ha delle venature o delle sfumature che tendono al beige oppure toni più carichi di rosso se abbiamo scelto un pavimento in noce ed infine il grigio chiaro se avete scelto un gres si ispira al cemento.

Cosa mettere tra due pavimenti diversi?

Per prima cosa, per unire due pavimenti diversi bisogna creare una fascia di congiunzione, un elemento di raccordo. Tale elemento serve a sancire la fine di una tipologia di pavimento e l'inizio dell'altra tipologia.

Quali sono i pavimenti caldi?

Si definiscono pavimenti caldi: i parquet, i laminati, i PVC, i linoleum, le moquette, le gomme. In contrapposizione con i pavimenti cosiddetti “duri” come le pietre e i marmi. I pavimenti resilienti sono: i PVC (sia in rotoli che in doghe come gli LVT di nuova generazione), il linoleum, la gomma.

Come va posato il gres porcellanato?

La posa del gres porcellanato può essere fatta sia su un pavimento preesistente che su sottofondi cementizi. In alcuni casi potrebbe essere necessario stendere uno strato di primer prima dell'applicazione del collante, in quanto è molto importante che la superficie sia liscia e priva di screpolatura.

Perché il gres porcellanato si macchia?

il problema potrebbe dipendere dalla presenza di residui della posa o della levigatura. Questi residui, invisibili all'occhio, formano uno strato di sporco sulla superficie che reagiscono formando macchie e aloni quando entrano in contatto con sostanze liquide o acide.

Cosa vuol dire gres porcellanato Lappato?

Il gres porcellanato lappato è un trattamento del gres porcellanato che ne evidenzia l'aspetto estetico. La lappatura rende infatti la superficie della piastrella perfettamente liscia e senza alcun tipo di rugosità.

Quanto costa fare un pavimento di 100 mq?

Quanto costa rifare un pavimento di 100 metri quadri? Il costo dipende dal tipo di lavoro e dal tipo di materiale scelto, in media ammonta a circa 4000-5000 euro esclusa IVA. Quanto tempo occorre per rifare un pavimento?

Che cucina abbinare ad un pavimento bianco?

Abbinamento di colori tra cucina e pavimento bianco

Puoi persino osare a cuor leggero la cucina scura sul pavimento chiaro. Se ti piace l'idea di una cucina nera o antracite, il pavimento bianco offre infatti il contrasto perfetto per illuminare la stanza e alleggerire l'impatto del colore scuro.

Che pavimento abbinare con cucina bianca?

Una cucina bianca è perfetta da abbinare ad un pavimento di totalità sia scure che chiare, come il beige. Le possibilità stilistiche sono pressoché infinite!

Cosa mettere dietro la cucina al posto delle piastrelle?

Cosa mettere in cucina al posto delle piastrelle? La pietra acrilica! Rivestimenti come legno, marmo e pietra, per quanto di impareggiabile fascino, sono troppo porosi per essere considerati adatti a coprire la parete dietro la cucina.

Articolo precedente
Quanto vale il coding?
Articolo successivo
Quanto costa una piega da Solidani?