Calendario vaccinale per bambini!

Quante sono le vaccinazioni obbligatorie 0 16 anni attualmente in Italia?

Domanda di: Ausonio Rossi  |  Ultimo aggiornamento: 17 marzo 2023
Valutazione: 4.7/5 (45 voti)

Dieci vaccinazioni obbligatorie da zero a 16 anni.

Quali sono le 12 vaccinazioni obbligatorie in Italia?

In Italia dal 2017 sono obbligatorie per tutti i nuovi nati dieci vaccinazioni: anti-poliomielitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-epatite B, anti-pertosse, anti-Haemophilus influenzae B, anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite e anti-varicella.

Quante sono le vaccinazioni obbligatorie 0 16 anni offerte gratuitamente?

In Italia, per la popolazione di età compresa tra 0 e 16 anni è prevista la somministrazione obbligatoria di 10 vaccini, gratuiti e offerti dal Servizio Sanitario Nazionale.

Quanti vaccini bambini Italia?

I vaccini nei neonati sono in totale 9: l'anti difterite, l'anti tetano, l'anti pertosse, l'anti poliomielite, l'anti epatite B, l'anti Haemophilus influenzae di tipo B, l'anti pneumococco coniugato, l'anti meningococco B e l'anti rotavirus.

Quanti vaccini si fanno ai bambini?

Vengono somministrate cinque dosi di DTaP. La prima dose viene somministrata all'età di 2 mesi, la seconda a 4 mesi, la terza a 6 mesi, la quarta a 15-18 mesi e la quinta a 4-6 anni. Il DTaP è seguito da una dose di richiamo per tetano, difterite e pertosse (Tdap) Esiste anche un vaccino combinato che aggiunge...

Trovate 27 domande correlate

Quali sono le vaccinazioni obbligatorie?

Ma quali sono i vaccini obbligatori per i bambini? Le vaccinazioni che proteggono da difterite, tetano, poliomielite ed epatite B sono obbligatorie da molti anni, mentre quelle contro pertosse, haemophilus influenzae di tipo b, morbillo, parotite, rosolia e varicella lo sono diventate a partire dal 2017.

Quali sono le vaccinazioni obbligatorie in Italia e quelle raccomandate?

Obbligatorie: prima dose difterite, tetano, pertosse, poliomielite, epatite B, Haemophilus influenzae di tipo B (esavalente). Raccomandate: prima dose meningococco B; prima dose pneumococco.

Cosa succede se non si vaccinano i figli?

La mancata somministrazione dei vaccini obbligatori preclude l'iscrizione agli asili nido e alle scuole materne. Per il mancato rispetto dell'obbligo da parte di bambini e ragazzi più grandi, invece, è prevista una multa da 100 a 500 euro.

Quali vaccini tre dosi?

Il vaccino esavalente (DTPa/IPV/Ep B/Hib) protegge contro la difterite, il tetano, la pertosse, la polio, l'epatite B e le infezioni da Haemophilus influenzae tipo b e viene somministrato in tre dosi (al terzo, al quinto e al dodicesimo mese).

Quali sono le vaccinazioni obbligatorie per andare a scuola?

Sono obbligatorie: la vaccinazione anti-poliomielitica; la vaccinazione anti-difterica; la vaccinazione anti-tetanica; la vaccinazione anti-epatite B; la vaccinazione anti-pertosse; la vaccinazione anti-Haemophilus Influenzae tipo b (Emofilo tipo b).

Quali sono i richiami dei vaccini?

Adolescenti
  • Anti-difterica: richiamo (obbligatoria per i nati dal 2001)
  • Anti-poliomielite: richiamo (obbligatoria per i nati dal 2001)
  • Anti-tetanica: richiamo (obbligatoria per i nati dal 2001)
  • Anti-pertosse: richiamo (obbligatoria per i nati dal 2001)

Quale di queste vaccinazioni in Italia è obbligatoria?

Primo anno di vita

al terzo e al quinto mese di vita si procede con la somministrazione obbligatoria del vaccino esavalente (difterite, tetano, pertosse, poliomielite, Haemophilus influenzae di tipo B, epatite B).

Quali sono i vaccini obbligatori per gli adulti?

Nel corso dell'età adulta è opportuna la somministrazione periodica (ogni 10 anni) della vaccinazione difterite-tetano-pertosse con dosaggio per adulto, che deve essere offerta in modo attivo, trovando anche le occasioni opportune per tale offerta (es.

Quante vaccinazioni servono per entrare in Italia?

INGRESSO/RIENTRO in Italia

A partire dal 1º giugno in Italia le restrizioni di viaggio contro la COVID-19 sono revocate. Non è più necessario fornire prove di vaccinazione, recupero dalla COVID-19 o risultati negativi dei test.

Chi non fa il vaccino non va a scuola?

La norma attuale prevede che se il certificato di vaccinazione non viene presentato, i bambini sono comunque ammessi alla scuola dell'obbligo e agli esami. Le regole che permettono di essere ammessi a scuola senza certificato di vaccinazione entrarono in vigore dopo cinque anni di dibattiti e sanatorie.

Chi non fa il vaccino può andare a scuola?

Da 0 a sei anni, in assenza dei vaccini, i bambini non potranno accedere ad asili nido e scuole materne. Dai 6 ai 16 anni, si dovrà presentare alla scuola il certificato di vaccinazione , altrimenti il dirigente scolastico farà una segnalazione all'Azienda USL competente che contatterà la famiglia.

Chi non ha il vaccino non va a scuola?

Non costituisce reato non far vaccinare la figlia con le inoculazioni obbligatorie per frequentare la scuola, bensì accompagnarla e farle presenziare le lezioni, in violazione del diniego di accesso stabilito con provvedimento del Dirigente Scolastico.

Che cos'è il vaccino trivalente?

Cos'è il vaccino trivalente? Brevettato nel 1971, e ottenuto dalla combinazione dei vaccini studiati per combattere morbillo, parotite e rosolia, il vaccino trivalente MPR contiene, nello specifico, virus vivi attenuati di queste tre patologie. Il vaccino MPR è obbligatorio, e lo si impiega in contesto pediatrico.

Da quando è obbligatorio vaccino meningococco?

Con il decreto legge in materia di prevenzione vaccinale per i minori da zero a 16 anni, approvato il 28/07/2017 il vaccino contro la meningite (vaccino anti-Haemophilus Influenzae tipo b) è divenuto obbligatorio per i nati a partire dal 2001.

Quali vaccini si fanno a 6 anni?

A 5-6 anni di età è prevista la somministrazione della 2° dose dei vaccini contro morbillo, parotite, rosolia, varicella, che possono essere somministrati mediante vaccino combinato quadrivalente MPRV oppure vaccino trivalente MPR e monovalente varicella, quest'ultimo in diversa sede anatomica.

Quale vaccino si fa a 11 anni?

Vaccinazioni anti-morbillo-parotite-rosolia e anti-varicella
  • 2 dosi nei soggetti anamesticamente negativi per morbillo, parotite rosolia, varicella, non immunizzati in precedenza (solo 1 dose se soggetti vaccinati in precedenza con 1 dose)
  • Obbligatorie (fino al 16° anno)
  • Gratuite.

Quanti vaccini nel primo anno di vita?

Nel primo anno di vita tutti i bambini dovrebbero essere vaccinati nei confronti di otto malattie importanti: poliomielite, difterite, tetano, pertosse, epatite B, meningiti e altre infezione da emofilo, pneumococco e meningococco B.

Quante volte si fa il vaccino pneumococco?

La vaccinazione anti-pneumococco prevede due dosi: una prima dose di vaccino coniugato e una seconda di vaccino polisaccaridico a distanza di almeno 2 mesi, stando attenti a non invertire l'ordine delle due vaccinazioni. Per approfondire: Piano nazionale prevenzione vaccinale 2017-2019.