Come curare la cattiva circolazione e le gambe gonfie

A cosa è dovuta la cattiva circolazione?

Domanda di: Dott. Shaira D'angelo  |  Ultimo aggiornamento: 17 marzo 2023
Valutazione: 4.5/5 (46 voti)

L'aterosclerosi, che si manifesta con la presenza di placche nei vasi sanguigni – soprattutto nelle arterie – è una delle cause più comuni di cattiva circolazione: questo accumulo restringe e indurisce le arterie, limitando il flusso sanguigno.

Come capire se il sangue non circola bene?

È bene conoscere e valutare in maniera ponderata tutti i sintomi di una cattiva circolazione sanguigna così da adottare le giuste contromisure.
  1. Controllare lo stato di gambe e piedi. ...
  2. Avere sempre mani e piedi freddi. ...
  3. Frequente dolore al petto. ...
  4. Presenza di vene varicose. ...
  5. Capelli sfibrati e unghie cadenti. ...
  6. Digestione alterata.

Cosa fare per avere una buona circolazione?

Come riattivare il microcircolo per stare bene
  1. sollevare le gambe per alleviare la pressione dalle vene e favorire il drenaggio;
  2. liberarsi dallo stress con meditazione e yoga;
  3. indossare calze a compressione graduata;
  4. correzione dello stile di vita;
  5. stretching quotidiano;
  6. bere tanta acqua.

Come si curano i problemi circolatori?

Per contrastare i problemi di circolazione è fondamentale seguire una dieta ben dimensionata e ricca di nutrienti. Grazie ad importanti composti come Vitamina C, E ed altri antiossidanti, possiamo incentivare la nostra circolazione riacquisendo al contempo le energie perdute.

Quali vitamine per la circolazione?

Vitamina C, Vitamina E, Coenzima Q10, Selenio, Procianidine, Resveratrolo, Licopene, Beta-Carotene, Glutatione e Polifenoli sono solo alcuni dei numerosissimi antiossidanti forniti da una dieta equilibrata.

Trovate 30 domande correlate

Chi è il medico che cura la circolazione?

L'Angiologo è lo specialista medico in Angiologia che, dopo una anamnesi mediante esami specialistici, è in grado di controllare attraverso terapie specifiche, le patologie del sistema circolatorio.

Quali sono i sintomi di una cattiva circolazione alle gambe?

I sintomi generalmente sono:
  • senso di pesantezza agli arti inferiori;
  • modico gonfiore, soprattutto dopo aver mantenuto la stazione eretta a lungo;
  • comparsa di ectasie venose, quali le dilatazioni delle vene superficiali fino a una vera e propria patologia varicosa.

Quali sono i migliori integratori per il microcircolo?

Classifica dei migliori integratori per la microcircolazione:
  • ArmoLipid Plus – Miglior integratore per la microcircolazione.
  • Red Oil.
  • Dùlac Ginkgo Biloba – Integratore per migliorare la microcircolazione.
  • I pocket drink di ESI Erbaven – Integratori per il microcircolo.
  • Biosline Principium Complesso B Forte.
  • Goovi, Give Me.

Quando andare da un angiologo?

La visita angiologica viene prescritta quando è necessario diagnosticare e curare una patologia già manifesta o per prevenire eventuali complicazioni riguardanti la circolazione arteriosa e venosa (aneurisma, embolia, aterosclerosi, trombosi, dissecazione dell'aorta).

Come ossigenare le gambe?

Se passi molte ore seduto nella stessa posizione fai almeno una pausa ogni ora alzandoti in piedi, anche per pochi minuti, e nel tempo libero cerca di fare attività motoria: la bicicletta, lo yoga o il nuoto sono attività perfette per ossigenare il sangue, oltre che per rafforzare il cuore e mantenere sotto controllo ...

Chi cura la circolazione delle gambe?

Le condizioni di salute del sistema circolatorio e del normale funzionamento della circolazione arteriosa e venosa sono affidate al monitoraggio del professionista del campo, l' angiologo.

Come si fa la prima visita angiologica?

La visita inizia con la palpazione della zona interessata per poi passare ad un controllo approfondito delle regioni venose e arteriose che potrebbero essere danneggiate.

Come si chiama la visita alle gambe?

La visita alle gambe fa parte della visita angiologica, effettuata dallo specialista per esplorare la circolazione periferica nei vari distretti.

Cosa mangiare per migliorare la circolazione del sangue?

Tra i cibi ricchi di polifenoli ritroviamo: frutti rossi, come lamponi e fragole, o frutti di bosco in generale, gli agrumi, ribes nero, mirtilli, carciofi, cipolla rossa e verdure a foglia verde. Il sedano ricco in potassio che abbassa i livelli di pressione sanguigna.

Quale vitamina per le gambe?

L'altro potente alleato delle gambe, che non a caso agisce in perfetta sinergia con i bioflavonoidi, è la vitamina C.

Come massaggiare le gambe per la circolazione?

Il massaggiatore pone le mani in senso perpendicolare rispetto alla gamba e usa una direzione prima centrifuga e poi verso il centro. L'obiettivo è sempre stimolare la circolazione linfatica e riequilibrarla, agendo con interventi che vanno prima a svuotare e poi a riempire i vasi linfatici.

Perché viene l'insufficienza venosa?

Quali sono le cause dell'insufficienza venosa cronica? L'insufficienza venosa cronica organica può essere causata da una dilatazione delle pareti delle vene (varici) che a sua volta può derivare da varie cause come gravidanze, sovrappeso, ritenzione idrica e altre ancora.

Come capire se si ha insufficienza venosa?

L'Insufficienza Venosa Cronica si manifesta attraverso sintomi a carico degli arti inferiori che vanno dal semplice gonfiore fino ad alterazioni più severe: pesantezza delle gambe, formicolii, prurito, bruciori, dolori e crampi notturni, capillari in evidenza, alterazioni cutanee, vene varicose, ulcerazioni.

Cosa sono i disturbi circolatori?

I problemi circolatori fanno riferimento ai disturbi riguardanti il sistema vascolare e i relativi vasi che lo costituiscono: arterie, vene e capillari. Possono presentarsi problemi sistemici (che riguardano l'intero organismo) o problemi localizzati solo in alcuni distretti del corpo.

Chi soffre di circolazione?

Cos'è l'insufficienza venosa

La sua manifestazione è favorita dalla presenza di alcuni fattori predisponenti, come l' ereditarietà , l' eccesso di peso , uno stile di vita sedentario , la cattiva alimentazione , il tipo di attività lavorativa , squilibri ormonali e particolari condizioni fisiche come la gravidanza .

Chi fa l'ecodoppler alle gambe?

Il medico ecografista specializzato applica un gel sulla pelle del paziente, in corrispondenza dei vasi sanguigni da monitorare. Tale gel permette alla sonda che produce gli ultrasuoni e che trasmette le immagini al monitor del medico di scorrere in maniera fluida.

Come funziona la visita dall angiologo?

La visita consiste nel raccogliere l'anamnesi, cioè la storia clinica del paziente, col duplice intento di individuare la presenza di fattori di rischio (ipertensione, colesterolo, fumo, familiarità, diabete, ecc) in grado di determinare un danno vascolare ed evidenziare la presenza di sintomi caratteristici di ...

Quale medico cura l'insufficienza venosa?

La diagnosi di insufficienza venosa/linfatica cronica deve essere effettuata da uno specialista angiologo o chirurgo vascolare, soprattutto nel caso che le norme comportamentali non aiutino a migliorare i disturbi e ridurre il gonfiore alle gambe per poter attuare una adeguata terapia.

Quando andare dal chirurgo vascolare?

La visita chirurgica vascolare è utile ai pazienti cui è già stata diagnosticata una patologia vascolare la cui unica soluzione è l'intervento chirurgico (ad esempio restringimenti, dilatazioni o deterioramenti causati da arteriosclerosi, insufficienza venosa cronica, aneurismi, malformazioni e diabete).