PECTINA FATTA IN CASA 🍏🍋 ADDENSANTE NATURALE

Dove si può trovare la pectina?

Domanda di: Marianita Rossi  |  Ultimo aggiornamento: 17 marzo 2023
Valutazione: 4.5/5 (12 voti)

La pectina è una sostanza contenuta normalmente nella buccia della frutta ed è usata per rendere una marmellata o confettura più densa. I frutti molto ricchi di pectina sono le mele, le albicocche e i limoni, mentre i frutti di bosco, le pere o le ciliegie non ne contengono molta.

Dove si trova la pectina naturale?

Pectina negli Alimenti

La più alta quantità di pectina è presente nelle bucce di agrumi, come le bucce di arancia, limone e pompelmo (dal 30 al 35%) e nella polpa di mela (dal 15 al 20%). Altre fonti importanti includono mele cotogne, prugne, uva spina, ciliegie, albicocche e carote 3.

Dove si può acquistare la pectina?

La pectina esiste in tutta la frutta, ma può anche essere ottenuta come ingrediente singolo in polvere o liquido. Innanzitutto è possibile acquistare la pectina in polvere nei comuni supermercati, all'interno del reparto dolci.

Cosa si può usare al posto della pectina?

> l'agar agar derivato dalle alghe può essere un sostituto della pectina; > la tapioca si può ugualmente usare come addensante o sostituto; > la fecola di maranta si può usare come addensate e gelidificante.

Quanta pectina per kg di frutta?

marmellate di altra frutta, che producono composti omogenei oppure che vengono frullate: 8 g di pectina per kg di frutta; marmellata di altra frutta lasciata a pezzatti: 10 g di pectina per kg di frutta.

Trovate 23 domande correlate

Come si ottiene la pectina?

Il processo produttivo della pectina consiste principalmente in un'estrazione acquosa in ambiente acido delle scorze di agrumi, mediante la quale la protopectina (insolubile) viene idrolizzata e trasformata in pectina solubile.

Quale frutto contiene più pectina?

La pectina è una sostanza contenuta normalmente nella buccia della frutta ed è usata per rendere una marmellata o confettura più densa. I frutti molto ricchi di pectina sono le mele, le albicocche e i limoni, mentre i frutti di bosco, le pere o le ciliegie non ne contengono molta.

Come addensare la marmellata senza pectina?

Come utilizzare l'ingrediente segreto

In mancanza di addensante artificiale, basterà aggiungere alla nostra marmellata una pera, una mela, o meglio ancora una mela cotogna. Dobbiamo inserirla quando facciamo cuocere la frutta per la marmellata. Non è necessario sbucciare la nostra pera, mela o mela cotogna.

Cosa usare per fare addensare la marmellata?

Per addensare una marmellata troppo liquida basta mescolare un cucchiaio raso di fecola di patate con 30 ml di acqua e aggiungerli alla frutta. Come in tutto, meglio non esagerare all'inizio con la quantità, per non rovinare il risultato finale.

Come si scioglie la pectina?

La pectina, oltre a gelificare i prodotti, è anche in grado di conferire una certa cremosità. Si usa in tutti quei prodotti, generalmente a base di frutta, che vengono cotti; la pectina, una volta miscelata con dello zucchero e sciolta in acqua, va incorporata alla frutta in fase di ebollizione.

Quando si usa la pectina?

Il principale utilizzo della pectina si osserva nei processi di preparazione delle marmellate. La sua proprietà gelificante consente al frutto di estrarre gli zuccheri e i nutrienti della polpa e di trasformarli in una sostanza molto più densa. In questo procedimento, la pectina andrebbe aggiunta prima dello zucchero.

Come usare la mela come addensante?

Se desideri rendere ancora più consistenti alcune preparazioni a base di frutta molto acquosa (come lamponi o fragole) puoi unire una mela per ogni chilo, perché contiene molta pectina e favorisce l'addensamento.

Perché si mette il succo di limone nella marmellata?

Mescolare rapidamente a tutte le confetture e marmellate il succo di limone aiuta la frutta a non ossidarsi e a mantenere il proprio colore. Il limone infatti è uno degli ingredienti segreti di come avere confetture più limpide, spesso già inserito all'interno della ricetta.

Qual è la mela che contiene più pectina?

Le mele che contengono più pectina sono le mele cotogne, che ne contengono circa l'1,5%.

Come evitare il botulino nelle marmellate fatte in casa?

Le marmellate e le confetture non sono pericolose per il botulismo in quanto la frutta è generalmente acida e il quantitativo di zucchero utilizzato inibisce il botulino. La ricetta più sicura è quella che prevede un uguale quantità di frutta e zucchero.

Quali sono gli addensanti naturali?

Gli ingredienti 100% naturali da riscoprire: gli addensanti
  • Amido di mais.
  • Fecola di patate.
  • Amido di riso.
  • Frumina.
  • Colla di pesce.
  • Agar agar.
  • Kuzu.
  • Gomma di guar.

Cosa succede se non metto lo zucchero nella marmellata?

Lo zucchero funge da conservante come il succo di limone, ma è importante utilizzarlo nelle giuste percentuali. Non deve infatti essere troppo poco, o la marmellata potrebbe sviluppare muffe e durare meno, ma nemmeno troppo, per evitare che cristallizzi e renda troppo dura la marmellata.

Cosa fare quando la marmellata è troppo liquida?

Il metodo più semplice e più immediato è quello di aggiungere del succo di limone. Se non abbiamo del limone possiamo rimediare a una marmellata troppo liquida anche aggiungendo arancia o lime. Cominciamo aggiungendo un paio di cucchiai di succo di limone al composto e continuando la cottura.

Quanto dura la marmellata fatta con Fruttapec?

Fruttapec 3:1 e 4:1: si possono conservare per 6 mesi; Fruttapec 2:1: i tempi di conservazione sono di 12 mesi.

Perché alcune marmellate sono prodotte senza pectina?

Qualunque tipo di zucchero va bene, lo zucchero di canna è ottimo per dare alla marmellata un sapore più casereccio. Non bisogna aggiungere pectina per facilitare la densificazione, questa molecola è già naturalmente presente nella frutta.

Come agisce la pectina?

Le pectine LM sono reversibili: se sciolte e riscaldate in acqua sono riutilizzabili più volte. Si usano per prodotti a base di frutta con basso contenuto in zuccheri, e conferiscono soprattutto cremosità ai prodotti. Quelle amidate sono maggiormente gelificanti.

Come fare il Fruttapec?

basta mettere da parte bucce, torsoli, semi di mele, poi congelarle e quando si ha una bella quantità si fa bollire il tutto x 2 ore insieme ad acqua. Il liquido ottenuto è una ricchezza per il nostro organismo oltre che x preparare marmellate.

Cosa c'è nel Fruttapec?

Ingredienti: destrosio, gelificante (pectine), correttore di acidità (acido citrico), sciroppo di glucosio, conservante (acido sorbico), succo di limone disidratato. PUÒ CONTENERE GRANO, LATTE, UOVA, FRUTTA A GUSCIO, SOIA.

Cos'è la pectina di mela?

Cos'è la pectina di mele

La pectina appartiene alla famiglia dei carboidrati, non digeribile si presenta come fibra idrosolubile, generante un colloide gelatinoso che riveste la pareti cellulari dei frutti.