Chiedono a Berlusconi un parere su Greta Thunberg: lui racconta storiella su viagra e donne svedesi

In quale paese non c'è il bidet?

Domanda di: Domingo Mariani  |  Ultimo aggiornamento: 17 marzo 2023
Valutazione: 4.9/5 (61 voti)

A diffidare di più del bidet sono infatti i paesi protestanti: in Germania, nel Regno Unito e negli Stati Uniti è raro trovarne uno, e ancora oggi molte persone americane, tedesche e inglesi non sanno neanche cosa sia, per via di un insieme di ragioni.

Perché all'estero non ci sono i bidet?

Perché la sua diffusione fu legata prevalentemente al lavoro delle prostitute, che lo utilizzavano per lavarsi dopo un rapporto sessuale, al fine di evitare di contrarre malattie.

Dove c'è il bidet nel mondo?

I paesi in cui il bidet è (almeno) conosciuto e (forse) utilizzato sono tutti paesi del Sud Europa: Grecia, Spagna e Portogallo (paese in cui fu reso obbligatorio nel 1975 come in Italia) in primis, anche se in percentuali più ridotte rispetto al nostro Paese.

Perché non usano il bidet in Francia?

Potere delle lunghe derive sociali, nel '900, nonostante la cultura dell'igiene abbia fatto passi da gigante, in Francia il bidet è rimasto un oggetto sgradito. Così, a partire dagli anni '70, si è scelto di eliminarlo dalle abitazioni, per ragioni economiche e di spazio. E chi rimoderna il bagno tende ad eliminarlo.

Come fanno i paesi senza bidet?

L'altra alternativa ecologica è l'asciugamano bagnato molto in voga a quanto pare in Belgio, oppure il guanto da toilette francese. Questo strumento va bagnato e insaponato sul lavandino mentre ti lavi stando sul water (e poi lavato a sua volta).

Trovate 30 domande correlate

Chi non ha il bidet in Europa?

A diffidare di più del bidet sono infatti i paesi protestanti: in Germania, nel Regno Unito e negli Stati Uniti è raro trovarne uno, e ancora oggi molte persone americane, tedesche e inglesi non sanno neanche cosa sia, per via di un insieme di ragioni.

Perché i francesi non si lavavano?

L'igiene personale, come è noto, non era prioritaria per i reali francesi. Si dice che il Re Sole, anche dietro consiglio dei medici, si lavasse raramente, per paura di contrarre malattie.

Perché il bidet esiste solo in Italia?

Tendenzialmente veniva molto usato dalle prostitute subito dopo un appuntamento con un cliente. In Italia il bidet è arrivato grazie alla Regina Maria Carolina D'Asburgo Lorena, che lo volle nel proprio bagno a tutti i costi. Da quel momento è iniziata la sua diffusione in tutta la penisola.

Come si chiama il bidet in italiano?

Il bidet o bidè è un apparecchio sanitario utilizzato per l'igiene intima.

Come si fanno il bidet le donne?

Dovresti posizionarti sempre a cavalcioni su di esso, preferibilmente con lo sguardo rivolto verso la rubinetteria. In questo modo, oltre ad avere il pieno controllo sul soffione e sulla regolazione della temperatura, favorirai lo scorrere dell'acqua dalla parte anteriore dei genitali, verso quella posteriore.

Cosa ne pensano gli stranieri del bidet?

Parecchi stranieri, non solo inglesi, pensano infatti che il bidet sia un lavandino per bambini, un lava piedi oppure non si chiedono neanche quale sia la sua funzione e ci mettono direttamente le birre al fresco con acqua e ghiaccio. Per loro esistono solo il lavandino e la doccia.

Chi portò il bidet in Italia?

Come arriva in Italia il bidet? Sempre nel '700, è Maria Carolina d'Asburgo-Lorena, regina di Napoli, a volerne uno nella sua stanza da bagno proprio nella spettacolare Reggia di Caserta.

Quanto si lavano gli italiani?

Gli italiani si lavano le mani otto volte al giorno e hanno un buon rapporto con l'igiene personale. Ma non conta solo la quantità.

Cosa usano gli americani al posto del bidet?

In America, dove manca la cultura del getto d'acqua nella toilette, se la cavano con la doccia quotidiana, e con i fazzolettini pre-umidificati ("wet wipes"). O fanno la doccia e usano i wet wipes o puzzano. Il bidet è praticamente una cosa solo italiana, come i 5 stelle.

Cosa mettere al posto del bidet?

La doccetta igienica è una delle prime soluzioni che si sta diffondendo sul mercato italiano e rappresenta un'ottima alternativa al classico bidet. In particolare si tratta di un pratico miscelatore, dotato di doccetta collegata da un flessibile.

Cosa si intende per bagno alla francese?

Tipicamente nel bagno alla francese in una stanza sono presenti vaso ed eventualmente il bidet, nell'altra sono presenti doccia e/o vasca più il lavabo. Questa divisione che potrebbe sembrare poco pratica, soprattutto se vista nell'ottica delle nostre abitudini, in realtà ha vari vantaggi molto pratici.

Cosa pensano i francesi del bidet?

Tra i sanitari, il bidet è il più amato dagli italiani, ma la nostra popolazione è una delle poche ad usarlo, mentre in Francia è addirittura inesistente.

Come ci si puliva il sedere prima della carta igienica?

L'uomo primitivo si puliva nei ruscelli o con le foglie, gli egizi utilizzavano sabbia intrisa di oli profumati, i vichinghi preferivano gli scarti di lana di pecora, mentre arabi e indiani usavano la mano sinistra (tanto che ancora oggi è un insulto toccare un indiano con questa mano, considerata “impura”).

Come ci si puliva il sedere nel Medioevo?

Come si pulivano le persone sedute in passato? Gli europei non avevano familiarità con il concetto di "bagno" durante il Medioevo. Hanno fatto i loro bisogni nei campi aperti o all'interno delle loro case. Scarpe e ombrelli col tacco erano molto richiesti perché la gente gettava le loro "cose" nelle strade della città.

Cosa ne pensano i francesi degli italiani?

«Les italiens ci stanno sympathiques» L'opinione che i francesi hanno degli italiani è per la maggior parte positiva: il 64% dei francesi ha ammesso di provare simpatia per noi, contro un 6% di deliberatamente ostili.

Quale è il popolo più pulito?

Una tra le nazioni più pulite è la Gran Bretagna, che arriva al 75% di estimatori dell'igiene, ma non è lo stesso per tutti gli abitanti del Regno Unito. Al secondo posto della classifica, per soli due punti percentuali, la Moldavia, con il 94%, seguita dal Portogallo, con l'85 per cento.

Qual è il popolo che si lava di più?

Secondo i dati raccolti da Euromonitor, brasiliani e colombiani sono i due popoli che si lavano di più al mondo.

Dove ci si lava di più?

La Russia è circa a una volta al giorno, con 6 docce a settimana, poi arriva la Turchia (6,1); gli Stati Uniti, la Spagna e la Francia (6,3); l'India (6,2). Fanno più di una doccia al giorno in Indonesia (7,1); Messico (7,8); Medio Oriente (8) e Australia (7,9).

Quante volte al giorno si cambiano le mutande?

Di norma, per un'igiene perfetta e mantenere la zona intima pulita e priva di cattivi odori, si doivrebbe cambiare la biancheria intima una volta al giorno, in riferimento agli slip (per il reggiseno i tempi possono allungarsi anche a tre giorni, se si deterge e si mantiene asciutta la zona del seno e del sottoseno).

Come ci si pulisce dopo la cacca?

L'ano deve essere deterso tamponando con carta morbida – come fanno le donne con il rossetto – e mai strusciando! Quindi, lavatevi solo con acqua tiepida e asciugatevi con Scottex o carte assorbenti simili.

Articolo precedente
Quanto costa 1 settimana in Egitto?
Articolo successivo
Quanto consuma un televisore spento?