AFFITTO: 8 errori da evitare | Avv. Angelo Greco

Quali documenti servono per scaricare l'affitto?

Domanda di: Concetta Sorrentino  |  Ultimo aggiornamento: 17 marzo 2023
Valutazione: 4.2/5 (49 voti)

Per beneficiare della detrazione con il modello 730/2022 è necessario conservare il contratto di locazione, registrato, stipulato ai sensi dell'art. 2, comma 3 e art. 4, commi 2 e 3 della Legge n. 431/98 e l'autocertificazione nella quale si attesti che l'immobile è utilizzato come abitazione principale.

Che documenti servono per detrarre affitto?

Per ottenere la detrazione affitto 730 è necessario presentare dei documenti che sono i seguenti: contratto di locazione registrato e autocertificazione per dimostrare l'utilizzo della casa come abitazione principale.

Come si scarica l'affitto di casa?

La detrazione per gli inquilini di alloggi adibiti ad abitazione principale è:
  1. 300,00 euro se il reddito complessivo non supera 15.493,71 euro.
  2. 150,00 euro se il reddito complessivo è superiore a 15.493,71 euro ma non superiore a 30.987,41.

Quanto si recupera con il 730 per l'affitto?

La detrazione è pari al 19 per cento nel limite di 2.633 euro di spesa. Per quanto riguarda la compilazione del Rigo E71 relativo alle detrazioni del 730, i contribuenti che hanno stipulato o rinnovato il contratto di locazione di immobili destinati ad abitazione principale devono indicare il codice 1.

Come scaricare l'affitto dalle tasse?

Per coloro che hanno almeno 20 anni e non più di 30 e firmano un contratto di affitto per l'abitazione principale spetta una detrazione pari a 991,60 euro, a condizione che il reddito complessivo degli inquilini non risulti superiore a 15.493,71 euro. La detrazione spetta solo per i primi 3 anni di affitto.

Trovate 22 domande correlate

Quale requisito deve avere l'inquilino per poter fruire dell agevolazione?

Una particolare detrazione d'imposta è prevista per i giovani di età compresa tra i 20 e i 30 anni, con un reddito complessivo non superiore a € 15.493,71, che stipulano un contratto di locazione a canone libero, ai sensi della L. 9.12.1998, n. 431, per un immobile che venga adibito a propria abitazione principale.

Quando è possibile scaricare l'affitto?

Fino alla data del 31 dicembre 2021 rientrano in questo beneficio i soggetti compresi tra i 20 e i 30 anni, per i quali spetta (per i primi tre anni di contratto stipulato ai sensi della legge 431/98) una detrazione fissa di 991,60 euro, a patto però che il loro reddito complessivo non sia superiore a 15.493,71 euro.

Quali sono le spese che si possono detrarre?

Elenco delle principali spese detraibili nel 730
  • Spese mediche;
  • Spese per gli interessi passivi dei mutui;
  • Spese di intermediazione immobiliare;
  • Spese di assicurazione;
  • Spese di istruzione (non universitarie e universitarie);
  • Spese funebri;
  • Spese per attività sportive praticate dai ragazzi;
  • Spese veterinarie;

Cosa si può scaricare con la cedolare secca?

Poiché la cedolare secca è un'imposta sostitutiva non è possibile scomputare dall'importo dovuto eventuali detrazioni fiscali per oneri e spese sostenute. Tornando al suo quesito la detrazione relativa alle spese di ristrutturazione potrà essere recuperata solo se ha altri redditi soggetti ad Irpef.

Quali sono i documenti da presentare per il 730?

I documenti necessari per il 730 di tipo personale sono:
  • codice fiscale.
  • carta di identità o passaporto validi.
  • codice fiscale dei figli e/o familiari a carico.
  • codice fiscale del coniuge o partner in unione civile.

Cosa portare al commercialista per la dichiarazione dei redditi?

Redditi da lavoro dipendenti/pensione/assimilati
  • certificazione Unica.
  • certificato di eventuali pensioni estere.
  • assegni periodici percepiti dal coniuge, in caso di separazione o divorzio.
  • attestazione del datore di lavoro, delle somme corrisposte a colf e badanti.

Perché non conviene la cedolare secca?

la cedolare secca conviene ai proprietari che hanno altri redditi sottoposti a tassazione IRPEF; la cedolare secca non conviene quando si prevede un aumento dell'inflazione durante il periodo di validità del contratto e/o non si hanno altri redditi oltre a quelli provenienti dall'affitto di uno o più immobili.

Quanto incide l'affitto sul reddito?

Tassazione ordinaria per gli affitti

Reddito fino a 15.000 euro: aliquota del 23% Reddito tra 15.001 e 28.000 euro: aliquota del 25% Reddito tra 28.001 e 55.000 euro: aliquota del 38% Reddito tra 55.001 e 75.000 euro: aliquota del 41%

Cosa cambia nel 730 del 2023?

Novità 730 2023

modifica degli scaglioni reddituali e delle detrazioni per lavoro e pensione; modifiche per le detrazioni relative ai figli a carico di età inferiore ai 21 anni; i nuovi crediti d'imposta.

Cosa si può scaricare con il 730 assicurazione Auto?

Le voci detraibili attraverso il modello 730

Le voci della nostra assicurazione che possiamo detrarre nel nostro 730 in questo 2022 sono: rischio di morte e rischio invalidità permanente a partire dal 5%. Rientrano in questa categoria anche tutti quei premi assicurativi che riguardano l'infortunio del conducente.

Qual è l'importo massimo che si può detrarre?

Quindi l'ammontare massimo delle detrazioni è pari al totale dell'Irpef pagata. Quando non si paga Irpef, come nel caso di redditi da lavoro dipendente inferiori agli 8.000 euro annui, si è tecnicamente incapienti per cui, non avendo pagato Irpef, non c'è alcun rimborso.

Quanto deve essere l'ISEE per avere il bonus affitti?

Dunque, potranno accedere al Bonus Affitto 2023 tutti coloro che hanno un ISEE inferiore a 17.145 euro. In aggiunta, potranno beneficiare del sostegno finanziario da parte dello Stato, coloro con un ISEE fino ai 35.000 euro, che hanno registrato una perdita del reddito IRPEF superiore al 25%.

Quale contratto di affitto conviene al proprietario?

Teoricamente, tra tutti quelli che abbiamo menzionato, la formula migliore è quella del contratto concordato con cedolare secca, perché: il proprietario ha praticamente una tassazione del 10%, evitando così tutte le altre aliquote IRPEF.

Chi paga la cedolare secca deve pagare anche l'IMU?

IMU e cedolare secca 2023

Sebbene la cedolare secca rappresenti un regime fiscale agevolato, poiché consente di non pagare l'imposta di registro e l'imposta di bollo dei contratti di affitto, l'IMU sulla seconda casa affittata con cedolare secca è comunque dovuta.

Chi ha diritto alla cedolare secca 10 %?

E' prevista un'aliquota ridotta al 10% per i contratti di locazione a canone concordato relativi ad abitazioni ubicate: nei comuni con carenze di disponibilità abitative (articolo 1, comma 1, lettere a) e b) del decreto legge 551/1988).

Quali scontrini della farmacia si possono scaricare?

Per essere detraibile o deducibile, la spesa dell'acquisto dei medicinali deve essere certificata da fattura o dal cosiddetto “scontrino parlante”, in cui risulti specificato natura, qualità e quantità del prodotto e codice fiscale dell'acquirente.

Cosa succede a chi non fa la dichiarazione dei redditi?

L'autore di questa risposta ha richiesto la rimozione di questo contenuto.

Quale documentazione devo dare al commercialista?

Innanzitutto raccogli le fatture emesse in ordine cronologico e di numerazione, non ne deve assolutamente mancare nessuna, poi le fatture dei tuoi acquisti (quelle di tutto il mese, anche se non le hai ancora pagate), stampa anche quelle che ti sono arrivate per email.

Quanto si paga per fare il 730 al Caf?

In generale il costo per fare il 730 con un CAF va dai 50/60 euro in su, escluse le quote associative di cui ti abbiamo parlato prima. Il servizio comprende la compilazione del Modulo 730 e l'invio della pratica all'Agenzia delle Entrate.

Chi non ha l'obbligo di fare il 730?

In generale, i contribuenti esonerati sono quelli che hanno esclusivamente redditi da abitazione principale o altri fabbricati non locati (quelli esenti imu), da lavoro dipendente e da pensione corrisposti da un unico sostituto d'imposta, redditi soggetti ad imposta sostituiva (es interessi sui Bot) con esclusione però ...