Il mio medico - Gli esami per controllare il fegato

Quali sono i valori del sangue per il fegato?

Domanda di: Cira Costa  |  Ultimo aggiornamento: 17 marzo 2023
Valutazione: 5/5 (20 voti)

I valori normali degli esami della funzionalità epatica sono i seguenti:
  • ALT 7-55 U/l (unità per litro)
  • AST 8-48 U/l.
  • ALP 40-129 U/l.
  • Albumina 3,5-5 g/dl (grammi per decilitro)
  • Proteine totali 6,3-7,9 g/dl.
  • Bilirubina 0,1-1,2 mg/dl.
  • GGT 8-61 U/l.
  • LDH 122-222 U/l.

Quali valori del sangue indicano problemi al fegato?

In generale, livelli di AlPh superiori alla norma sono indice di una malattia del fegato o delle ossa. Se anche gli altri esami di funzionalità epatica, come bilirubina e transaminasi (AST e ALT), sono elevati, AlPh può indicare una malattia del fegato, soprattutto a carico dei dotti biliari.

Come si chiama l'esame del sangue per controllare il fegato?

Le transaminasi vengono sempre richieste come esame di routine per controllare la funzionalità del fegato, quale organo vitale. Sintomi come vomito, diarrea o addominalgia spingono sempre a richiederne il controllo.

Quali sono gli esami per vedere se il fegato funziona bene?

Per verificare la “salute” del nostro fegato, dobbiamo eseguire dei controlli mirati che si avvalgono di esami ematici, ecografia dell'addome e Fibroscan. Questi dati permetteranno all'epatologo di fare diagnosi e di guidarvi poi alla terapia o al follow-up mirato.

Quando i valori del fegato sono preoccupanti?

I risultati sono considerati davvero preoccupanti quando superano di almeno 10 volte i valori normali, ma possono raggiungere concentrazioni anche 100 volte superiori. I livelli di AST iniziano ad aumentare prima della comparsa dei segni e sintomi clinici di malattia.

Trovate 29 domande correlate

Come ci si accorge di avere problemi al fegato?

Fra i sintomi più comuni dell'insufficienza epatica acuta sono inclusi ingiallimento della pelle e della sclera degli occhi, dolore nella parte alta destra dell'addome, nausea, vomito, un senso di malessere generale, difficoltà di concentrazione, confusione, disorientamento e sonnolenza.

Quali sono i sintomi del fegato infiammato?

Sintomi del fegato ingrossato
  • Stanchezza o affaticamento;
  • Dolore nella parte in alto a destra dell'addome;
  • Nausea e perdita di appetito;
  • Mialgia: dolori muscolari;
  • Ittero: ingiallimento della pelle e del bianco degli occhi.

Cosa bere e mangiare per purificare il fegato?

Tra gli alimenti più indicati per depurare il fegato e stimolarne la funzionalità ricordiamo:
  • Spremuta di limone: ricca di acido ascorbico (vitamina C), depura efficacemente il fegato, ma può causare qualche problema a chi soffre di gastrite;
  • Carciofo;
  • Cardo mariano;
  • Mela;
  • Mirtillo;
  • Cavolo;
  • Polline;
  • Acerola;

Quali sono gli esami del sangue più importanti da fare?

Tra quelli considerati di routine ci sono:
  • emocromo.
  • glicemia.
  • trigliceridi.
  • colesterolo totale.
  • colesterolo HDL.
  • colesterolo LDL.
  • creatinina.
  • omocisteina.

Quali sono gli esami del sangue che indicano un tumore?

Esami del sangue e spie di tumore

Insieme all'aumento dell'emoglobina e dell'ematocrito (il volume che i globuli rossi occupano rispetto al plasma), si configura un particolare quadro (detto poliglobulia) che può far insorgere il dubbio di un tumore del sangue, in particolare di policitemia vera.

Cosa significa avere il GOT alto?

L'aumento delle transaminasi è un sintomo che potrebbe indicare un'infiammazione o un danno alle cellule del fegato. Queste, se danneggiate, possono rilasciare nel circolo sanguigno quantità di transaminasi (enzimi) superiori alla norma.

Come capire se si ha il fegato grasso?

Gli esami di riferimento per la diagnosi di fegato grasso o steatosi epatica sono:
  1. Esami del sangue, per la ricerca delle transaminasi, gli enzimi indicati con le sigle GOT (o ALT) e GPT (o AST). ...
  2. Ecografia addominale. ...
  3. Spesso l'ecografia consente di diagnosticare la condizione soltanto quando è già avanzata.

Quando si ha un tumore i valori del sangue sono sballati?

Una prima spia di tumore può accendersi quando i globuli rossi diminuiscono bruscamente nel giro di poco tempo, fino ad arrivare a un valore inferiore agli 8 grammi per decilitro.

Quando le analisi del sangue non vanno bene?

I valori sono alterati in caso di forti emorragie, circolazione rallentata del sangue, problemi alla milza, leucemie o lesioni del midollo osseo. Molti farmaci (fra cui pillola anticoncezionale e aspirina) influiscono sui valori.

Cosa si vede da un emocromo completo?

L'emocromo, chiamato anche emogramma, è un esame di laboratorio che fornisce informazioni dettagliate sulle cellule presenti nel sangue: globuli rossi o eritrociti, globuli bianchi o leucociti e piastrine.

Quale bevanda pulisce il fegato?

Prendi l'abitudine di bere una tazza di acqua tiepida con il succo di un limone ogni mattina: oltre a depurare il fegato, avrai benefici anche a livello di regolarità intestinale e di pelle con meno imperfezioni.

Quale frutto fa bene al fegato?

Pompelmo: questo frutto, grazie alle sue proprietà antiossidanti e ricco di vitamina C, favorisce i processi di depurazione del fegato e, allo stesso tempo, riduce i rischi di fibrosi epatica.

Quale bevanda fa bene al fegato?

Il tè verde è una miniera di antiossidanti e di catechine, un vero sostegno per le funzioni del fegato. Berne almeno una tazza al giorno contribuirà a mantenere questo organo fondamentale in salute.

Cosa si deve fare per depurare il fegato?

Per la dieta depurativa del fegato occorre adottare un'alimentazione sana basata su frutta e verdure fresche, cereali integrali, legumi, noci e semi. Inoltre i prodotti di origine vegetale sono anche ricchi di antiossidanti per la protezione dallo stress ossidativo.

Quali sono i farmaci che fanno male al fegato?

Tipi di Farmaci Epatotossici
  • FANS;
  • Antiretrovirali;
  • Antidepressivi, quali la fluoxetina, la paroxetina, la sertralina, il bupropione e il trazodone;
  • Antipertensivi, come il lisinopril e il losartan;
  • Antibiotici e antibatterici, quali la pirazinamide, l'isoniazide, la rifampicina e le tetracicline;

Che disturbi da il fegato ingrossato?

Aumento delle dimensioni del fegato. Dolore addominale tipicamente in ipocondrio destro che aumenta specificatamente dopo palpazione (con eventuale positività del segno di Murphy) Presenza di ittero (colorazione giallastra della cute e delle mucose) Nausea e vomito.

Come sono le feci con problemi al fegato?

Quando le feci assumono un colore chiaro potrebbe essere un sintomo riconducibile a problemi del sistema biliare, che coinvolge cistifellea, fegato e pancreas. Normalmente le feci devono avere un colore marrone, più o meno scuro a seconda degli alimenti consumati.

Quando fa male il fegato dove si sente dolore?

Il dolore al fegato è dovuto alla distensione del rivestimento epatico, chiamato capsula glissoniana (o capsula di Glisson), che produce una sintomatologia dolorosa cupa, profonda, irradiata verso destra e su in alto dietro lo sterno, sino a livello della sesta vertebra toracica.

Quali valori del sangue indicano un tumore al pancreas?

Quali valori del sangue indicano un tumore al pancreas? Nei casi di tumore pancreatico si osserva spesso l'innalzamento nel sangue di un marcatore tumorale, una proteina chiamata CA 19.9 (o GICA).

Quando uno ha un tumore si vede dalle analisi?

Nessun esame del sangue è in grado di scovare un tumore prima della comparsa dei sintomi. La biopsia liquida è utile per monitorare le terapie. Individuare un tumore nelle sue fasi iniziali di sviluppo grazie ad un prelievo di sangue è uno degli obiettivi principali di chi si occupa di ricerca contro il cancro.

Articolo successivo
Come si decide un prezzo?