Tatuaggi bianchi: cose da sapere prima di farsene uno

Aggiornato il

Ultimamente se ne vedono parecchi, sui Social soprattutto, e visti così sono davvero molto belli perché l’effetto che fanno è quasi quello di una cicatrice, che compone però scritte o disegni. Stiamo parlando dei tatuaggi bianchi, realizzati cioè con inchiostro bianco anziché nero o colorato.
Quali sono però le controindicazioni di questi tattoo (se ce ne sono)?

FOTOGALLERY

E’ una buon’idea farsi un tatuaggio bianco?

La risposta non può essere secca, diciamo “ni”. Nella maggior parte dei casi, non è sempre una buona idea. Il perché? Ecco 5 buoni motivi:

1. L’inchiostro bianco si rovina molto facilmente.

E’ uno dei motivi per cui molti tatuatori si rifiutano di realizzare un tatuaggio bianco. L’inchiostro potrebbe addirittura assorbire il blu dello stencil che il tatuatore ha utilizzato come guida. Nella maggioranza dei casi, il tatuaggio col tempo tende ad assumere un tono giallino, dovuto a diversi fattori. Uno fra tanti, è il fatto che la pelle reagisce ai raggi solari producendo melatonina.

2. L’inchiostro bianco non è adatto ai contorni.

Normalmente, l’inchiostro bianco viene utilizzato nei tatuaggi a colori o in bianco e nero per creare dei punti luce. Utilizzarlo per creare delle linee di contorno non da quasi mai il risultato sperato, anzi il disegno spesso appare confuso e ci vuole una buona manciata di secondi perché chi l’osserva capisca di che soggetto si tratti.

3. Spesso i tatuaggi bianchi assomigliano a delle ferite o a delle irritazioni cutanee. 

Tenendo presente del punto sopra, chiedetevi più e più volte se il disegno che avete scelto è adatto o meno per esser realizzato con l’inchiostro bianco. Per esempio: vi piacciono le stelline? Evitatele, perché con l’inchiostro bianco sembreranno dei brufoletti.

4. Alcuni tatuaggi bianchi tendono ad assorbire i colori. 

Proprio così. Se chi lo porta o il tatuatore non fanno attenzione, il tatuaggio potrebbe assorbire il colore di oggetti o indumenti. Molti tatuaggi bianchi tendono al giallino o al verdino, e se in aggiunta sbiadiscono, sulla vostra pelle resterà non più il tatuaggio che avevate scelto ma una strana macchia.

5. L’inchiostro bianco ha una consistenza diversa dal nero

A differenza del nero, che è un colore pieno, opaco, l’inchiostro bianco è traslucido e non riempie dovutamente il disegno. Questo vale particolarmente per i tatuaggi grandi, quindi se avete in mente di tatuarvi un soggetto in bianco che supera le dimensioni di una falange, fermatevi e riflettete intensissimamente.

Ma quindi, tutti quelli che si sono fatti un tatuaggio bianco, hanno sbagliato? Non necessariamente!
Il tatuaggio è una scelta personale, da prendere con intelligenza ovviamente, ma pur sempre personale.
Inoltre, ci sono anche casi in cui tutto va liscio (soprattutto perché il tattoo viene realizzato da un tatuatore professionista davvero bravo) e il risultato non è affatto niente male. Ma col tempo, è garantito, anche i tatuaggi bianchi che vedete sui social soffriranno di problemi come sbiadimento, ingiallimento e altri problemi che non renderanno il risultato così speciale come si credeva inizialmente.

Del resto, un tatuaggio bianco potrebbe non essere per sempre, ma nulla vieta di accettare l’idea di un tattoo temporaneo, che un giorno potrà facilmente essere coperto con qualcos’altro!

Share: