BOLLO auto: 4 TRUCCHI per non pagare | Avv. Angelo Greco

Chi incassa i soldi del bollo auto?

Domanda di: Marina Mazza  |  Ultimo aggiornamento: 17 marzo 2023
Valutazione: 4.6/5 (65 voti)

L'imposta è di competenza Regionale, che incassa l'intero importo, secondo i criteri fissati da una legge Nazionale. Il PRA, gestito dall'ACI non è l'esattore, ma solo l'archivio degli avvenuti pagamenti, e le Delegazioni ACI sono appunto sportelli di cassa.

Dove vanno a finire i soldi del bollo auto?

Da questo 2020 infatti le entrate dei pagamenti del bollo auto degli automobilisti andranno alle singole regioni e non più allo Stato per "incentivare gli investimenti sui territori".

Quanto incassa lo Stato con il bollo auto?

Le auto come fonte di guadagno per lo Stato

Lo Stato ha avuto, ed avrà sempre, la massima attenzione sul mondo auto in quanto tra tassa di acquisto, tassa di possesso, imposizioni e accise sui carburanti e altri annessi, ogni anno incassa circa 70 miliardi di euro, di cui 6 provenienti dal pagamento del bollo auto.

Che senso ha il bollo auto?

Il bollo è qualificato, in tutta Italia, come tassa di intestazione dei veicoli, e non di circolazione. Pertanto, sono tenuti al pagamento tutti gli intestatari (coloro che "risultano proprietari" sul PRA) di veicoli, a prescindere dall'effettivo utilizzo.

Come si fa ad avere la restituzione dei soldi del bollo auto?

Il proprietario di un'auto può esercitare il diritto di rimborso del bollo in caso di doppio versamento, pagamento in eccesso o pagamento non dovuto. Trattandosi di una imposta locale, occorre inviare la domanda di rimborso all'ufficio tributi della Regione di residenza.

Trovate 25 domande correlate

Dove richiedere rimborso bollo auto per rottamazione?

Per ottenere la compensazione è sufficiente presentarsi ad un qualsiasi agente della riscossione autorizzato, in occasione del pagamento della tassa relativa al nuovo veicolo e chiedere la compensazione, esibendo la documentazione che prova il furto o la rottamazione del veicolo di cui si è perso il possesso e la ...

Come funziona la rottamazione dei bolli?

A) La prima soluzione prevede il pagamento totale delle cartelle entro il 31 luglio 2023. B) La seconda soluzione prevede un pagamento rateizzato che può essere in 18 rate, tra il 2023 e non oltre il 2027, dunque di cinque anni con un tasso d'interesse annuo del 2%.

Quando verrà tolto il bollo auto?

Dal periodo successivo al 2015 l'assoluzione avviene dopo il pagamento dell'importo della tassa senza sanzioni e interessi, dunque aderendo alla definizione agevolata. Nella nuova Rottamazione quater sarà possibile pagare il bollo auto affidato all'Ente impositore nel periodo tra il 2000 e il 30 giugno 2022.

Perché in Italia paghiamo il bollo auto?

Ricordiamo infatti che il bollo auto è una tassa introdotta con Decreto del Presidente della Repubblica n° 39 del 1953 stante la necessità dello stato Italiano di introitare parte del denaro necessario alla costruzione delle autostrade e delle strade statali.

Quando verrà abolito il bollo auto?

La nuova Legge di Bilancio contiene importanti novità per gli automobilisti che non hanno versato il bollo auto: i debiti fino a mille euro, per cui sono in corso provvedimenti di riscossione, saranno automaticamente cancellati dopo il 31 gennaio 2023.

Quanto incassa lo Stato italiano in un anno?

Il gettito tributario del 2022 è stato di 609 miliardi di euro, 54 in più del 2021 (+9,7%).

Quanta gente non paga il bollo auto?

Auto fantasma: in Italia sono 43mila e non pagano bollo, multe e pedaggi.

Quanto paga la benzina lo Stato?

benzina 1.749,31 al litro, di cui il 41,4% è il costo industriale e 58,6% il costo delle tasse (quindi il guadagno statale è di poco più di un euro al litro) gasolio auto 1.744,40 al litro, di cui 44,9% costo industriale e 55,1% tasse (quindi il guadagno statale è di circa 96 centesimi al litro)

Cosa succede se non pago il bollo dopo 5 anni?

Per il bollo non pagato per 3 anni consecutivi può scattare la radiazione del veicolo dal PRA (Pubblico Registro Automobilistico). L'auto, quindi, non potrà più circolare e per tornare a farlo bisognerà procedere con una nuova immatricolazione (oltre al saldo dei bolli non pagati).

Cosa succede se non si paga il bollo auto?

Se il bollo non viene pagato per 3 anni consecutivi, il veicolo verrà cancellato d'ufficio dagli archivi del PRA, gli organi di Polizia provvederanno al ritiro d'ufficio delle targhe e della Carta di Circolazione.

Chi non pagherà più il bollo?

L'esenzione dal pagamento del bollo riguarda i possessori di auto immatricolate da più di trent'anni. Inoltre, possono astenersi dal corrisponderlo coloro che usufruiscono dei benefici della Legge 104, ossia le persone affette da handicap accertato e i loro caregiver.

Quali sono le Regioni che hanno abolito il bollo auto?

Si tratta, nello specifico, di Basilicata, Emilia Romagna, Lombardia e della Provincia Autonoma di Trento. Oltre alle esenzioni locali per il bollo auto, è prevista anche quella permanente dell'Agenzia delle Entrate che opera a livello nazionale.

Come non pagare i bolli arretrati?

Ma cosa fare se la cartella esattoriale è arrivata comunque dopo tre anni? In tal caso la soluzione più semplice è quella di presentare l'istanza in autotutela per l'annullamento della cartella esattoriale. Così come recentemente pure per il bollo auto c'è stato, attraverso lo stralcio, l'annullamento automatico.

Quanti bolli arretrati devo pagare?

l'1,67%, se viene effettuato dal 31° al 90° giorno; il 3,75%, se si paga dal 91° giorno ad 1 anno; l'importo previsto + il 30% + 1% per ogni semestre di ritardo per chi paga più di un anno dopo la scadenza.

Cosa succede se non pago il bollo per un anno?

La percentuale sale al 3,75 per i ritardi superiori ai 90 giorni (ravvedimento lungo). Se il bollo auto viene pagato dopo la scadenza del primo anno ed entro il secondo scatta il ravvedimento biennale, che prevede una sanzione pari al 4,28% dell'imposta dovuta originariamente.

Quali sono le cartelle esattoriali che si possono rottamare?

Cominciamo dalle mini cartelle esattoriali, intendendo per tali quelle il cui controvalore non supera i 1.000 euro. L'art. 45 della Legge di Bilancio 2023 prevede lo stralcio dei carichi fino a 1.000 euro affidati all'agente della riscossione tra il 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2015.

Come recuperare il bollo di un'auto demolita?

È previsto il rimborso solo della frazione del versamento non fruita a seguito dell'evento interruttivo, e l'importo rimborsabile, calcolato in dodicesimi, decorre dal mese in cui si è verificata la demolizione del mezzo fino al mese di scadenza del periodo di validità.

Quanto costerebbe la benzina senza le accise?

Per la benzina, il costo della materia prima è di 54 centesimi al litro, mentre il margine lordo di 20. Per il diesel, la materia prima vale 77 centesimi al litro, il margine lordo 16. Insomma, se non ci fossero le accise la benzina costerebbe circa 75 centesimi al litro, il diesel poco più di 90.

Quanto guadagna il gestore su un litro di benzina?

Il guadagno medio di un gestore va dai 3 ai 6 centesimi al litro, a seconda di alcuni fattori, come il tipo di impianto o la zona. La media è di 41 euro per mille litri. Da non sottovalutare, inoltre, che gli operatori il carburante lo pagano alla consegna, non c'è alcun tipo di dilazione".

Chi ha tolto le accise sulla benzina?

Il Governo ha cancellato il taglio delle accise carburanti su benzina, diesel, gpl e le agevolazioni sul metano auto a partire dal 1° gennaio 2023.

Articolo precedente
Chi è il bambino più bravo del mondo?
Articolo successivo
Qual è la farina più magra?