Quale comportamento deve tenere l'imputato durante il processo?

Chi interroga l'imputato?

Domanda di: Enrica Sorrentino  |  Ultimo aggiornamento: 17 marzo 2023
Valutazione: 4.5/5 (13 voti)

Il più delle volte nella pratica l'interrogatorio è delegato da parte del Pubblico Ministero (ovvero la pubblica accusa) ad un ufficiale di polizia giudiziaria. L'interrogatorio naturalmente è interamente verbalizzato e nei casi più delicati è anche interamente registrato.

Chi fa le domande all imputato?

Ha inizio con le domande del difensore o del pubblico ministero che l'ha chiesto e prosegue con le domande, secondo i casi, del pubblico ministero e dei difensori della parte civile, del responsabile civile, della persona civilmente obbligata per la pena pecuniaria, del coimputato e dell'imputato.

Chi interroga gli indagati?

La legge italiana è molto chiara nello stabilire che può sottoporre a interrogatorio una persona indagata. Come vedremo, l'interrogatorio può essere condotto essenzialmente da tre soggetti: dal pubblico ministero; dall'ufficiale di polizia giudiziaria; dal giudice per le indagini preliminari.

Come si svolge l'interrogatorio?

Il pubblico ministero che intenda sottoporre l'indagato ad interrogatorio, deve precedere tale atto con una rituale notifica, contenente le generalità dell'indagato, il giorno, l'ora e il luogo della presentazione, l'autorità davanti la quale presentarsi, l'indicazione che si darà luogo all'interrogatorio.

Chi accusa l'imputato?

Come abbiamo già anticipato, il Pubblico Ministero è colui che rappresenta l'accusa. Il che non significa, tuttavia, che nel suo ruolo non sia comunque legato al rispetto dell'imparzialità e dell'obbligo della lealtà processuale. In altre parole, al P.M.

Trovate 30 domande correlate

Quando l'imputato diventa testimone?

Ogni cittadino può essere citato quale testimone in un processo penale e nel momento in cui il Giudice autorizza le parti alla citazione, il chiamato ha il dovere giuridico e morale di presentarsi per rendere la sua testimonianza e di riferire solo ed esclusivamente il vero.

Cosa succede se l'imputato viene assolto?

Se l`imputato è assolto le spese legali le paga lo Stato. La Legge di Bilancio 2021 introduce un Fondo per il rimborso delle spese legali agli imputati assolti in via definitiva in un processo penale, mediante il quale i cittadini saranno ristorati per i danni subiti a causa di processi penali totalmente infondati.

Quali domande si fanno in un interrogatorio?

Prima di interrogare
  • Natura del reato in questione (violenza sessuale, aggressione, corruzione, omicidio, eccetera).
  • Natura dei danni.
  • Tempo e luogo del crimine.
  • Descrizione del luogo, analisi delle tracce.
  • Descrizione e caratteristiche dettagliate del crimine commesso.

Come si chiama chi viene interrogato?

1. [da interrogatore, proprio di chi interroga in modo severo: il suo fare i. mi metteva a disagio] ≈ indagatore, inquisitore, inquisitorio.

Quanto dura un interrogatorio penale?

l'interrogatorio di garanzia deve svolgersi in tempi brevissimi, e cioè entro cinque giorni se è stata applicata la misura cautelare della custodia in carcere, oppure entro dieci giorni in caso di applicazione di altra misura cautelare (come gli arresti domiciliari, ad esempio).

Chi fa l'interrogatorio?

Generalmente l'interrogatorio è svolto dal pubblico ministero, ma può essere compiuto, in determinate situazioni, anche da soggetti diversi, quale, ad esempio, la polizia giudiziaria.

Quando viene fatto l'interrogatorio?

L'interrogatorio è uno strumento al quale si ricorre di solito nella fase delle indagini preliminari il pubblico ministero, personalmente o attraverso delega alla polizia giudiziaria.

Chi è che fa le indagini?

Gli Organi che svolgono le indagini preliminari, sono il «Pubblico Ministero» e la «Polizia Giudiziaria». Nel modello processuale vigente il Pubblico Ministero è solo organo inquirente e di azione penale con funzioni direttive della Polizia giudiziaria che è l'altro organo deputato delle indagini.

Chi fa le domande nel processo penale?

A differenza della testimonianza del procedimento civile, le domande nel processo penale vengono formulate direttamente dal PM e dai difensori e non previamente preparate ed ammesse dal giudice.

Chi inizia l'esame dell imputato?

Ha inizio con le domande del difensore o del pubblico ministero che l'ha chiesto e prosegue con le domande, secondo i casi, del pubblico ministero e dei difensori della parte civile, del responsabile civile, della persona civilmente obbligata per la pena pecuniaria, del coimputato e dell'imputato.

Chi interroga il testimone nel processo penale?

Nel processo penale, a fare le domande al testimone è sempre il giudice. Nel processo civile, l'articolo 253 del Codice di procedura civile stabilisce che sia il giudice istruttore a interrogare il testimone sui fatti intorno ai quali è chiamato a deporre.

Che ruolo ha l'imputato?

L'imputato è il soggetto al quale il magistrato che esercita le funzioni di P.M. attribuisce un fatto di reato. Tale qualità, secondo il disposto dell'art.

Cosa succede se una persona è indagata?

L'indagato ha il diritto di consultare il proprio fascicolo. In questo modo potrà venire a conoscenza delle prove addotte contro di lui. In casi eccezionali, alcune parti del fascicolo potrebbero non essere consultabili. L'indagato ha il diritto di presentare le proprie prove in qualsiasi momento.

Cosa succede se non ti presenti ad un interrogatorio?

La mancata comparizione della parte all'interrogatorio formale costituisce un comportamento la cui valutazione, sul piano probatorio, è rimessa all'apprezzamento di fatto del giudice di merito, il quale, fermo l'obbligo di motivazione, può negare ad esso qualsiasi valore, qualora ritenga che i fatti dedotti non siano ...

Cosa succede dopo l'interrogatorio?

Dopo avervi notificato che le indagini preliminari sono concluse, il pubblico ministero avvia l'azione legale, salvo i casi in cui decide di archiviare la causa. Per i reati minori il pubblico ministero vi citerà direttamente in giudizio.

Come parlare davanti a un giudice?

Rivolgiti a tutti in modo gentile e resta sempre calmo e compassato. Sarà il giudice che presiederà il tuo caso ad avere il controllo completo della corte e a prendere decisioni che potrebbero ripercuotersi sulla tua vita; per questo motivo sarà estremamente importante essere educato, rispettoso e sincero.

Perché l'imputato ha il diritto di mentire?

Questo perché nel nostro sistema giuridico penale (diversamente da quello che avviene in altri sistemi) l'imputato non ha un "dovere di testimonianza" che lo sottoporrebbe a precisi obblighi, ma ha soltanto delle facoltà: di fare dichiarazioni spontanee, di rispondere o di avvalersi della facoltà di non rispondere.

Cosa succede se l'imputato non si presenta all'udienza?

La mancata comparizione dell'imputato in giudizio, in assenza dell'allegazione di un legittimo impedimento, impone al giudice la verifica dei presupposti per dichiararne la contumacia. Così si è espressa la Corte di Cassazione con la sentenza n. 26585/17 depositata il 29 maggio.

Quanto può costare un processo penale?

La tariffa parte da un minimo di € 800,00 ad € 2.500,00, a seconda che la causa duri due o più udienze con esame testi. In caso di remissione di querela in prima udienza l'onorario minimo può essere ridotto fino al 30%.

Cosa rischia testimone?

CONSEGUENZE DELLA FALSA O RETICENTE TESTIMONIANZA

Il testimone che sia ritenuto falso o reticente può essere assoggettato a procedimento penale. Il reato di falsa o reticente testimonianza è punito con una pena da due a sei anni di reclusione (salvo che ricorrano circostanze atte ad aggravare la pena).