ACCORDO PER I FRONTALIERI ( Cosa cambia da Gennaio 2023 ??)

Cosa cambia per i frontalieri dal 2023?

Domanda di: Dott. Eliziario Gallo  |  Ultimo aggiornamento: 17 marzo 2023
Valutazione: 4.8/5 (50 voti)

A partire dal 1° febbraio 2023, quindi, il frontaliere italiano che lavora da remoto per conto del datore di lavoro svizzero non sarà più considerato tale; opereranno, conseguentemente, le ordinarie regole dell'art. 15 paragrafo 1 della Convenzione tra i due Stati, che in sostanza prevedono la tassazione concorrente.

Quando entra in vigore nuovo accordo frontalieri?

Il nuovo accordo sulla tassazione dei lavoratori frontalieri

I tempi sono dunque pienamente maturi affinché l'Accordo possa entrare in vigore con il primo gennaio 2024.

Cosa cambia tassazione frontalieri?

Si passerà, per i nuovi frontalieri, dalla tassazione esclusiva alla tassazione concorrente: le retribuzioni saranno imponibili nel Paese di svolgimento dell'attività lavorativa, ma entro il limite dell'80% di quanto dovuto nello stesso Paese in base alla normativa sulle imposte sui redditi delle persone fisiche ( ...

Chi saranno i nuovi frontalieri?

Sono considerati nuovi lavoratori frontalieri le persone che fanno il loro ingresso nel mercato del lavoro transfrontaliero dopo l'entrata in vigore del nuovo accordo.

Quante tasse devono pagare i frontalieri?

Trattandosi di frontaliere nella fascia di 20km dal confine vediamo come avviene la tassazione: Imposta Svizzera: 100.000 * 15% (ipotetica aliquota di tassazione Svizzera) * 80% = 12.000 euro. Imposta in Italia: 90.000 (100.000 – franchigia) su cui viene applicata la tassazione per scaglioni IRPEF.

Trovate 39 domande correlate

Cosa può detrarre un frontaliere?

Il frontaliere svizzero che non paga le tasse in Italia può beneficiare del superbonus 110% con la cessione del credito o lo sconto in fattura.

Chi lavora in Svizzera deve fare il 730 in Italia?

3) Come dichiaro in Italia il reddito da lavoro dipendente prodotto in Svizzera? Il lavoratore frontaliere in senso stretto non deve indicare nella dichiarazione 730 o modello UNICO PF il reddito da lavoro dipendente prodotto in Svizzera.

Cosa cambia in Svizzera dal 2023?

I frontalieri svizzeri in smart working dal 1° febbraio 2023 non godranno più della salvaguardia del regime di tassazione esclusiva nel Paese dove normalmente lavorano. Ciò rappresenta l'unica novità prevista nel 2023 visto che le nuove regole di tassazione dei frontalieri avranno efficacia dal 2024.

Come è tassato un italiano che lavora in Svizzera?

Lavoratori frontalieri con la Svizzera

Infatti, la tassazione del reddito di questi soggetti avviene esclusivamente in Italia, ove possono beneficiare di una franchigia di € 7.500. Il reddito superiore alla franchigia subisce normale tassazione IRPEF.

Come viene tassato un frontaliere fuori dalla fascia dei 20 km?

Invece, per coloro la cui residenza è in comuni oltre 20 km dal confine deve pagare le tasse anche in Italia, con una franchigia, come abbiamo visto, pari a 7.500 euro, che è detratta dal reddito totale sul quale si calcola l'imposta Irpef.

Come evitare la doppia tassazione in Italia?

La doppia imposizione viene comunque eliminata mediante l'applicazione dell'articolo 165 del Tuir, secondo il quale le imposte pagate all'estero a titolo definitivo sono ammesse in detrazione dall'imposta netta fino a concorrenza della quota di imposta italiana.

Chi è esonerato dal monitoraggio fiscale frontalieri?

Sono esonerati dalla disciplina sul monitoraggio fiscale i soggetti residenti in Italia che prestano la propria attività lavorativa in via continuativa all'estero in zone di frontiera e in altri Paesi limitrofi con riferimento agli investimenti e alle attività estere di natura finanziaria detenute nel Paese in cui ...

Chi lavora in Svizzera deve pagare le tasse in Italia?

Naturalmente, i lavoratori frontalieri rimangono soggetti a tassazione anche nello Stato di residenza, che eliminerà la doppia imposizione, nel senso che dovrà riconoscere al lavoratore italiano un credito d'imposta per l'imposta pagata in Svizzera (ex art.

Quanto guadagna un operaio frontaliere in Svizzera?

SALARIO MINIMO IN SVIZZERA PER FRONTALIERI

Per loro dal 2021 la paga è di circa 3500 – 3600 euro al mese. Inizialmente i lavoratori di confine, nei loro settori d'impiego, fino all'arrivo delle nuove leggi, percepivano remunerazioni ben inferiori.

Come funziona la disoccupazione per i frontalieri?

Il lavoratore frontaliere, indipendentemente dalla sua nazionalità, ha diritto a richiedere l'indennità di disoccupazione nel proprio Stato di residenza (art. 65, Reg. Ue 883/04). Il frontaliere residente in Italia ha pertanto diritto a richiedere l'indennità di disoccupazione “NASPI” erogata dall'INPS.

Chi è considerato vecchio frontaliere?

Tutti i lavoratori frontalieri residenti nella fascia di confine che hanno lavorato in Svizzera tra il 31.12.2018 ed oggi saranno considerati “vecchi frontalieri”.

Quanto conviene lavorare in Svizzera e vivere in Italia?

Vantaggi: – il livello del salario è del 50% (in media) più alto rispetto all'Italia. – In Svizzera gli stipendi sono alti, ma anche il tenore di vita e i prezzi sono alti. Rimanendo in Italia quindi, si mantiene intatto un certo potere di acquisto dello stipendio: la vita in Italia è molto meno cara.

Qual è il cantone svizzero dove si pagano meno tasse?

Il cantone di Zug è sicuramente il cantone in grado di offrire l'aliquota fiscale più bassa per le imprese, con il suo 11,85%. Anche per quanto riguarda la tassazione media sulle persone fisiche questo cantone si trova sicuramente ai primi posti della classifica.

Quanto conviene fare il frontaliere in Svizzera?

Il salario Svizzero di un frontaliere medio equivale quasi al triplo di un normale dipendente italiano. Non si diventa ricchi, ma sicuramente questo reddito permette un buon tenore di vita in Italia.

Cosa sono i ristorni dei frontalieri?

Il ristorno fiscale nasce da un accordo tra Italia Svizzera siglato nel 1974 e prevede che parte delle tasse pagate in Svizzera dai lavoratori frontalieri italiani ritornino agli Enti Locali, in particolare Province, Comuni e Comunità Montane.

Quanto si pagano le tasse in Svizzera?

Poiché la Svizzera ha un sistema federalista, sono previsti tre livelli di tassazione: federale (7,83% sugli utili); cantonale (dal 4,4 al 19%); comunale (dal 4 al 16%).

Chi lavora in Svizzera deve fare Isee?

Chi lavora in Svizzera deve fare la dichiarazione dei redditi? Chi lavora in Svizzera ma ha mantenuto la residenza in Italia, dunque non è iscritto all'AIRE, è tenuto a presentare normale dichiarazione dei redditi.

Quanti chilometri per essere frontaliere?

Sono considerati frontalieri svizzeri i residenti in comuni italiani il cui territorio è compreso nella fascia di 20 km dal confine con uno dei Cantoni del Ticino, dei Grigioni e del Vallese.

Dove vivere per fare il frontaliere?

Una soluzione vantaggiosa è lavorare in Svizzera ma risiedere in Italia, rientrando nella categoria dei frontalieri. Questo è fattibile se si vive vicino ai confini, ad esempio Varese, Como, Sondrio, Verbania Cusio Ossola.