Perchè i fiori dell'ortensia sono VERDI

Perché i fiori dell ortensia appassiscono?

Domanda di: Dott. Valdo Serra  |  Ultimo aggiornamento: 17 marzo 2023
Valutazione: 4.5/5 (46 voti)

Un'ortensia che viene tenuta in un posto molto caldo o molto soleggiato, o che riceve annaffiature sporadiche, o insufficienti, tende a sacrificare le sue infiorescenze, lasciandole appassire.

Cosa fare quando i fiori delle ortensie appassiscono?

Durante la fioritura si possono recidere i fiori appassiti per dare vigore a quelli ancora in bocciolo. Le ortensie, sia in vaso che in giardino, richiedono irrigazioni regolari e abbondanti in estate, ogni 2-3 giorni o quando il terriccio risulta asciutto.

Perché i fiori delle ortensie si afflosciano?

Le cause sono la carenza di acqua e le temperature troppo elevate. Innaffiare e fare docce sul fogliame e sui fiori, ogni sera. A volte il terreno è bagnato, ma le foglie si afflosciano nelle ore più calde: è normale, le ortensie non amano il caldo, in genere si riprendono verso sera.

Quando si tagliano i fiori secchi delle ortensie?

Quando si tagliano i fiori delle ortensie? La potatura dei fiori secchi di ortensia va fatta tra fine marzo e inizi aprile. Per chi vive in zone in cui il caldo arriva prima, il mese ideale è febbraio.

Quante volte va annaffiata l ortensia?

Quando innaffiare le ortensie

Le ortensie vanno bagnate con regolarità circa una volta al giorno. Però, più che una doccia leggera sulle foglie, serve acqua sul terreno. Ma senza inzupparlo.

Trovate 21 domande correlate

Quanto rimangono fiorite le ortensie?

L'epoca di fioritura delle ortensie varia da specie a specie e avviene sempre tra la primavera e l'estate. Nei nostri climi fiorisce in aprile e in appartamento la sua fioritura può durare anche 6-8 settimane, purchè siano rispettate le condizioni di esposizione, temperatura e annaffiatura.

Dove bisogna tenere l ortensia?

L'ortensia è una pianta che preferisce un clima fresco e mite e temperature non troppo elevate pertanto, se vivete in zone particolarmente calde, posizionate le piante in zone al riparo dal sole e quindi dalla luce diretta.

Dove tagliare le ortensie sfiorite?

Oltre agli interventi di pulizia dai rami secchi (che tratteremo di seguito), le piante vanno potate asportando le infiorescenze sfiorite con un taglio effettuato sopra la prima coppia di gemme che troverete sotto il fiore.

Dove tagliare i fiori secchi delle ortensie?

Per eliminare i fiori secchi quindi dobbiamo essenzialmente limitarci a tagliare poco sotto il fiore. Sembra poco ortodosso ma contestualmente dovete lasciare, se vi sono delle foglie verdi ancora sul quel ramo dal quale avete tagliato il fiore secco, che le stese cadano da sole.

Dove tagliare fiori ortensia?

I fiori secchi delle ortensie che non sono stati tagliati in autunno si tagliano sopra l'ultima coppia di gemme. In presenza di piante adulte (oltre i 10-12 anni di età) cresciute in modo disordinato, potare a livello del suolo per eliminare un terzo dei fusti più vecchi.

Come aiutare le ortensie?

Per curare la pianta di Ortensia adeguatamente è necessario darle molto nutrimento, ciò significa che bisogna fornirgli un terreno grasso e possibilmente concime organico, oltre che acido. Il concime da dare alle Ortensie deve essere di circa il doppio rispetto a quello che si dà normalmente alle piante.

Che acqua dare alle ortensie?

L'acqua per innaffiare le ortensie non deve essere troppo calcarea per non alterare il pH del terreno, che deve mantenersi basso. Se l'acqua del vostro rubinetto ha troppo calcare, il consiglio è di utilizzare l'acqua piovana.

Come rinforzare le ortensie?

Per rinforzare il colore dei fiori di ortensia blu, abbassate il pH del terreno aggiungendo zolfo o muschio di torba al terreno. Potete anche aggiungere ulteriore solfato di alluminio al terreno durante la stagione di crescita.

Come si curano le ortensie in vaso?

Ortensia in vaso cura

Preferisce luoghi luminosi, ma non direttamente esposti al sole. Ha bisogno di un terriccio ricco di torba per mantenere un buon drenaggio e una giusta acidità. La temperatura non deve superare i 18 gradi, altrimenti la fioritura si può interrompere.

Come curare le ortensie in vaso in casa?

Se vuoi coltivare l'ortensia in casa dovrai darle il concime con maggiore frequenza. Devi innaffiarle regolarmente per mantenere il terreno sempre umido. Per la coltivazione in vaso, scegli dei vasi di plastica perché trattengono meglio l'acqua. Le ortensie vanno potate in estate o comunque dopo la fioritura.

Perché cadono i fiori?

La caduta di boccioli, fiori e foglie di solito avviene come un mezzo per proteggere le piante e gli alberi dalla disidratazione. Per i fiori recisi e le piante in vaso, la caduta di boccioli, fiori e foglie è spesso il risultato di una sovrapproduzione dell'ormone della maturazione, l'etilene.

Cosa succede se non si potano le ortensie?

Se veniamo presi dall'istinto di tagliare e non lo facciamo bene, è possibile perdere la fioritura e/o addirittura potremmo rallentare lo sviluppo della nostra ortensia. Quindi potare in modo corretto ci aiuterà nella fioritura e nella crescita e sviluppo armonico della pianta.

Dove mettere le ortensie in inverno?

Oltre a quanto già indicato, nelle regioni alpine e prealpine, riparatela in serra fredda o sotto teli trasparenti. Stesso consiglio in Appennino: la quota limite oltre la quale la mancanza di riparo porta a morte l'ortensia sono i 1200 m d'altitudine.

Come potare le ortensie in estate?

Tagliate i rami vecchi a circa 25/30 centimetri dal suolo, a un paio di centimetri da una coppia di gemme. E' importante lasciare un paio di gemme perché è da qui che nasceranno due rami nuovi che regaleranno la fioritura delle ortensie nella primavera che segue.

Quante volte all'anno fiorisce l ortensia?

Le ortensie cominciano la loro attività vegetativa i primi giorni del mese di marzo, fioriscono in aprile, la fioritura può durare anche per 6-8 settimane e si spogliano dei loro fiori durante il periodo invernale.

Che temperature sopportano le ortensie?

Come coltivare le Ortensie: temperature e luminosità

È una pianta rustica e tollera bene anche le basse temperature. CI sono varietà che tollerano meglio il gelo: l'Hydrangea petiolaris resiste fino a -20°C mentre l'Hydrangea quercifolia soffre sotto i -5°C.

Che tipo di concime si dà alle ortensie?

Concimazione delle ortensie

Concimate le ortensie a fine autunno-inizio inverno (novembre-dicembre) con letame maturo alla dose di 1-1,5 kg per pianta, steso attorno al fusto anche come pacciamatura.

Come nutrire le ortensie in modo naturale?

Anche la farina di soia o l'erba medica sono ottimi concimi naturali in grado di ristabilire la quantità di azoto necessaria al terreno per ospitare nel migliore dei modi le tue ortensie. I lupini macinati sono un ottimo concime per la concimazione di tutte le piante acidofile come l'ortensia.

Cosa fa l'aceto alle ortensie?

Come prima cosa un avvertimento: non versare mai l'aceto direttamente sulle ortensie. L'aceto ha una forza corrosiva molto forte proprio per la sua acidità quindi fungerà da erbicida danneggiando le tue ortensie.

Come rendere la terra acida?

Infine, anche la sostanza organica acidifica il suolo, quindi per acidificare il terreno puoi optare per una pacciamatura fatta con residui vegetali – per esempio foglie, aghi di conifere, erba tagliata, paglia – oppure mescolare alla terra letame, segatura di legno o fondi di caffè.