Disturbi dell'apprendimento (dislessia, disgrafia): approcci innovativi e familiarità

Quali sono le principali cause dei disturbi dell'apprendimento?

Domanda di: Ing. Lucia Messina  |  Ultimo aggiornamento: 17 marzo 2023
Valutazione: 4.8/5 (10 voti)

Le principali cause dei disturbi dell'apprendimento includono:
  • Fattori genetici ed acquisiti.
  • Basso peso alla nascita.
  • Nascita prematura o post-termine.
  • Ittero grave.
  • Danni da asfissia perinatale.
  • Esposizione a tossine ambientali.
  • Infezioni del sistema nervoso centrale.
  • Neoplasie maligne.

Qual è l'origine o il motivo delle difficoltà di apprendimento?

Attualmente, quindi, non è nota una specifica causa ma si ritiene che il disturbo dell'apprendimento abbia un'origine multifattoriale di tipo sia genetico, sia ambientale. I DSA possono anche presentarsi in associazione ad altre malattie o disturbi meglio definiti quali ad esempio, la sindrome di Down e l'autismo.

Come si cura il disturbo dell'apprendimento?

Si può guarire dai DSA? Il DSA non è una malattia, bensì una condizione di neurodiversità e, in quanto tale, non guarisce.

Quando si manifestano i disturbi dell'apprendimento?

I Disturbi dell'Apprendimento si manifestano con caratteristiche diverse a seconda dell'età evolutiva e delle fasi di apprendimento scolastico. La prevalenza è maggiore nella fascia d'età 8-10 anni.

Quali possono essere i disturbi dell'apprendimento?

I disturbi che rientrano in questa categoria diagnostica sono quattro: la dislessia, la disgrafia, la disortografia e la discalculia. I DSA sono disturbi di origine neurobiologica che hanno anche una matrice evolutiva e si mostrano come un'atipia dello sviluppo.

Trovate 23 domande correlate

Come ci si accorge dei disturbi di apprendimento?

Sintomi dei disturbi dell'apprendimento

Si possono manifestare ritardi nell'apprendimento della lettura e della scrittura. Altri sintomi possono essere una breve durata dell'attenzione e tendenza a distrarsi (con aspetti simili al disturbo da deficit di attenzione-iperattività Common.

Come si diagnostica un disturbo dell'apprendimento?

Lo psicologo dell'équipe somministra al bambino il test cognitivo WISC-IV mentre il logopedista propone prove di lettura, comprensione, scrittura, velocità di scrittura, calcolo, problem solving. Questi test di base permettono già di porre una diagnosi di dislessia, disgrafia, disortografia, discalculia.

Chi si occupa dei disturbi dell'apprendimento?

In Italia, la diagnosi clinica della dislessia può essere eseguita solo da psicologi e medici dell'infanzia specializzati in disturbi specifici dell'apprendimento. Puoi trovare i clinici abilitati alla diagnosi nella tua Asl locale o negli studi privati.

Chi diagnostica i disturbi dell'apprendimento?

La diagnosi di DSA può essere rilasciata, oltre che dalle Unità di Neuropsichiatria Infantile delle ASL o degli ospedali, da équipe private di specialisti accreditate dall'ASL.

Come guariscono i bambini da deficit dell'attenzione?

Sebbene non esista una cura per l'ADHD, questa può essere gestita in giovane età con un supporto educativo appropriato, l'affiancamento alla famiglia e quando necessario la psicoterapia (terapia cognitivo comportamentale) e/o farmaci.

Come aiutare un bambino con disturbo di apprendimento?

Come aiutare un bambino dislessico a studiare
  1. organizzare un ambiente di studio adatto. Una delle maggiori difficoltà dei bambini dislessici è la concentrazione. ...
  2. pianificare i compiti. ...
  3. facilitare la lettura. ...
  4. stimolare la curiosità. ...
  5. valorizzare i successi. ...
  6. sviluppare la concentrazione.

Cosa ostacola l'apprendimento?

Altri atteggiamenti invece con l'intento di aiutare, trasmettono sfiducia nella capacità dell'alunno come: fare i compiti organizzare il materiale e la cartella al posto loro, farsi carico di integrare tesine, temi, ricerche con cospicue aggiunte elaborate dagli adulti, oppure fare richieste generiche come: “Impegnati ...

Quale sport per bambini con DSA?

Gli sport situazionali (tennis, arti marziali, scherma) e quelli individuali (equitazione, atletica, danza, nuoto) meglio si addicono al recupero.

Che differenza c'è tra disturbo dell'apprendimento e difficoltà dell'apprendimento?

Quando si è in presenza di difficoltà, con le strategie di insegnamento corrette e mirate le capacità del bambino migliorano significativamente. Nel disturbo, invece, continua a esserci una condizione non adeguata alle caratteristiche dell'età.

Come parlano i dislessici?

Si parla di lettura fonica frammentata o non-lettura, per indicare una decodifica molto lenta con la conseguente confusione di sillabe che si affollano nella mente del bambino. Lettere e numeri sono spesso invertiti durante la lettura rendendo poco chiara la comprensione del testo.

Quali sono i disturbi che più frequentemente troviamo con i DSA?

Dall'analisi della letteratura i disturbi che più frequentemente si riscontrano in comorbilità con i Disturbi Specifici dell'Apprendimento sono: il disturbo da deficit dell'attenzione/iperattività (ADHD) e i Disturbi Specifici del Linguaggio (DSL).

Quando un bambino ha bisogno di sostegno?

bambini con disabilità; bambini con Funzionamento Intellettivo Limite; bambini con disturbi evolutivi specifici (DSA, ADHD, deficit del linguaggio, delle aree non verbali, della coordinazione motoria, Autismo); bambini con svantaggio linguistico, culturale e socio-economico.

Che cosa è la disprassia?

Cos'è la disprassia? La disprassia è caratterizzata dalla difficoltà nel coordinare i movimenti necessari per compiere un'azione volontaria, può riguardare sia la motricità globale sia specifiche aree del corpo (mani, occhi, bocca…).

Come lavorare nei DSA disturbi specifici dell'apprendimento?

Oggi, quindi per lavorare nei Disturbi dell'Apprendimento, è necessario:
  1. Uscire dall'ottica classica di offrire solo “diagnosi e riabilitazione”;
  2. Fare un'analisi accurata dello scenario professionale, con i suoi limiti e le sue opportunità;
  3. Farsi conoscere dalle famiglie, dalle scuole e dai centri specialistici;

Come capire se un bambino ha un DSA?

I segnali più comuni del bambino per ipotizzare la presenza di DSA sono:
  1. Confusione destra e sinistra;
  2. Difficoltà nella memorizzazione di sequenze di giorni della settimana, mesi, stagioni, alfabeto;
  3. Difficoltà nella lettura dell'orologio analogico;
  4. Confusione tra le lettere graficamente simili;

Come capire se un bambino ha disturbo dell'attenzione?

I bambini con ADHD:
  1. hanno difficoltà a completare qualsiasi attività che richieda concentrazione.
  2. sembrano non ascoltare nulla di quanto gli viene detto.
  3. sono eccessivamente vivaci, corrono o si arrampicano, saltano sulle sedie.
  4. si distraggono molto facilmente.

Quando un bambino ha problemi di apprendimento?

I disturbi di apprendimento coinvolgono la difficoltà nella concentrazione o nell'attenzione, nello sviluppo del linguaggio, o nell'elaborazione delle informazioni visive e uditive. La diagnosi comprende valutazioni intellettive, educative, del linguaggio e della fluenza, valutazioni mediche e psicologiche.

Chi è DSA ha la 104?

Di fatto, raramente, un bambino o ragazzo DSA riceve la certificazione della 104/92: succede nei casi in cui il disturbo sia grave o molto severo o nel caso in cui ci sia una comorbidità con altri disturbi.

Quando un bambino non riesce a memorizzare?

Se vedete che le difficoltà persistono o interferiscono con i risultati scolastici, è consigliabile rivolgersi ad uno psicologo esperto dell'ambito, affinché valuti con strumenti specifici quali siano le cause che comportano le difficoltà a memorizzare.

Quanto dura DSA?

La diagnosi DSA non ha scadenza

Dislessia, discalculia, disgrafia e disortografia infatti sono disturbi innati di origine neurobiologica, dai quali non si può guarire. Possiamo dire quindi che la diagnosi è per sempre e che la certificazione non ha scadenza.

Articolo precedente
Quali sono i tipi di rette?
Articolo successivo
Quale l'animale che non muore mai?