E se arriva la Guardia di Finanza a fare un controllo, cosa può fare?

Quanto dura un controllo della finanza?

Domanda di: Lia Leone  |  Ultimo aggiornamento: 17 marzo 2023
Valutazione: 4.6/5 (16 voti)

la permanenza dei verificatori civili o militari dell'amministrazione finanziaria, dovuta a verifiche presso la sede del contribuente, non può superare i 30 giorni lavorativi, prorogabili per ulteriori 30 giorni nei casi di particolare complessità dell'indagine individuati e motivati dal dirigente dell'ufficio.

Quanto durano i controlli della finanza?

L' articolo 12, comma 5 della legge n. 212/2000 stabilisce che la permanenza dei verificatori dell'agenzia delle Entrate o della guardia di finanza, dovuta a verifiche presso la sede del contribuente, non può superare i trenta giorni lavorativi.

Quanto tempo ha il Fisco per controllare?

L'Agenzia delle Entrate ha a disposizione cinque anni di tempo per accertare le posizioni dei contribuenti, che decorrono dalla data in cui è stata presentata la dichiarazione dei redditi. Se la dichiarazione non è stata presentata, il termine si estende a sette anni.

Cosa può controllare la Guardia di Finanza?

La fase di ricerca dei controlli della Guardia di Finanza ha lo scopo di verificare il rispetto della normativa tributaria sulla documentazione contabile (libri, registri, scritture e altri documenti).

Quando scattano i controlli della Guardia di Finanza?

Quando scatta un controllo fiscale per aziende e professionisti? Alla luce di quanto detto finora, possiamo dedurre che i controlli fiscali vengono eseguiti già in automatico a partire dal momento in cui vengono depositate le dichiarazioni, e per i cinque anni successivi.

Trovate 35 domande correlate

Cosa succede dopo una segnalazione alla Guardia di Finanza?

Una volta inoltrato un esposto alla guardia di finanza, questa interverrà per verificare se la segnalazione riguardava un'ipotesi di reato oppure no. Nel primo caso, la stessa denuncerà il fatto all'autorità giudiziaria per procedere nei confronti dei responsabili.

Come si fa a mandare un controllo della finanza?

Se, quindi, vuoi fare segnalazioni, esposti o denunce contatta il numero gratuito di pubblica utilità 117 (attivo 24 ore su 24), ovvero un qualsiasi Reparto della Guardia di Finanza (individuabile attraverso la pagina Trova il Reparto). Riceverai tutte le informazioni di cui hai bisogno sulle procedure da seguire.

Cosa fa scattare un accertamento fiscale?

Di solito il Fisco mette in moto il processo che porta il contribuente a subire un accertamento fiscale, quando nota delle incongruenze tra le informazioni che riceve dalle varie “fonti di notizia”. Ciò fa presupporre delle possibili dichiarazioni mendaci e di conseguenza gli ispettori vanno a dare un'occhiata.

Per quale motivo la finanza viene a casa?

Perché possa essere concesso il “nulla osta” all'accesso domiciliare è necessario che la richiesta indichi gravi indizi di evasione fiscale. Senza questi «gravi indizi» il procuratore non potrà concedere alcuna autorizzazione; ciò al fine di salvaguardare l'inviolabilità del domicilio del contribuente.

Quando interviene la Finanza?

Conosciuta anche come Fiamme Gialle, la Guardia di Finanza si occupa principalmente dei reati che riguardano l'economia e la materia tributaria, ed intervengono soprattutto nei reati di truffa e di evasione fiscale.

Cosa succede se non ho i soldi per pagare le tasse?

L'autore di questa risposta ha richiesto la rimozione di questo contenuto.

Quando l'Agenzia delle Entrate controlla i conti correnti?

Dal mese di marzo 2022 infatti l'Agenzia delle Entrate potrà controllare anche tutti i conti correnti dei cittadini italiani, e in particolare potrà verificare tutte le spese sostenute. Anche le carte di credito vengono monitorate secondo i nuovi controlli, esclusivamente per individuare gli evasori fiscali.

Come evitare i controlli del Fisco?

Come evitare i controlli fiscali?
  1. Evitare di pagare in contanti e preferire modalità tracciabili così che sia possibile dimostrare l'uso delle somme di denaro;
  2. Certificare i prestiti e i finanziamenti anche quando si tratta di familiari così da poter giustificare al fisco, se necessario, lo spostamento di denaro;

Quali sono i controlli formali?

controlli formali – riscontro dei dati indicati nella dichiarazione con i documenti che attestano la correttezza dei dati dichiarati – effettuati su determinate dichiarazioni dei redditi, selezionate a livello centrale in base a criteri fondati sull'analisi del rischio.

Quando la Guardia di Finanza viene a casa?

Per accedere nelle abitazioni occorrono «gravi indizi» di violazione delle norme tributarie e, quindi, un fondato sospetto di evasione fiscale. E in tali situazioni occorre trovare le prove di questi probabili illeciti, che potrebbero trovarsi proprio dentro ai locali domestici.

Cosa può fare un finanziere?

Di cosa si occupano i Finanzieri? Tra i compiti principali dei Finanzieri ci sono le funzioni di polizia economica e finanziaria a tutela del bilancio pubblico, delle regioni, degli enti locali e dell'Unione Europea.

Come vengono fatti i controlli dell'Agenzia delle Entrate?

In via generale, i controlli sostanziali sono realizzati mediante accessi, ispezioni o verifiche presso i contribuenti, mediante questionari, o con la convocazione del contribuente presso l'ufficio, per acquisire ulteriori elementi istruttori o per instaurare il contraddittorio.

Quanto è la multa per evasione fiscale?

L'autore di questa risposta ha richiesto la rimozione di questo contenuto.

Cosa si rischia a pagare in nero?

L'autore di questa risposta ha richiesto la rimozione di questo contenuto.

Dove si evade di più in Italia?

La percentuale più alta riguarda i lavoratori autonomi e fra questi: chi fa ripetizioni private, artigiani come elettricisti, falegnami, fabbri, idraulici e muratori. CHI EVADE DI MENO? Commercialisti, notai e veterinari.

Quali sono le conseguenze di un esposto?

Attraverso l'esposto, infatti, un soggetto può chiedere l'intervento delle autorità per risolvere una controversia sorta tra le parti, che momentaneamente non è sfociata nel penale. In altre parole possiamo dire, i carabinieri sono tenuti a intervenire per controllare cosa sta succedendo.

Che differenza c'è tra segnalazione e denuncia?

L'esposto, abbiamo visto, rappresenta una segnalazione su fatti e circostanze lesive di una posizione giuridica civilmente rilevante. La denuncia è l'atto con il quale chiunque abbia notizia di un reato perseguibile d'ufficio ne informa il pubblico ministero o un ufficiale di polizia giudiziaria.

Come difendersi dalla Guardia di Finanza?

Ecco come difendersi dalla Guardia di Finanza

Innanzitutto si consiglia di fare sempre le domande e farsele verbalizzare. D'altro canto si sconsiglia di rilevare l'inutilizzabilità della prova illegittimamente acquisita per giocare questo fattore nella sede del contenzioso.

Quando vengono archiviate le denunce?

Archiviazione: cos'è? L'archiviazione viene disposta dal pubblico ministero ogni volta che la notizia di reato contenuta nella denuncia/querela, a seguito delle indagini svolte, si riveli infondata o non perseguibile penalmente.

Quanti controlli fa il fisco?

Nel caso in cui il contribuente abbia presentato la dichiarazione dei redditi, ma non è chiara la regolarità della stessa, gli anni oggetto di controllo si riducono a cinque.

Articolo precedente
Quando smettere di bagnare i cactus?
Articolo successivo
Quanti punti per entrare in Finanza?