PROCURA NOTARILE, COS'E' E COME FUNZIONA

Quanto tempo ci vuole per fare una procura?

Domanda di: Maria Messina  |  Ultimo aggiornamento: 17 marzo 2023
Valutazione: 4.9/5 (48 voti)

Quanto tempo ci vuole per fare una procura notarile? Una volta consegnata la documentazione necessaria richiesta dal notaio, è subito possibile procedere alla redazione della stessa in tempi molto brevi.

Quanto tempo ci vuole per una procura?

Le procure non hanno un limite temporale, non scadono (a meno che una scadenza sia stata richiesta dal mandante). Si estinguono automaticamente con la morte del mandante. La procura speciale é quella rilasciata per il compimento di un solo atto.

Cosa fare per avere una procura?

Nel momento in cui si vuole fare una procura notarile, sarà necessario rivolgersi al notaio portando con sé i seguenti documenti:
  1. il codice fiscale e la carta d'identità del rappresentato;
  2. il codice fiscale e la carta d'identità del rappresentante;

Quali documenti servono per fare una procura?

I documenti necessari alla procura notarile
  • Un documento d'identità valido di entrambe le parti;
  • Codice fiscale delle parti;
  • Generalità della persona a cui la procura è conferita (avvocato difensore).
  • Dati catastali dell'immobile;
  • Titolo di proprietà o acquisizione in caso di successione.

Come fare una procura e quanto costa?

L'autore di questa risposta ha richiesto la rimozione di questo contenuto.

Trovate 37 domande correlate

Come fare una procura senza notaio?

Si può fare una procura senza presentarsi davanti ad un notaio facendo una scrittura privata, delegando un parente che firma per procura.
...
Cosa serve per sottoscrivere la procura?
  1. carta d'identità o patente di guida del rappresentato;
  2. codice fiscale;
  3. dati e generalità del rappresentante.

Come fare una procura a distanza?

Si può anche stipulare una procura digitale, che verrà spedita tramite e-mail al notaio che riceverà l'atto definitivo. In quest'ultimo caso, la tecnologia permette di risparmiare i costi di spedizione ed assicura la ricezione pressoché immediata da parte del destinatario.

Quanto costa una procura semplice?

In media, il costo di una procura, senza contare la registrazione e i bolli, si aggira intorno ai 100 euro.

Che differenza c'è tra delega e procura?

La delega può essere speciale o generale. Quando speciale avrà ad oggetto il compimento di uno specifico atto e di tutti gli atti necessari al suo compimento. La procura generale invece avrà ad oggetto un numero indeterminato di atti.

Chi può rilasciare una procura?

Chi intende conferire procura (mandante) deve comparire personalmente presso gli Uffici di questo Consolato Generale munito di idoneo documento d'identità e fornire allo sportello precise indicazioni circa l'oggetto della procura.

Quanti tipi di procura ci sono?

A seconda dell'ampiezza dei poteri conferiti, si può distinguere la procura in: speciale, generica e generale.

Cosa non si può fare con una procura generale?

[2] Il mandato generale non comprende gli atti che eccedono l'ordinaria amministrazione, se non sono indicati espressamente”. Norma dettata in tema di mandato ma, per comune opinione, applicabile anche alla procura.

Chi deve firmare la procura speciale?

Il documento procura speciale firmato dal/i soggetto/i richiedente/i che conferisce il potere di rappresentanza del proprio interesse ad un altro soggetto denominato procuratore, è valido unicamente per l'istanza in oggetto.

Chi può fare una procura a vendere?

La procura per la firma di un mandato di vendita immobiliare è del tutto possibile. Il proprietario può effettivamente scegliere un rappresentante ufficiale se non può recarsi personalmente.

Quanto tempo è valida una procura notarile?

Nessuna norma di legge impone una durata alla procura, speciale o generale che sia. Pertanto, il conferimento del potere di rappresentanza deve ritenersi a tempo indeterminato, salvo che non venga espressamente previsto un termine nella procura stessa.

Come si firma per conto di un'altra persona?

Per nominare un delegato è necessario presentarsi in banca con la persona prescelta, munita di documento di identità e del codice fiscale e firmare l'atto di autorizzazione, detta anche delega, nella quale vanno specificati gli eventuali limiti alle operazioni che il delegato può effettuare.

Che differenza c'è tra procura e procura speciale?

Chiarito ciò, fin da questa breve fase di premessa, appare intuibile come la procura speciale abbia come oggetto il compimento di uno specifico affare, mentre la procura generale ha ad oggetto tutti gli affari di colui che la conferisce, o tutti gli affari che sono attinenti a una determinata categoria.

Che differenza c'è tra Procura generale e procura speciale?

Dunque, se la procura generale regolamenta tutti gli affari di un soggetto, quella speciale è riferita a uno specifico affare.

Perché si fa la procura speciale?

Procura speciale: quando serve

La procura è indispensabile in tutti i casi in cui il rappresentante è impedito a compiere personalmente un determinato atto giuridico che lo riguarda e del quale vuole mantenere in capo a sé gli effetti.

Dove si fa la Procura generale?

Ci si deve recare dal notaio per effettuare una procura generale quando la legge richiede per la stessa la forma dell'atto pubblico o della scrittura privata autenticata. Come già accennato, con la procura generale un soggetto conferisce al procuratore il potere di compiere più affari in suo nome.

Chi autentica la procura?

Il Sindaco, il Segretario comunale e il funzionario incaricato dal Sindaco possono autenticare tutti gli atti per cui il codice di procedura penale prevede l'autentica di firma, compreso il mandato ad agire agli avvocati.

Cosa succede se prelevo dal conto di mia madre morta?

Pertanto, in caso di prelievo di denaro dopo la morte dell'intestatario, chi ha eseguito lo stesso, è obbligato a restituire, agli altri eredi, la somma di denaro prelevata a meno che non abbia comunicato la gestione del denaro per conto e nell'interesse di tutti.

Che differenza c'è tra conto cointestato e delega?

La principale differenza tra la cointestazione e la delega risiede nella responsabilità: mentre nel caso di un conto cointestato la responsabilità in caso di eventuali scoperti di conto è divisa equamente tra tutti gli intestatari, nel caso della delega il responsabile è esclusivamente il titolare del conto.

Cosa succede al conto corrente in caso di morte?

Quando muore qualcuno che ha un conto corrente, la banca provvede immediatamente a bloccare il conto, finchè gli eredi (legittimi o testamentari) non si presenteranno a chiedere lo svincolo delle somme depositate sul conto.

Che succede se chi mi ha dato la procura muore?

La morte del rappresentato (cioè della persona fisica che ha conferito procura speciale) comporta l'estinzione della procura e, quindi, fa venir meno i poteri rappresentativi nel rappresentante [1].

Articolo precedente
Cosa rende chic?
Articolo successivo
Quanto dura il dolore al dente cariato?