CONTRATTO DI LOCAZIONE: come verificare se è registrato? | Dott. Paolo Florio

Come faccio a sapere se il mio contratto d'affitto è registrato?

Domanda di: Lamberto Martini  |  Ultimo aggiornamento: 17 marzo 2023
Valutazione: 4.1/5 (9 voti)

Accedendo al servizio telematico Fisconline, nella sezione Contratti di locazione del menu Strumenti, cliccando sulla voce Pagamenti registro Web è possibile visualizzare per ogni contratto regolarmente registrato: il nome dell'ufficio presso il quale è avvenuta la registrazione. l'anno.

Dove trovare contratto di locazione Agenzia delle Entrate?

Via web, tramite il sito internet www.agenziaentrate.gov.it. È possibile utilizzare il software RLI da installare su Pc o l'applicazione RLI web. Recandosi in un qualsiasi ufficio territoriale.

Come scaricare un contratto di locazione dall'Agenzia delle Entrate?

ci si può recare presso uno degli uffici territoriali dell'Agenzia delle Entrate; il servizio denominato “RLI web” consente di registrare il proprio contratto online; è possibile scaricare gratuitamente un software chiamato “Contratti di locazione e affitto di immobili (RLI).

Come avere un contratto di affitto registrato?

Il contratto di locazione può essere registrato: utilizzando i servizi telematici dell'Agenzia, modalità obbligatoria per gli agenti immobiliari e i possessori di almeno 10 immobili, facoltativa per tutti gli altri contribuenti, purché abilitati ai servizi telematici.

Cosa succede se non si registra il contratto di locazione?

La sanzione per mancata registrazione del contratto, inoltre, è piuttosto salata: dal 120% al 240% dell'imposta dovuta con un minimo di 200 euro e ridotta, poi, dal 60% al 120% nel caso in cui il ritardo nella registrazione non superi i 30 giorni.

Trovate 15 domande correlate

Quando l affittuario diventa proprietario?

Il diritto al passaggio di proprietà di una casa per usucapione può scattare anche nel caso in cui la casa sia affittata o concessa in comodato d'uso. Questo avviene sempre e soltanto se l'inquilino si sia occupato dell'immobile comportandosi come vero e proprio possessore della casa, per almeno 20 anni.

Quante volte bisogna registrare il contratto di affitto?

In assenza di disdetta, dunque, il contratto di locazione si rinnova all'infinito. Torniamo al quesito iniziale: quante volte si rinnova un contratto di locazione 4+4? La risposta è semplice: infinite volte. Può durare anche una vita e oltre, ossia proseguire con gli eredi, se nessuna delle due parti lo disdice.

Chi paga le spese di registrazione del contratto di affitto?

Le spese di registrazione del contratto sono a carico del conduttore e del locatore in parti uguali. È ammessa una diversa pattuizione che preveda di far gravare l'intera imposta sul locatore; secondo la giurisprudenza è, invece, nulla la pattuizione inversa.

Quanto costa la registrazione di un contratto di affitto?

La registrazione del contratto di affitto presso l'Agenzia delle Entrate implica il pagamento dell'imposta di registro, pari al 2% del canone annuo stabilito dalle parti o dalla legge, per un valore non inferiore a 67€ e dell'imposta di bollo, pari a 16€ ogni 100 righe e per ogni copia del contratto di locazione.

Chi paga la registrazione del contratto di locazione con cedolare secca?

Chi paga la cedolare secca il proprietario o l'inquilino? L'imposta sostitutiva prevista dalla registrazione di un contratto d'affitto con regime cedolare secca deve essere pagata dall'avente diritto di proprietà o di usufrutto sull'immobile in locazione.

Come si fa a registrare un contratto d'affitto all'Agenzia delle Entrate?

Per la registrazione è necessario portare la seguente documentazione:
  1. almeno 2 originali del contratto o in alternativa 1 originale e 1 copia di cui l'ufficio ne attesterà la conformità all'originale.
  2. la richiesta di registrazione, ossia il modello RLI compilato.

Dove si trova il numero di registrazione del contratto di locazione?

Il codice identificativo di un contratto di locazione è generalmente riportato nella copia del modello di registrazione del contratto, se la registrazione è stata effettuata presentando la documentazione in formato cartaceo.

Come verificare se è stata pagata imposta di registro?

Lo strumento si chiama estratto conto, o estratto di ruolo e non può che trovarsi su Internet, proprio sul sito dell'Agenzia delle Entrate Riscossione. Lì chiunque può controllare se ha pagato le tasse e verificare se ha qualche posizione aperta a sua insaputa.

Quanto tempo ci vuole per la registrazione di un contratto di affitto all'Agenzia delle Entrate?

I tempi di registrazione e di rilascio della ricevuta con i dati di registrazione rilasciata dall'Agenzia delle Entrate direttamente sulla tua casella di posta sono circa 48 ore lavorative.

Cosa guardare in un contratto di affitto?

Sottoscrivere un contratto d'affitto: a cosa prestare attenzione.
  • Controllo. ...
  • Canone di affitto. ...
  • Spese accessorie. ...
  • Cauzione d'affitto. ...
  • Subaffitto. ...
  • Animali domestici. ...
  • Documento scritto. ...
  • Convivere con un'altra persona.

Quanto costa fare un contratto di affitto al Caf?

L'imposta di registro che grava sui contratti di locazione ordinari (senza opzione per la "cedolare secca") è pari al 2% del canone annuo con un minimo di imposta pari ad euro 67,00; è inoltre dovuta l'imposta di bollo, variabile dal numero di pagine e di copie del contratto, con un minimo di 32,00 euro.

Cosa vuol dire contratto di affitto con cedolare secca?

La cedolare secca è una nuova modalità di imposizione fiscale per l'affitto di un'abitazione. Il proprietario che sceglie la cedolare secca non è più tassato in base alla propria aliquota marginale IRPEF, ma in misura fissa del 21% (o 19% per immobili a canone concordato).

Quante tasse si pagano su un contratto di affitto?

imposta di registro: questa solitamente corrisponde, nel caso di immobili a uso abitativo, al 2% del valore del canone annuo di affitto. Tale valore deve essere poi moltiplicato in base al numero di annualità previste nel contratto e può essere saldato in un'unica soluzione, oppure suddiviso in più rate.

Quanto costa registrare un contratto di affitto gratuito?

Come si registra il contratto di comodato

Per i contratti di comodato è dovuta l'imposta di registro di 200 euro, inoltre per i comodati in forma scritta è dovuta l'imposta di bollo di 16 euro. L'importo dei contrassegni deve essere di 16 euro ogni 4 facciate scritte e, comunque, ogni 100 righe.

Come si fa un contratto di affitto tra privati?

I documenti necessari per affittare senza agenzia che il proprietario dovrà consegnare:
  1. un documento d'identità e il relativo codice fiscale;
  2. la piantina dell'immobile;
  3. una copia dell'atto di acquisto dell'unità immobiliare o la relativa visura catastale;
  4. l'attestato di prestazione energetica.

Cosa significa contratto 3 2 con cedolare secca?

Che vuol dire contratto 3+2 con cedolare secca? Il contratto 3+2 con cedolare secca è un contratto di locazione a cui viene applicato un regime fiscale agevolato. Ha una durata minima di 3 anni e si rinnova automaticamente per altri 2, a patto che non ne venga data disdetta entro i tempi previsti dall'accordo.

Che valore ha un contratto non registrato?

Se il contratto di locazione non viene registrato il legislatore stabilisce che il contratto è nullo. Non c'è sanzione tributaria ma nullità negoziale testuale. Il locatore rischia di esser costretto a restituire i canoni, e quindi il conduttore possa far valere la nullità, e non procedere al pagamento dei canoni.

Quanto tempo ha il locatore per registrare un contratto di locazione?

La registrazione dei contratti di locazione deve avvenire entro 30 giorni dalla data di stipula o dalla sua decorrenza, se anteriore.

Quando il contratto di affitto si rinnova automaticamente?

Quando scade un contratto di affitto si rinnova automaticamente? I contratti di locazione a canone libero (4+4) e a canone concordato (3+2) si rinnovano in maniera automatica e con le medesime condizioni contrattuali rispettivamente alla scadenza dei primi 4 anni e dei primi 3 anni.

Cosa non deve mancare in un contratto di affitto?

Elementi necessari all'interno di un contratto
  • tipo di contratto;
  • identificazione delle parti;
  • dati dell'immobile;
  • durata del contratto;
  • canone corrisposto;
  • data e firma del contratto;
  • dichiarazione APE.

Articolo successivo
Dove si respira l'aria più pulita?