COME SI FA RICORSO al PREFETTO o RICORSO al GIUDICE di PACE? MULTA INGIUSTA? - Salvo Scovazzo

Come fare ricorso per una multa online?

Domanda di: Sig. Eustachio Gentile  |  Ultimo aggiornamento: 17 marzo 2023
Valutazione: 4.8/5 (56 voti)

La procedura guidata per la compilazione del ricorso contro le multe online gratis. Scegli la regione dove ti trovi, scegli al città dove ha sede l'ufficio del Giudice di Pace competente, clicca su compila il ricorso opposizione a sanzione amministrativa. Ti saranno richiesti: Dati anagrafici.

Come fare ricorso online multa?

Con un click gli utenti potranno contestare la multa che ritengono immeritata. Sarà sufficiente accedere al portale Vinco.net nella sezione “ricorsi fai da te” andare sulla parte contraddistinta dalla voce “crea il tuo ricorso”.

Come fare ricorso gratis?

Login. Il Ministero della Giustizia ha messo a disposizione dei cittadini il sistema SIGP@Internet Nazionale, la nuova piattaforma online che permette di compilare un ricorso contro una sanzione amministrativa o per decreti ingiuntivi e depositarla al giudice di pace in completa autonomia.

Come fare ricorso per una multa gratis?

Infine è possibile fare ricorso contro una multa davanti al Prefetto, entro 60 giorni dalla data di notifica della sanzione. In questo caso non è previsto nessun pagamento, infatti la procedura è completamente gratuita.

Come si fa a fare ricorso per una multa?

Il modo più semplice per contestare una multa è un ricorso al Giudice di Pace, iniziando il procedimento entro 30 giorni dalla notifica o dall'accertamento. La richiesta può essere presentata di persona, altrimenti è possibile incaricare un avvocato attraverso un'apposita delega, tenendo conto però delle spese legali.

Trovate 37 domande correlate

Quando conviene fare ricorso per una multa?

All'automobilista conviene proporre il ricorso in autotutela contro la multa auto ricevuta per stare alla larga da lungaggini burocratici e costi. Ma conviene anche alla stessa pubblica amministrazione per riparare a un errore commesso senza sobbarcarsi le spese derivanti da una eventuale condanna.

Quanto costa fare un ricorso contro una multa?

I costi del ricorso

Per potere inoltrare un Ricorso al Giudice di Pace è necessario sostenere un costo di euro di contributo unificato per multe che non superino i 1.033 euro. Per il ricorso alle multe fino a 1.100 euro, oltre al contributo unificato di 43 euro, si deve sostenere un bollo di 27€.

Come fare ricorso per una multa senza avvocato?

Per quanto riguarda le modalità del ricorso, è previsto l'invio di una lettera in carta semplice tramite raccomandata con ricevuta di ritorno diretta al Prefetto o indirizzata al comando di Polizia Municipale o all'ufficio dell'organo accertatore.

Cosa succede se si perde il ricorso?

Se perdete, il Giudice rigetta il ricorso: conferma la multa in misura doppia intimata dal Prefetto (100 euro) oppure conferma l'ammenda originaria (50 euro). E può condannarvi alle spese processuali.

Quali sono i motivi per contestare una multa?

In concreto si tratta di una via consigliabile in caso di:
  • errore di trascrizione del numero di targa;
  • multa già pagata;
  • errata rilevazione dei dati provenienti dai pubblici registri;
  • furto o cessione del veicolo in data antecedente l'accertamento dell'infrazione;
  • decesso del proprietario del veicolo o del trasgressore;

Quanti soldi ci vogliono per fare un ricorso?

Giusto per fare una media, in genere per un ricorso al TAR si spendono sui 5.000/6.000 euro tra contributo unificato e parcella dell'avvocato.

Quando la multa non è valida?

Le multe si prescrivono dopo cinque anni, questo termine decorre dall'ultimo atto formale notificato al trasgressore. Ma bisogna fare una precisazione ossia, se al trasgressore non è mai stato notificato il verbale con la contravvenzione non c'è bisogno di attendere i cinque anni.

Quando il verbale è nullo?

Dispositivo dell'art. 142 Codice di procedura penale. 1. Salve particolari disposizioni di legge(1), il verbale è nullo [177] se vi è incertezza assoluta sulle persone intervenute o se manca la sottoscrizione [110] del pubblico ufficiale che lo ha redatto.

Come presentare un ricorso?

Il ricorso può essere presentato:
  1. personalmente tramite deposito all'Ufficio o Comando da cui dipende l'agente accertatore;
  2. a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata all'Ufficio o Comando da cui dipende l'agente accertatore, oppure direttamente al Prefetto;
  3. a mezzo P.E.C.

Come contestare una multa con autovelox?

Anche per contestare una multa di autovelox, il ricorso può essere fatto scegliendo di rivolgersi al giudice di pace piuttosto che al Prefetto. I motivi che possono portare all'annullamento della sanzione possono essere svariati: tra i più comuni c'è quello della mancata taratura, detta anche omologazione.

Quanto tempo ha il Prefetto per rispondere a un ricorso?

Quanto tempo occorre per avere una risposta dal Prefetto? R: Entro 60 giorni la Polizia Locale istruisce il fascicolo e lo trasmette al Prefetto; entro 120 giorni la Prefettura decide in merito al ricorso; entro 150 giorni dalla sua emissione, l'ordinanza di ingiunzione di pagamento deve essere notificata.

Come pagare multa dopo ricorso?

Domanda: Quando e come pago la multa in caso di rigetto del ricorso? Risposta: Il pagamento della somma deve avvenire entro trenta giorni dalla notificazione della sentenza da parte dell'amministrazione cui appartiene l'organo accertatore con le modalità di pagamento da questa determinate.

Come scrivere bene un ricorso?

SUGGERIMENTI PER UNA BUONA SCRITTURA
  1. Usare frasi brevi (max 20-25 parole).
  2. Esplicitare i soggetti.
  3. Evitare la subordinazione, preferire la coordinazione.
  4. Limitare incisi e parentetiche (frasi brevi inserite in un costrutto). ...
  5. Preferire le frasi affermative.
  6. Preferire i modi e tempi verbali di uso più comune.

Cosa deve avere un verbale per essere valido?

L'indicazione del giorno, dell'ora e della località in cui la violazione è stata posta in essere, delle generalità del trasgressore, della residenza nonché degli estremi della patente di guida e del tipo di veicolo costituiscono elementi essenziali del verbale di contestazione.

Come fare ricorso se la multa arriva dopo 90 giorni?

Gli organi preposti dispongono poi di ulteriori 90 giorni per mandare la notifica del verbale al guidatore responsabile dell'infrazione. Oltre tale limite la multa può essere considerata prescritta, quindi è possibile contestarla e presentare un normale ricorso presso il giudice di pace o il prefetto.

Cosa succede se la multa arriva dopo 90 giorni?

se l'automobilista non ha ricevuto il verbale entro 90 giorni da quando ha commesso l'infrazione (al di là del momento in cui la stessa sia stata verbalizzata), la multa è illegittima.

Quanto costa contestare una multa al Prefetto?

Il ricorso al Prefetto è gratuito, quello al Giudice di Pace prevede il pagamento di un contributo unificato che varia in base all'importo totale delle multe oggetto del ricorso.

Come faccio a dimostrare che non ero io alla guida?

comunicare in ogni caso alla polizia, sempre nel termine di 60 giorni, la propria impossibilità a fornire le indicazioni dell'effettivo conducente. Chi infatti, pur se giustificato, non risponde affatto subisce la sanzione; fornire le prove a sostegno della motivazione addotta.

Che succede se pago meno dell'importo dovuto per la multa?

Se hai pagato meno, potresti subire il raddoppio della sanzione. Il caso che ha portato alla sentenza della Cassazione riguarda un soggetto che si è visto notificare una cartella di pagamento per 150,82 euro e al momento del versamento ha pagato un importo inferiore per una differenza di 3,25 euro.

Che differenza c'è tra multa e verbale?

Il termine verbale (impropriamente ma diffusamente chiamato "multa"), indica un documento in cui sono descritte le attività compiute o accertate e vengono riportate le eventuali dichiarazioni del trasgressore.

Articolo precedente
Chi ha diritto a tenere le ceneri?