Muffa sui muri di casa: perché si forma e come evitarla

Come non far uscire più la muffa?

Domanda di: Ing. Antonino Rizzo  |  Ultimo aggiornamento: 17 marzo 2023
Valutazione: 5/5 (48 voti)

Il miglior sistema per prevenire la muffa è arieggiare correttamente le stanze, in modo da mantenere la percentuale di umidità ideale. Il tasso di umidità degli ambienti domestici – nella stagione invernale – deve rimanere tra il 40-45% e il 50-55%.

Come non far tornare la muffa sui muri?

7 buone azioni per prevenire la muffa in casa
  1. Attenzione al tasso di umidità interno. ...
  2. Mantenere la luminosità in casa. ...
  3. Non addossare i mobili ai muri. ...
  4. Eliminare subito eventuali perdite di acqua. ...
  5. Utilizzate le cappe di aspirazione quando cucinate, per evitare che i vapori umidi si diffondano negli ambienti.

A quale temperatura muore la muffa?

A che temperatura muoiono le muffe

Se si vuole sfruttare il calore per uccidere le spore di muffa, allora bisogna tenere in considerazione di utilizzare una temperatura di almeno 100°.

Cosa mettere in casa contro la muffa?

Mix di aceto e acqua

Uno dei rimedi più conosciuti contro le muffe che si formano sulle pareti di casa è quello rappresentato da una miscela di acqua e aceto di vino bianco. Indicativamente il mix va preparato in una tazza di medie dimensioni piena d'acqua calda a cui vanno aggiunti due cucchiai di aceto.

Cosa odia la muffa?

la muffa “odia” la luce e non si forma in sua presenza: teniamo aperte persiane e tapparelle, apriamo le tende e lasciamo entrare sole e luce.

Trovate 37 domande correlate

Perché la candeggina non va bene per la muffa?

L'ipoclorito di sodio è un composto volatile ed evaporando perde la sua proprietà ed efficacia. La candeggina dunque elimina solo la macchia superficiale, ma non combatte la causa della formazione della muffa.

Che malattie fa venire la muffa?

La muffa viene involontariamente inalata ed ecco che entra in contatto con il naso, la gola e gli organi interni come polmoni e bronchi. Le malattie più comuni che possono insorgere sono il raffreddore, l'emicrania, l'asma, la sinusite e la bronchite.

Perché ho la casa piena di muffa?

Vi sono diverse cause alle quali attribuire la formazione della muffa in casa, in particolare della muffa sui muri, come scarsa ventilazione, eccessiva umidità, insufficiente isolamento termico, mancata esposizione alla luce solare e inadeguata manutenzione.

Qual è il miglior prodotto antimuffa?

I migliori prodotti antimuffa del 2023
  • Ariasana Smuffer Antimuffa Professionale, Antimuffa spray adatto contro funghi, alghe e sporco, Anti muffa bagno, cantina e cucina ecc., per interni ed esterni, 1x250ml. ...
  • 3% ...
  • SARATOGA Z10 500, 500 ml, unità ...
  • 9% ...
  • SOLUZIONE CANADESE - ANTIMUFFA NATURALE - SALI DI POTASSIO 1l.

Quando la muffa è pericolosa?

Tra i tanti tipi di muffa, quella più pericolosa è originata dal fungo strachybotrys chartarum che si presenta con macchie nere verdognole sulle pareti e sul soffitto della casa, provocata perlopiù dall'umidità e dalle infiltrazioni di acqua, le cui micotossine sono altamente cancerogene.

Cosa succede se dormi in una stanza con muffa?

Un rischio di vivere in una camera da letto con la muffa, e che merita di essere approfondito, è quello di incorrere nell'aspergillosi broncopolmonare allergica, una malattia polmonare causata da parti di muffe del genere “aspergillus”. Coloro che sono più a rischio sono i soggetti che sono già affetti da asma cronica.

Cosa succede se tocchi la muffa?

Le patologie riconducibili alla presenza di muffa e quindi di spore disperse in aria vive sono: Allergie respiratorie: le spore possono scatenare reazioni allergiche ed infiammazioni alle vie respiratorie. La reazione allergica respiratoria può manifestarsi con rinite, tosse, raffreddore congiuntivite.

Che succede se tocchi la muffa?

L'inalazione o il contatto tattile con le spore della muffa può infatti causare una reazione allergica a soggetti predisposti, che se interessati dal fenomeno potrebbero sviluppare i sintomi tipici di quasi tutte le allergie che colpiscono le vie aeree ovvero occhi rossi e irritati, naso che cola, tosse, starnuti, ...

Che cosa uccide la muffa?

Come accennavamo all'inizio, la muffa può morire se trattata con rimedi naturali, come un mix di acqua demineralizzata ed aceto o di bicarbonato di sodio, sale grosso e acqua ossigenata.

Quanto vive la muffa?

Quando le spore attaccano una superficie adatta al loro sviluppo, in condizioni atmosferiche favorevoli per umidità e temperatura, producono nuove generazioni di spore. Quanto vivono le spore della muffa? Una volta generata la spora resta vitale per circa 4 anni!

Quale candeggina usare per muffa?

Se invece il muro è asciutto o solo umido si può togliere la muffa usando la candeggina ACE Classica. Il procedimento permette di igienizzare la parete in modo che la muffa non si diffonda. In più, con la candeggina si possono eliminare anche i cattivi odori dell'umidità.

Quale aceto usare per la muffa?

Aceto bianco per muffa sui muri

L'aceto bianco deve essere utilizzato senza essere diluito con l'acqua, perché contiene una percentuale di acido acetico – il vero principio attivo che pulisce e disinfetta – molto bassa, è quindi preferibile un suo utilizzo puro, spruzzandolo direttamente sulla parte interessata.

Che temperatura tenere in casa per evitare muffa?

Per evitare di avere muffe o ridurne la quantità è necessario cercare di tenere temperature costanti nel tempo e nei vari locali dell'alloggio, mantenendo le temperature tra i 18 ed i 20°C.

Cosa fa la muffa alle persone?

Effetti sulla salute

E' dimostrato che l'esposizione alle muffe e/o umidità domestica si associa alla maggiore prevalen- za di sintomi respiratori, asma e danni funzionali respiratori.

Cosa uccide la muffa nera?

L'aceto bianco è un prodotto leggermente acido che pulisce, deodora e disinfetta. Può anche uccidere l'82% delle specie di muffe, inclusa la muffa nera, su superfici porose e non porose. Puoi usarlo in sicurezza sulla maggior parte delle superfici e il suo odore sgradevole scompare rapidamente.

Come pitturare una stanza con la muffa?

Tra i suggerimenti più diffusi in caso di muffa sui muri c'è l'utilizzo di una pittura lavabile-superlavabile poichè crea un film superficiale che impedisce all'acqua e all'umidità di penetrare.

Quale è la muffa più pericolosa?

Eccole nello specifico. La tossina prodotta da Stachybotrys chartarum è la più mortale, si tratta di quella che comunemente viene detta muffa nera. È responsabile di effetti più lievi con i classici sintomi allergici e problematiche a livello respiratorio come congestione nasale, attacchi di tosse, mal di gola.

Come inizia la muffa?

In un'abitazione con un determinato tasso di umidità e con le pareti esterne più fredde, il vapore acqueo trova le condizioni ideali per condensare a contatto con le superfici con una temperatura più bassa di quella di rugiada, con la conseguente formazione di muffe [in particolare sulle superfici porose].

Quanto tempo ci vuole per formare la muffa?

Il tempo minimo di formazione delle muffe (idrofile) in presenza di umidità prossima alla saturazione, cioè quasi acqua liquida, è di 48 ore.