Timo – Consigli per la coltivazione

Cosa fare con i fiori di timo?

Domanda di: Sig. Carlo Russo  |  Ultimo aggiornamento: 17 marzo 2023
Valutazione: 5/5 (44 voti)

Secondo Il Cucchiaio d'Argento: “In cucina questa intensa erba aromatica si può usare praticamente ovunque: profuma brodi, sia di carne che di verdure, si sposa bene con il pesce, ma anche con la carne, in particolare manzo, agnello e pollo, oltre che con la cacciagione.

Come si fa la tisana di timo?

> 2 g di foglie di timo; > 200 ml di acqua bollente. Lasciare in infusione le foglie di timo nell'acqua bollente per circa una decina di minuti. Filtrare e bere con poco miele aggiunto per rendere più gradevole il sapore.

A cosa fa bene la tisana al timo?

La tisana al timo è utile per digerire: bere una tazza di tisana con timo, come la Tisana Viola Balsamica, stimola la digestione e aiuta a contrastare la formazione di gas nell'intestino. Inoltre il timo ha un benefico effetto antispasmodico, anche quando gli spasmi e i dolori sono di tipo digestivo.

Quando si raccoglie il timo per farlo essiccare?

Le aromatiche vanno raccolte prima della fioritura, tranne origano, timo, lavanda e maggiorana che invece vanno raccolte quando sono in piena fioritura. Il momento migliore della giornata per il raccolto è al mattino, quando l'umidità della notte si è asciugata, ma prima che il sole diventi troppo caldo.

Quando si raccoglie il timo per conservarlo?

Per ottenere il sapore migliore e più potente, raccogli il timo appena prima della fioritura della pianta. Il timo è una di quelle erbe, come l' origano o la salvia, che ha un ottimo sapore sia fresco che essiccato.

Trovate 24 domande correlate

Quante volte si annaffia il timo?

La pianta del timo non necessita di grande quantità di acqua, resiste molto bene alla siccità, ma è fondamentale evitare i ristagni. È sufficiente innaffiare il terreno una o massimo due volte a settimana, sempre dopo averne verificato il livello di umidità.

Quanto dura una pianta di timo?

Una pianta di timo dura, mediamente tre-quattro anni. E durante la sua vita può raggiungere un'altezza di 20-30 centimetri. Il timo, che appartiene alla stessa famiglia del basilico, della lavanda e della menta (le Lamiaceae) ha gli steli legnosi, sottili e fragili. Il miele di timo è considerato uno dei più pregiati.

Come essiccare e conservare il timo?

Come essiccare il timo? Sciacquatelo bene sotto l'acqua corrente, avendo cura di scuotere le foglie ed eliminare quelle rovinate. Prendete un panno e stendete i rametti ad asciugare. Cercate di conservarlo in ambienti chiusi in modo che non perda l'aroma e utilizzate dei sacchetti di carta per assorbirne l'umidità.

Cosa si può fare con il timo?

Il timo viene utilizzato in cucina, in quanto, pur avendo un ruolo in termini di gusto, abbellisce le preparazioni. Il timo è un'erba aromatica, dunque funge da spezia. Da solo viene impiegato per condire il pesce e gli ortaggi dal sapore delicato, o al massimo acidulo come i pomodori e le zucchine.

Come utilizzare il timo secco?

Il timo essiccato ha un aroma più intenso di quello fresco: ottimo per insaporire secondi piatti di carne e pesce. Le foglie di timo sono molto versatili, puoi utilizzarle per insaporire piatti di cacciagione e brasati, ma anche nella preparazione di piatti a base di pesce, salse e sughi, uova, funghi e zuppe.

Dove va bene il timo?

Il timo è l'ingrediente ideale per aromatizzare le insalate, ma sposa bene anche i legumi (contribuisce a rendere più digeribili i fagioli) e i cereali lessati, gli ortaggi estivi quali ad esempio i pomodori, le zucchine, le melanzane e i peperoni; e ancora minestre, zuppe e passati di verdura, frittate ed infine ...

Come usare le foglie di timo?

Il timo si presta molto bene in cucina ad aromatizzare diversi piatti: si può usare nella preparazione di zuppe, minestre, vellutate ma può dare anche quel sapore in più a burger e polpette vegetali, frittate o farifrittate.

Quanto timo al giorno?

Versare ¼ di litro d'acqua bollente su un cucchiaio da tavola di timo essiccato e sminuzzato. Lasciare in infusione per 15 minuti e filtrare: coprire il recipiente con un coperchio per evitare di disperdere gli oli essenziali. In caso di tosse e bronchite se ne possono bere sino a 5 tazze al giorno.

Dove mettere il timo per raffreddore?

L'uso della crema al timo per il raffreddore, la tosse o per la febbre è molto semplice, poiché è sufficiente massaggiare la crema su petto e schiena una o due volte al giorno, preferibilmente prima di andare a dormire.

Come si usa il timo al limone?

Usi del timo al limone

Ottimo per aromatizzare verdure grigliate, funghi trifolati, carciofi e patate al forno, può anche essere aggiunto ai sughi per condire primi piatti, sulla pizza e in molte salse e creme di accompagnamento a vari secondi.

Come e quando si raccoglie il timo?

La raccolta del timo viene eseguita attraverso lo sfalcio della pianta fiorita (a tre-cinque centimetri da terra), da aprile a tutto il periodo estivo. Le parti utilizzate di questa pianta sono i fusti fioriti e le foglie. I fiori si possono raccogliere o a giugno oppure in settembre.

Perché si toglie il timo?

La rimozione del timo stabilizza e migliora il decorso clinico, come è stato dimostrato da molti studi. Questo vale specialmente nel suo caso in cui la diagnosi è sicura, la miastenia è generalizzata e lei è giovane. La timectomia aumenta notevolmente le sue probabilità di arrivare a una remissione completa.

Cosa stimola il timo?

Il Timo è utilizzato per scopi terapeutici e la sua principale funzione è la stimolazione delle difese immunitarie e l'annientamento dei batteri che minacciano la nostra salute.

Come essiccare il timo al forno?

Per velocizzare il procedimento, potete essiccare il timo utilizzando il forno. Impostate una temperatura bassa e disponete le foglie su una teglia da forno, lasciando lo sportello aperto. Girate frequentemente il timo fino a quando non inizia a diventare croccante.

Come si fa a essiccare?

Il metodo più veloce per essiccare frutta e verdura, ma soprattutto le erbe è quello con il microonde. Vi basterà ungere un piatto con dell'olio, posizionarvi le fette dell'alimento scelto e azionare il microonde alla massima temperatura per un minuto. Dopodiché girate ogni fetta e lasciate cuocere per un'altro minuto.

Come si fa ad essiccare?

Il più diffuso è con il forno: a bassa temperatura, dai 40 ai 60 °C, con forno ventilato o con forno statico socchiuso, tagliando a fette molto sottili i frutti dopo averli sbucciati e denocciolati.

Come si taglia il timo?

Potare il timo

Come premesso, il timo tende a crescere a cespugli così è necessario potare la pianta recidendo tutti i rami secchi e fragili. Per la potatura bisognerà praticare un taglio netto e obliquo, sfruttando una cesoia disinfettata e ben affilata. Il periodo migliore per potare il timo cade tra marzo e maggio.

Come si chiama il frutto del timo?

Frutti. Il frutto del timo è un tetrachenio costituito da cocchi ovoidali.

Quando fa i fiori il timo?

Fiorisce dalla primavera e per tutta l'estate. I fiori del timo sono molto ricchi di nettare per cui sono molto ricercati dalle api.

Quando piantare i semi del timo?

Come seminare il Timo

Se iniziamo dal seme, cioè la soluzione più economica, possiamo seminare il Timo in aprile e maggio. Abbiamo la possibilità di anticipare la semina già a marzo, in un semenzaio protetto e al caldo. Per poi trapiantare le piccole piantine nell'orto o nei vasi dopo un mese.

Articolo precedente
Cosa fa rima con Ovo?
Articolo successivo
Quali sono i nomi arabi?