COSA FARE SE TI PUNGE UN'APE O UNA VESPA

Come evitare che una vespa ti punge?

Domanda di: Caligola Villa  |  Ultimo aggiornamento: 17 marzo 2023
Valutazione: 5/5 (27 voti)

Indossate abiti chiari e abbinati sempre a profumi molto leggeri, non troppo intensi e forti. Evitate vestiti larghi, neri o di colori troppo vivaci. A fine giornata, se avete fatto una passeggiata in montagna o in campagna, fate una veloce ma accurata ispezione dei vostri vestiti.

Cosa fare se una vespa si avvicina?

Anche se si avvicina una vespa, cerchiamo di non scacciarla via agitandoci. Peggioriamo soltanto le cose, attirandola verso di noi. Mani e viso. Facciamo attenzione a queste parti del corpo perché sono le più esposte alle punture, essendo quelle che muoviamo maggiormente quando ci agitiamo.

Come scappare dalle vespe?

Anche gli oli essenziali sono sgraditi a vespe e api: olio di eucalipto, di lavanda e di citronella. Una goccia di olio essenziale in ogni angolo della casa, oppure un diffusore per ambienti a queste fagranze naturali caccerà questi insetti.

Perché ti punge una vespa?

Il motivo principale per cui le vespe pungono gli esseri umani è perché si sentono minacciate, un meccanismo di difesa che ha l'obiettivo di infliggere abbastanza dolore da scoraggiare azioni nei loro confronti.

Come comportarsi in presenza di vespe?

1. Mantenete la calma. Ammettiamolo, gli insetti possono essere fastidiosi e la paura di essere punti è giustificata. Ma quando ci ronza attorno una vespa è necessario mantenere la calma, perché fare movimenti bruschi o soffiare rende questo disturbatore volante soltanto più aggressivo.

Trovate 30 domande correlate

Che cosa temono le vespe?

Le vespe e i calabroni, come tutti gli insetti volanti, temono l'aria e il vento. Quindi se vuoi liberartene per un certo periodo, puoi accendere un ventilatore e sarai sicuro che vivrai senza vespe (ma anche senza mosche e senza zanzare) fintantoché rimarrà acceso.

Quando attaccano le vespe?

Il pungiglione

Sono più caute e attaccano solo se si sentono minacciate o se viene messo in pericolo l'alveare. Possono pungere una sola volta, perchè insieme allo stiletto perdono la vita.

Quale puntura fa più male vespa o ape?

Il pungiglione dell'ape è seghettato e pungendo si incastra sotto la pelle causando la morte dell'ape stessa. Le vespe invece, oltre a pungere anche senza che vengano minacciate, hanno un pungiglione liscio che permette loro di pungere più volte senza perderlo e restando quindi in vita anche dopo la puntura.

Come stordire una vespa?

Fumo, aceto e menta piperita sono i più diffusi metodi naturali per stordire le vespe e per eliminare un vespaio. Meglio agire di notte quando questi insetti sono meno attivi, indossare sempre un paio di guanti ed eliminare ogni traccia del nido per far sì che le vespe non ritornino.

Come allontanare le api e le vespe?

L'essenza di alloro, l'olio di eucalipto e quello di lavanda hanno un alto potere repellente, come anche le piante di citronella, geranio, canfora, alloro e basilico.
...
Tra i rimedi più efficaci troviamo:
  1. il caffè. ...
  2. l'aglio. ...
  3. Le bucce di cetrioli.

Cosa dà fastidio alle api?

Canfora e naftalina

Distribuiteli nei punti strategici della vostra casa, ad esempio nei pressi di porte, finestre e coperture, per sfruttare tutto il loro potere repellente nei confronti di api e altri insetti.

Dove vanno le vespe di notte?

Le Vespe prediligono luoghi protetti ma con una facile via di uscita: solai, grondaie e in generale le intercapedini, sono tra i punti prescelti.

Perché si usa l'ammoniaca contro le punture di insetti?

Un rimedio efficace e dall'effetto praticamente immediato è quello di tamponare la zona colpita con un batuffolo di cotone imbevuto di ammoniaca che allevia il prurito e trasforma le molecole tossiche iniettate dall'insetto in composti innocui: in pratica disattiva il veleno.

Cosa succede se uccido una vespa?

Uccidere un'ape o una vespa può costare fino a 50.000 euro di multa.

Perché non si uccidono le vespe?

Eliminare le Vespe è necessario se hanno creato un nido a casa nostra: in generale le Vespe sono insetti utili per l'impollinazione e non devono essere uccise, poiché sono praticamente innocue per l'uomo.

Cosa fanno di buono le vespe?

Aiutano a proteggere le colture

Innanzi tutto, le vespe sono efficienti predatrici di insetti infestanti e sono quindi utili come strumento naturale di protezione nell'agricoltura: "Regolano le popolazioni di artropodi, come le afidi e i bruchi che danneggiano le coltivazioni.

Cosa non fare con puntura di insetto?

Intervenire con la pinzetta può essere rischioso: bisogna prestare attenzione a non spremere nella puntura il veleno ancora presente nel pungiglione e soprattutto fare attenzione a non spezzarlo.

Come non farsi pungere dagli insetti?

Fai crescere erbe aromatiche sul balcone, oppure in giardino, sono repellenti naturali contro le zanzare. Menta, lavanda, rosmarino, citronella, geranio e basilico emanano infatti un odore poco gradito da questi insetti.

Quando preoccuparsi per una puntura di vespa?

Punture di api vespe e calabroni: quando preoccuparsi

Orticaria generalizzata (diffusa su tutto il corpo) Dispnea e difficoltà respiratoria. Nausea e vomito. Calo di pressione.

Perché le vespe vogliono entrare in casa?

S'introducono nei nostri ambienti quasi sempre in modo accidentale, soprattutto se i nidi sono molto vicini alle case. Sono attratte da cibi zuccherini e proteici. Se nidificano all'interno della casa o in giardino, la situazione diventa molto critica.

Cosa temono le api?

Tra i nemici delle api troviamo non solo animali di piccole dimensioni come altri insetti e vespe ma anche uccelli, mammiferi e rettili. La vita delle api è sempre esposta a innumerevoli rischi. Esistono numerosi uccelli insettivori che si nutrono delle api. Un esempio sono le rondini e i merli.

Chi si mangia le vespe?

Molti animali (uccelli, rettili, anfibi, moffette, orsi, procioni, mantidi, ragni e anche altri calabroni), possono predare il gruppo detto delle “vespe sociali”, di cui fanno parte i calabroni, ma nessuno offre un controllo biologico sufficiente nelle zone di contatto uomo-calabrone.

Come superare la paura delle api?

Nel caso delle fobie, la terapia cognitivo-comportamentale risulta il trattamento più efficace. Nello specifico, in genere vengono applicate tre strategie d'intervento: il rilassamento, la modifica dei pensieri fobici e irrazionali e la desensibilizzazione sistematica o le tecniche di esposizione.

Quanto dura il veleno delle vespe?

I primi sintomi spesso insorgono entro alcuni minuti dalla puntura e durano generalmente per alcune ore o alcuni giorni. In alcuni rari casi le reazioni sono durate per alcune settimane .

Cosa fare in caso di punture di api o vespe?

Se la puntura di vespa non provoca sintomi troppo intensi, per limitare i disagi si possono eseguire degli impacchi di acqua fredda ed applicare una crema antistaminica o cortisonica. Quando si manifesta una reazione più severa, invece, è necessario richiedere un intervento medico urgente.

Articolo precedente
Quale frutto concilia il sonno?
Articolo successivo
Come si chiama la moto senza sella?