MARCIUME del POMODORO - cause e rimedi

Perché i pomodori marciscono sulla pianta?

Domanda di: Dr. Lorenzo D'angelo  |  Ultimo aggiornamento: 17 marzo 2023
Valutazione: 4.1/5 (72 voti)

Il marciume apicale è causato da due fattori che agiscono contemporaneamente: la carenza di calcio e stress idrici.

Come evitare il marciume dei pomodori?

I modi per prevenire il marciume apicale sono questi:
  1. Effettuare una buona lavorazione del terreno che garantisca drenaggio.
  2. Concimare correttamente, in particolare nella concimazione di fondo.
  3. Irrigare nel modo giusto, con costanza e senza eccessi.
  4. Ombreggiare l'orto nei periodi di maggior caldo.

Perché i pomodori marciscono nella parte di sotto?

I pomodori diventano neri sotto a causa di temporanee deficienze idriche. Queste provocano una reazione della pianta che sottrae velocemente acqua ai frutti, interferendo con il trasporto del calcio.

Cosa fare contro il marciume apicale dei pomodori?

Marciume apicale del pomodoro: possibili soluzioni

Innanzitutto è bene garantire una disponibilità d'acqua e di Calcio adeguate, in modo da evitarne la carenza. Eventualmente si può somministrare Cloruro di Calcio o Nitrato di Calcio per via fogliare, anche con fertirrigazione.

Quanta acqua serve ai pomodori?

Quando la pianta di pomodoro è adulta assorbe circa 1 litro di acqua al giorno. Non serve annegarla ma bensì accertarsi di rinfrescare la terra che circonda le radici innaffiando alla base. Innaffiate il piede a pioggia o con una canna che non sollevi la terra.

Trovate 30 domande correlate

Cosa succede se diamo troppa acqua alle piante di pomodoro?

Se si irriga troppo poco si può notare la sofferenza della pianta, bisogna quindi intervenire bagnando più spesso, ma senza eccessi. Anche troppa acqua può dare problemi, è una delle possibili cause del marciume apicale del pomodoro, anche in questo caso se si nota il problema bisogna ridurre l'apporto idrico.

Quando innaffiare i pomodori mattina o sera?

Se vi foste mai chiesti qual è il momento giusto per irrigare il vostro orto, la risposta più corretta è la mattina, per una serie di motivi: Alla mattina le piante sono più efficienti nell'assimilazione di acqua e di nutrienti.

Come arricchire il terreno di calcio?

Un'aggiunta di calcio può essere somministrata tramite la fertilizzazione con concimi calcarei liquidi, per esempio una soluzione di nitrato di calcio. Con un terreno troppo acido è possibile utilizzare latte calcareo per aumentare il pH. Si consiglia di utilizzare terra buona e non troppo acida.

Come fermare marciume radicale?

Per diminuire l'umidità del substrato e creare un ambiente non adatto allo sviluppo di funghi, possiamo utilizzare la polvere di roccia , una soluzione naturale che ha la caratteristica di “asciugare” il terreno, come il Caolino o la Zeolite. Si può utilizzare anche a titolo preventivo.

Quante volte bisogna dare il calcio ai pomodori?

E' pratica comune applicare calcio sul pomodoro durante tutta la stagione, per incrementarne il contenuto all'interno dei tessuti, ed in particolare durante la maturazione, per massimizzare il potenziale qualitativo e la conservabilità del frutto.

Qual è il miglior concime per i pomodori?

Il concime organico per eccellenza usato nella coltivazione dei pomodori è il letame animale, rigorosamente proveniente da allevamenti non industriali. Per la concimazione dei pomodori i migliori letami sono quelli bovino, equino e ovi-caprino. Stiamo parlando ovviamente di una concimazione d fondo del terreno.

Quale concime contiene calcio?

Calce Idrata. La Calce idrata è un prodotto di origine naturale, ricavato dalla cottura di rocce calcaree ed è indicato per apportare l'elemento calcio nei terreni poveri, oppure per aumentare il pH nei terreni acidi.

Cosa non si può piantare vicino ai pomodori?

In particolare, soffrono accanto agli ortaggi golosi di azoto come loro. Meglio tenerli ben lontani da piante come le melanzane, le zucchine e le altre cucurbitacee, che sono a propria volta piante depauperanti che hanno bisogno di tanto azoto.

Come dare il calcio ai pomodori in modo naturale?

Molto indicati per le carenze di calcio sono anche le concimazioni fogliari, sempre utilizzando prodotti di origine organica. Un valido esempio è il litotamnio, una polvere calcarea naturale di origine marina, contenente elementi importanti per contrastare il marciume apicale.

Come curare il marciume?

Per limitare la presenza delle spore presenti possiamo utilizzare un fungicida per piante ornamentali oppure una soluzione naturale come la polvere di roccia (caolino, zeolite, ecc.). Asciugando il terreno, la polvere di roccia diminuisce l'umidità del terreno e crea un ambiente non adatto allo sviluppo delle spore.

Come trattare i pomodori con il bicarbonato?

Per poterlo utilizzare il bicarbonato di sodio andrebbe sciolto in olio di oliva che agisce da adesivante del prodotto alla pianta. Le dosi sono 2 cucchiaini di bicarbonato di sodio e 1 cucchiaini di olio di oliva, da amalgamare bene e poi distribuire alla pianta.

Come usare il bicarbonato di sodio come fungicida?

Niente di più semplice. Si versa il bicarbonato di sodio in acqua e si mescola fino ad ottenere un composto omogeneo e trasparente. Lo si usa senza diluirlo, cospargendo le foglie delle colture che ci interessa proteggere dai funghi.

Come fare un fungicida naturale?

Prendete un cucchiaino di sapone liquido organico (esente da fosfati, ammoniaca e cloro) e mescolatelo in un contenitore con 2-3 cucchiai di olio vegetale e 2-3 cucchiai di bicarbonato di sodio. Agitate bene la soluzione e spruzzatela sulle piante.

Cosa dare alle piante di pomodoro?

Nutrire il terreno

Il terreno deve essere arricchito bene di sostanza organica, sotto forma di compost abbondante e maturo, o anche letame se disponibile. Il pomodoro è una specie a ciclo lungo, è molto esigente e il nutrimento non deve pertanto mai mancare.

Dove trovare il calcio per le piante?

Nei suoli coltivati il Calcio si trova prevalentemente sottoforma di carbonati (soprattutto nei terreni calcarei), oppure sottoforma di solfati nei terreni gessosi.

Quando mettere la calce nel terreno?

Vi consigliamo di eseguire l'applicazione della calce idrata nei mesi di febbraio e marzo, al massimo fino al mese di aprile. Questo metodo è poco invasivo, naturale, non inquinante e per tale motivo è ammesso in agricoltura biologica.

Quante volte si annaffia i pomodori alla settimana?

Il pomodoro coltivato in piena terra invece ha bisogno di essere irrigato a seconda delle condizioni climatiche e del terreno. Se il terreno è secco e fa molto caldo, si deve innaffiare tutte le sere, altrimenti va bene anche un'irrigazione a giorni alterni.

Cosa fare per far crescere bene i pomodori?

Il pomodoro va seminato in seminiera, tra febbraio e marzo, il seme germoglia in una settimana circa. Deve essere collocato in un ambiente caldo: occorrono circa 24 gradi per germogliare. Richiede poi almeno 13 gradi per crescere. Il pomodoro è una pianta sensibile alla temperatura piuttosto che alle ore di luce.

Perché le foglie di pomodoro si arricciano?

L'arricciamento delle foglie, infatti, è sintomo che non sta ricevendo un nutrimento adeguato. L'allergene, nello specifico l'azoto, è l'elemento chiave che scatena tale reazione nelle vostre piantine. Recenti studi dimostrano che l'eccessiva presenta di azoto, infatti, può essere nociva per la pianta.

Articolo precedente
Cosa fa l'ammoniaca ai topi?