Come opporsi all’archiviazione della tua denuncia

Quando il giudice decide di archiviare?

Domanda di: Nick Mancini  |  Ultimo aggiornamento: 17 marzo 2023
Valutazione: 4.5/5 (66 voti)

L'art. 408 c.p.p. stabilisce che il Pubblico Ministero può presentare al giudice una richiesta di archiviazione se ritiene che la notizia di reato sia infondata, in quanto gli elementi che ha acquisito durante le indagini preliminari non sono idonei a sostenere l'accusa in giudizio.

Quando una causa viene archiviata?

La richiesta di archiviazione viene effettuata dal PM che non è riuscito a trovare sufficienti prove a supporto del presunto reato, durante l'indagine preliminare. Ciò significa che non si sono i presupposti per proseguire con le fasi successive del procedimento penale.

Cosa comporta l'archiviazione?

L'archiviazione, nel diritto processuale penale italiano, è l'atto con cui si dispone di interrompere un procedimento penale senza che venga formulata un'accusa.

Cosa succede se il PM chiede l'archiviazione?

Il pubblico ministero quando richiede l'archiviazione trasmette al giudice per le indagini preliminari il fascicolo delle indagini, la documentazione delle investigazioni svolte e i verbali degli atti compiuti davanti al giudice.

Come si può riaprire un caso archiviato?

1. Dopo il provvedimento di archiviazione emesso a norma degli articoli precedenti, il giudice autorizza con decreto motivato la riapertura delle indagini su richiesta del pubblico ministero motivata dalle esigenze di nuove investigazioni.

Trovate 33 domande correlate

Come decide il giudice sulla richiesta di archiviazione?

Il giudice pronuncia dunque un decreto motivato di archiviazione e restituisce gli atti al P.M. Tale decreto andrà notificato solamente all'indagato cui sia stata applicata una misura di custodia cautelare, che può domandare la riparazione per ingiusta detenzione entro 2 anni dalla data di notifica.

Chi paga le spese legali in caso di archiviazione?

Lo Stato, infatti, sarà tenuto al pagamento spese affrontate dall'imputato assolto in via definitiva per la propria difesa.

Cosa fare dopo archiviazione?

Può capitare che dopo l'archiviazione la vittima scopra nuove prove che non erano conosciute prima o possa indicare nuove piste di indagine in grado di scoprire nuovi elementi di prova. In questo caso la persona offesa può chiedere al PM la riapertura delle indagini, che deve essere sempre autorizzata dal GIP [6].

Quanti procedimenti penali vengono archiviati?

Nel 2020 le archiviazioni sono state 392.304 su un totale di 600.685 processi penali definiti, compreso quelli degli anni scorsi. E sono una percentuale ancora maggiore, il 75,2%, se consideriamo solo quelli del 2020. E all'archiviazione occorre aggiungere anche la prescrizione dei reati.

Come impugnare archiviazione?

L'impugnazione, infatti, è successiva all'entrata in vigore della L. 103/2017, per cui il decreto di archiviazione non è ricorribile per cassazione, ma è reclamabile dinanzi al Tribunale in composizione monocratica, ai sensi dell'art. 410bis cod.

Chi dispone l'archiviazione?

In esito all'udienza, il Giudice può disporre l'archiviazione, con ordinanza, ovvero, sempre con ordinanza, indicare al Pubblico Ministero lo svolgimento di ulteriori indagini e il termine per il loro compimento o ancora l'esercizio dell'azione penale nel termine di 10 gg fissando l'udienza preliminare nei due giorni ...

Quanto costa un opposizione all archiviazione?

IPOTESI BASE D Udienza di opposizione alla richiesta di archiviazione con atto di opposizione del legale di p.o. o memorie del difensore dell'imputato Fase studio € 450; Fase introduttiva € 350; Fase decisoria € 600; Totale € 1450 – 1/3 ex art. 106 bis DPR 115/2002 = 980 € oltre aumento del 15% ex art. 2 D.M.

Cosa succede dopo opposizione archiviazione?

Il giudizio camerale sorto a seguito di opposizione all'archiviazione può avere diversi esiti: il giudice, se ritiene necessarie ulteriori indagini, le indica con ordinanza al pubblico ministero, fissando il termine indispensabile per il compimento di esse.

Quanto tempo per l'archiviazione?

3-bis. In ogni caso il pubblico ministero è tenuto a esercitare l'azione penale o a richiedere l'archiviazione entro il termine di tre mesi dalla scadenza del termine massimo di durata delle indagini e comunque dalla scadenza dei termini di cui all'articolo 415-bis.

Come si fa a sapere se un procedimento penale è stato archiviato?

Per sapere quale è stato l'esito di una denuncia o di una querela già sporte è possibile rivolgersi alla Segreteria Indagini Preliminari della Procura della Repubblica e richiedere un certificato ai sensi dell'art.

Quando si cancellano i precedenti penali?

Il codice penale stabilisce come cancellare una condanna dalla fedina penale quando la sentenza di condanna è l'esito di un processo ordinario oppure di un procedimento speciale conclusosi con una sentenza di patteggiamento o di decreto penale di condanna.

Quando decade una condanna penale?

Dispositivo dell'art. 172 Codice Penale. La pena della reclusione si estingue col decorso di un tempo pari al doppio della pena inflitta e, in ogni caso, non superiore a trenta e non inferiore a dieci anni(1). La pena della multa si estingue nel termine di dieci anni.

Cosa succede quando si chiudono le indagini?

Una volta concluse le indagini preliminari, il pubblico ministero avvia l'azione legale, a meno che abbia chiesto di archiviare il caso. Per i reati più gravi si svolge un'udienza preliminare davanti al magistrato prima che inizi il processo.

Qual è la differenza tra prescrizione e archiviazione?

La prescrizione rappresenta una vicenda relativa all'estinzione dei reati, nel senso che quando matura, non si potrà più procedere nei confronti di chi ha commesso il fatto. Se la prescrizione dovesse scattare durante le indagini preliminari, il magistrato del pubblico ministero dovrà disporre l'archiviazione.

Chi può fare opposizione alla richiesta di archiviazione?

L'opposizione avverso la richiesta di archiviazione presentata dal pubblico ministero può essere proposta dal difensore della persona offesa, in quanto, mediante le semplici forme indicate al primo comma dell'art.

Chi è legittimato ad opporsi alla richiesta di archiviazione?

In virtù dell'art. 408, comma 2 c.p.p. Richiesta di archiviazione per infondatezza della notizia di reato , è la persona offesa, e non il danneggiato, il soggetto legittimato a formulare opposizione nei confronti della richiesta di archiviazione per infondatezza della notizia di reato.

Quanto costa un avvocato per fare opposizione?

Il costo dipende dal valore della causa, infatti esistono i seguenti scaglioni: fino a 1.100,00 euro: 21,50 euro di contributo unificato. da 1.100,00 euro fino a 5.200,00 euro: 49 euro.

Quanto si prende un avvocato per un processo penale?

Come indicato, va da un minimo di €. 426,00 ad un massimo di €. 1.277,00, commisurata sulla base della difficoltà del procedimento penale per il quale si chiede assistenza.

Cosa succede se si perde una causa penale?

Chi perde la causa (gli avvocati dicono “la parte soccombente”) deve pagare innanzitutto il proprio avvocato secondo quanto concordato con questi. Oltre a ciò deve versare anche alla controparte le spese di causa da questa anticipate. È la regola della cosiddetta “soccombenza”: in pratica, chi perde paga per tutti.

Quanto costa perdere una causa?

La media, in questi casi, per una causa di Tribunale è di 4-5000 euro di spese, per ogni legale, con non rari picchi superiori, con la conseguenza che una persona può ritrovarsi a pagare mediamente anche 10.000 euro in caso di sconfitta in una causa, per non avere concluso niente.

Articolo precedente
Cosa insegna il silenzio?
Articolo successivo
Chi ha diviso il giorno in 24 ore?