Come sapere se sono indagato: l'istanza ex art. 335 c.p.p.

Che cosa è il 335?

Domanda di: Dott. Alessio Barbieri  |  Ultimo aggiornamento: 17 marzo 2023
Valutazione: 4.3/5 (44 voti)

335 c.p.p. attesta l'avvenuta iscrizione nel registro degli indagati del nominativo richiesto. La possibilità di conoscere notizie relative alla fase delle indagini è vietata per i reati previsti dall'art. 407, secondo comma, lett.

Chi può richiedere il 335?

335 c.p.p. può essere richiesta solo dal diretto interessato o dal suo avvocato munito di nomina specifica per tale richiesta rilasciata dall'assistito con firma autenticata.

Quanto costa fare un 335?

Quanto costa l'istanza 335 c.p.p. online? Solo 50,00 euro (accessori di legge inclusi).

Quanto tempo ci vuole per il 335?

335 c.p.p.. Il rilascio dell'attestazione in forma scritta, richiesta presso lo sportello, è previsto dopo 10 giorni lavorativi.

Cosa si vede nel 335?

Il pubblico ministero è tenuto ad iscrivere immediatamente nel registro delle notizie di reato le notizie di reato pervenutegli o acquisite di propria iniziativa ai sensi dell'articolo 330, nonché ad indicare, se possibile, il nome della persona cui il reato è attribuito.

Trovate 22 domande correlate

Come si fa a sapere se si è sotto indagine?

In questo caso il cittadino che vuole sapere se risulta iscritto al registro degli indagati può recarsi in Procura personalmente o delegando un legale di fiducia. come ad esempio l'interrogatorio. L'altro modo in cui l'indagato può scoprire di essere sotto indagine è quello di recarsi direttamente in Procura.

Come si fa a sapere se si è stati denunciati?

Come scoprire se sei indagato o se sei stato denunciato da qualcuno? La risposta a questa comune, e non affatto banale, domanda, è semplice: si avanza una richiesta ex art. 335 c.p.p. presso la Procura della Repubblica territorialmente competente.

Come si fa a sapere se si è iscritti nel registro degli indagati?

Chi vuole sapere se il proprio nome è stato iscritto nel Registro delle notizie di reato in qualità di indagato o di persona offesa deve depositare, nell'Ufficio Prima informazione, richiesta scritta conforme al Modello Richiesta 335 per indagato/persona offesa-comunicazione delle iscrizioni risultanti dal Registro ...

Quanto tempo possono durare le indagini?

È pari un anno la nuova durata delle indagini preliminari, che scende a sei mesi se si procede per una contravvenzione e sale a un anno e mezzo quando l'inchiesta è sui uno dei più gravi delitti indicati dall'articolo 407, secondo comma, Cpp.

Quali sono i reati più gravi?

Pertanto, la corte d'assise si occupa di giudicare i reati in assoluto più gravi.
  • i delitti per i quali la legge stabilisce la pena dell'ergastolo o della reclusione non inferiore nel massimo a ventiquattro anni;
  • i delitti di omicidio del consenziente, di istigazione o aiuto al suicidio e di omicidio preterintenzionale;

Quando le indagini vengono archiviate?

La richiesta di archiviazione viene effettuata dal PM che non è riuscito a trovare sufficienti prove a supporto del presunto reato, durante l'indagine preliminare. Ciò significa che non si sono i presupposti per proseguire con le fasi successive del procedimento penale.

Quando va in prescrizione un reato penale?

157 comma 1 statuisce che, la prescrizione estingue il reato decorso il tempo corrispondente al massimo della pena edittale stabilita dalla legge, e comunque, per un tempo non inferiore a sei anni se si tratta di delitto ovvero quattro anni se si tratta di contravvenzione, ancorché puniti con la sola pena pecuniaria.

Come arriva a casa una denuncia?

L'ufficiale giudiziario può notificare gli atti in due modi: recandosi personalmente presso il destinatario oppure avvalendosi dei servizi postali [2]. La maggior parte delle volte, comunque, la notifica degli atti penali avviene tramite la polizia giudiziaria.

Cosa fare se ti hanno denunciato?

Cosa fare se si riceve una denuncia? Per avere la certezza di essere stati denunciati è possibile presentare una richiesta alla Procura della Repubblica chiedendo se il proprio nome risulta nel registro dei reati. In questo modo si avrà la certezza della denuncia e per quale reato si è stati denunciati.

Quanto ci mette una denuncia ad arrivare a casa?

In quanto tempo una denuncia viene consegnata a casa

Secondo i termini di legge la denuncia non va in nessun caso recapitata a colui che è stato denunciato. Per questa ragione non esiste un periodo di tempo entro il quale viene recapitata la denuncia.

Che differenza c'è tra una denuncia e una querela?

La persona che presenta una denuncia ha diritto di ottenere attestazione della ricezione. La querela è la dichiarazione con la quale la persona che ha subito un reato (o il suo legale rappresentante) esprime la volontà che si proceda per punire il colpevole.

Quando arrivano i carabinieri a casa?

Se i carabinieri bussano alla porta di casa non c'è nulla di buono da attendersi. Le forze dell'ordine, infatti, non si scomodano per una semplice comunicazione priva di conseguenze ma, se giungono fino alla porta di casa, vuol dire che devono eseguire un controllo oppure notificare un atto di una certa importanza.

Chi denuncia ha bisogno di un avvocato?

Per presentare una denuncia querela NON è obbligatoria l'assistenza di un difensore. L'interessato con un documenti di identità si potrà recare direttamente dalle forze di polizia e presentare la denuncia-querela che “detterà” all'agente a ciò preposto.

Quali reati non vanno mai in prescrizione?

La prescrizione non estingue i reati per i quali la legge prevede la pena dell'ergastolo, anche come effetto dell'applicazione di circostanze aggravanti.

Quanti anni di condanna per andare in galera?

Condanna a 4 anni: si va in carcere [ torna al menu ]

Ciò avviene anzitutto quando la pena comminata è superiore ai quattro anni. Secondo quanto disposto dall'art.

Quali reati vanno in prescrizione dopo 10 anni?

Il reato di violenza sessuale si prescrive in dieci anni, perché il codice penale lo punisce con la reclusione sino a dieci anni. Il furto semplice si prescrive in sei anni, perché la pena massima prevista è la reclusione sino a tre anni, ma secondo la legge nessun delitto si può prescrivere prima dei sei anni.

Chi paga le spese legali in caso di archiviazione?

Lo Stato, infatti, sarà tenuto al pagamento spese affrontate dall'imputato assolto in via definitiva per la propria difesa.

Cosa succede se il P.M. chiede l'archiviazione?

Il pubblico ministero quando richiede l'archiviazione trasmette al giudice per le indagini preliminari il fascicolo delle indagini, la documentazione delle investigazioni svolte e i verbali degli atti compiuti davanti al giudice.

Quali denunce non si possono ritirare?

Tuttavia, nel caso del reato di violenza sessuale o atti sessuali con minorenni non sarà possibile il ritiro della querela in quanto la giustizia vuole evitare che la vittima ci ripensi a causa di minacce o del timore di una ritorsione nei suoi confronti.

Qual è la condanna più lunga?

In Italia l'ergastolo è la massima pena prevista nell'ordinamento giuridico penale per un delitto. L'ergastolo è previsto dall'art. 22 del codice penale.

Articolo successivo
Quante ore di riposo dopo la notte?