Come si scrive un testo narrativo

Come si scrive gli e l'ho detto?

Domanda di: Gianmaria Monti  |  Ultimo aggiornamento: 17 marzo 2023
Valutazione: 4.2/5 (53 voti)

Si forma allo stesso modo anche gliela. Quando dopo una di queste forme c'è una voce del verbo avere che inizia per h o per vocale, si mette l'apostrofo: gliel'ho detto, gliel'ho portata, gliel'avevo regalata, gliel'hanno dato. gliela, però, glieli e gliele non si apostrofano.

Come si scrive glielo o gliel ho?

Alla terza persona, invece, i due pronomi atoni si fondono normalmente in un'unica parola: glielo, gliela, glieli, gliele. La grafia corretta e diffusa è oggi dunque quella unita; quella staccata è certamente possibile, ma di uso letterario e antico, oggi assai raro.

Come si scrive gliel ho promesso?

Lo + ho, se pronunciati consecutivamente, non suonano molto bene; per tale motivo glielo perde la sua 'o' finale e segnala questa "caduta" con l'apostrofo, mentre il verbo avere rimane inalterato nella forma di 'ho'. La forma gliel'ho, dunque, si usa quando il verbo avere segue il pronome.

Come si scrive GLI E LO?

Quando il complemento di termine fa riferimento ad una forma maschile , allora si usa -gli . ES: "Quando mio papà torna dal lavoro, corro a fargli le coccole!" Quando il complemento di termine fa riferimento ad una forma femminile , allora si deve usare -le.

Come si scrive glieli ho dati?

Nel caso di glieli e gliele (plurali), l'elisione non è prevista: I libri? Non glieli ho dati; Gliele ho dipinte di blu (sottinteso: le pareti).

Trovate 34 domande correlate

Come si scrive glie l'ho detto?

Si forma allo stesso modo anche gliela. Quando dopo una di queste forme c'è una voce del verbo avere che inizia per h o per vocale, si mette l'apostrofo: gliel'ho detto, gliel'ho portata, gliel'avevo regalata, gliel'hanno dato. gliela, però, glieli e gliele non si apostrofano.

Come si scrive te l'ho avevo detto?

Il “te lo avevo detto” si applica in genere a tre tipi di circostanze, che vado sommariamente a descrivere: il primo tipo riguarda noi stessi e il nostro interlocutore; spesso ha a che fare con scelte o azioni che abbiamo compiuto e che non hanno avuto esito positivo.

Quando si scrive gli?

La regola è questa: se il verbo è transitivo si usa «li», ad esempio "Io li guardo (cioè io guardo loro)" se il verbo è intransitivo si usa «gli», ad esempio "Io gli parlo (io parlo a lui)"

Quando usare gli O LO?

– l'articolo determinativo maschile è lo, che normalmente per elisione diventa l': l'uomo, l'orologio, l'ultimo; – al plurale è gli: gli uomini, gli orologi, gli ultimi. L'articolo indeterminativo maschile invece rimane un: un uomo, un orologio, un ultimo.

Quando si dice gli?

L'autore di questa risposta ha richiesto la rimozione di questo contenuto.

Come usare glielo?

💠GLIELO: può sostituire“A LUI, A LEI, A LORO” + un nome maschile singolare. 💠GLIELA: può sostituire “A LUI, A LEI, A LORO” + un nome femminile singolare. ❗“GLIELO” e “GLIELA” si apostrofano con il verbo “AVERE”.

Come scrivere una frase in italiano corretto?

Come scrivere frasi semplici: 10 consigli per creare testi più...
  1. Dividi una frase lunga in più frasi brevi. ...
  2. Ricorda che il verbo è il pilastro portante di una frase. ...
  3. Non usare gerghi specialistici. ...
  4. Sii conciso. ...
  5. Non essere troppo creativo! ...
  6. Usa i verbi alla forma attiva. ...
  7. Metti le parole chiave a inizio frase.

Come si scrive Io ci ho provato?

Si dice: ci ho, ci hai, ci abbiamo ecc. Non si dice: c'ho, c'hai, c'abbiamo ecc.

Che cos'è glielo in grammatica?

Queste particelle sono formate da due pronomi personali complemento, uno atono (gli) e uno tonico (lo, la, li, le) la particella composta dev'essere scritta attaccata (glielo, gliela ecc...), perciò non si devono scrivere staccate, quindi niente glie lo, glie la ecc...

Come si scrive glielo hanno fatto?

Gli ho fatto una sorpresa entusiasmante significa Ho fatto a lui una sorpresa entusiasmante. Gli ho fatto un massaggio rilassante significa Ho fatto a lui un massaggio rilassante.

Come si dice lo yogurt o gli yogurt?

– y: lo yogurt > gli yogurt, lo yoga; – z: lo zucchero, lo zaino > gli zaini, lo zio > gli zii.

Qual è il plurale di GLI?

Gli usato come complemento di termine plurale, anche se manda in panico i puristi fin dal Cinquecento, non è stato mai errore: è antico quanto la nostra lingua, è più antico della forma loro. Si cominciò con l'usare gli al plurale, e solo in seguito si passò al loro.

Come li hai o gli hai?

Li , pronome personale atono diretto: hai portato a casa i bambini? (complemento oggetto) = li hai portati a casa? E che cosa gli hai detto? (in quest'ultimo caso, scelgo gli, pronome personale atono indiretto = che cosa hai detto a loro).

Cosa si può scrivere con gli?

Le parole comuni che hanno il nesso GLI non mancano. Qualche esempio, Figlio, Ammiraglio, Vaglia, Trifoglio, Tenaglie, Taglione, Togliere, Tovaglia, Sonaglio, Striglie, Pagliaio, Miglia, Glissare, Coniglio, Quaglia, Maglia, Spoglia, Giglio, Moglie, Aglio, Ciglia, Ciliegia, Valigia, Faglia, Scoglio.

Come si scrive gli ho dato?

Ecco qualche esempio: «Gli ho dato», «Gli ho scritto» cioè: «Ho dato a lui/loro», «Ho scritto a lui/loro». Si accetta gli anche con significato di «a loro», mentre non funziona come «a lei» cui va preferito sempre «le»: «Le ho dato», «Le ho scritto». Li, pronome diretto, significa “loro” e risponde alla domanda «Chi?».

Come si scrive su gli?

"Sugli" è una preposizione articolata e va scritta tutta unita. La preposizione semplice "su" si può fondere con l'articolo determinativo, formando le preposizioni articolate "sul, sulla, sullo, sui, sugli, sulle".

Come si dice gli ho detto o le ho detto?

In questo caso, riferendoci ad una persona di sesso femminile, bisogna usare il pronome “le”. La frase dunque diventa: “Le ho detto che era molto bella”. “Gli”,dunque, indica però solo ed esclusivamente il maschile (e cioè “a lui”, “loro”, “a loro”, “a essi”), “le” il femminile e cioè “a lei”.

Come si scrive l'hanno detto?

Esempi di frasi con ve l'hanno

Quell'orologio ve l'hanno fatto pagare molto? Ve l'hanno detto che parto per la Spagna? Ve l'hanno chieste in tanti queste informazioni. Ve l'hanno detto sinceramente.

Come si scrive l'ho sentito?

L'ho sentito dire è correttissimo e presenta la tipica costruzione in cui il verbo di percezione (sentire), in quanto predicato reggente, regge (per l'appunto) un'infinitiva oggettiva con soggetto (qui ellittico e impersonale: “qualcuno”) differente da quello della reggente (“io”, sottinteso).

Articolo precedente
A cosa serve il manuale?
Articolo successivo
Quando si potano i gerani in vaso?